- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Le Agenzie di Viaggio on-line inciampano ma non cadono – per il momento

Le preoccupazioni per un’estate in calo di domanda turistica stanno costringendo agenzie di viaggio come Expedia e Priceline ad offrire nuovi incentivi sicuramente molto creativi, se non addirittura rischiosi.

Siete in apprensione perché la pioggia potrebbe rovinare la vostra vacanza estiva? Priceline.com vi offre il "Sole Garantito" (Sunshine Guaranteed). L’agenzia statunitense ha annunciato il 2 giugno che rimborserà completamente i viaggiatori nel caso che piova più di 1 cm e mezzo d’acqua o per più di metà della vacanza.


L'offerta di Priceline, valida per i viaggi acquistati dal 17 luglio ed effettuati entro il 7 Settembre,  riguarda oltre 100 destinazioni, comprese le notoriamente piovose Londra e Seattle. "Stanno cercando di rispondere alle preoccupazioni dei viaggiatori, di eliminare le potenziali ragioni per non prenotare un viaggio", spiega Carroll Rheem, direttore della ricerca per PhoCusWright.

All'inizio della stagione la TIA  (Travel Industry Association) aveva previsto un calo del 1.2% nel mercato turistico interno statunitense, una percentuale che al momento sembra addirittura ottimistica. Da allora i prezzi del petrolio hanno continuato a salire; le compagnie aeree sono state costrette ad operare tagli consistenti sui voli ed aumentare le tariffe ed i costi di gestione dei bagagli per contrastare l'aumento del costo del carburante.

La situazione spinge le Agenzie di Viaggio on-line ad attuare strategie di marketing sempre più aggressive, a diminuire le commissioni ed offrire ai viaggiatori maggiori garanzie. "Abbiamo eliminato le commissioni sui voli aerei e ridotto quelle sugli hotel", sostiene il direttore esecutivo di Priceline.com, Jeffrey Boyd. "Sappiamo che i clienti sono preoccupati per il caro prezzi e stiamo cercando di offrire loro un po' di sconti".
 
 

Buoni sconto benzina e nuovi programmi fedeltà per contrastare la crescita del canale diretto on-line di hotel e compagnie aeree

Nei prossimi mesi, se il costo della vacanza dovesse diminuire fra il momento della prenotazione e quello della partenza, Orbitz rimborserà ai clienti la differenza; una scommessa, sostanzialmente, sul fatto che le tariffe aeree non calino per il resto dell’estate. La rivale Expedia sta invece offrendo, in collaborazione con MasterCard, un buono di 50 dollari di benzina a chiunque prenoti un soggiorno di tre o più notti in hotel.

Le Agenzie di Viaggio on-line si trovano in una situazione difficile: non solo sono alle prese con consumatori a corto di contanti, ma si fa anche sempre più dura la competizione con compagnie aeree, crociere e hotel che hanno accelerato i loro sforzi di marketing on-line negli ultimi anni. I "fornitori" offrono programmi frequent flier, sconti ed offerte esclusive per chi prenota direttamente sui siti ufficiali.

Secondo comScore, il 59% dei viaggiatori internazionali, nella fase di pianificazione della vacanza, consulta prima i siti delle agenzie di viaggio per una comparazione delle offerte, ma poi la maggior parte delle prenotazioni viene effettuata sui siti dei fornitori. Lo scorso anno,  su un mercato globale di spese di viaggio on-line di 77 miliardi di dollari, lo share dei fornitori è stato del 64% rispetto al 53% nel 2003.

Per tentare di contrastare questo trend, le grandi agenzie di viaggio on-line hanno recentemente lanciato o rinnovato i propri programmi fedeltà. I clienti di Travelocity che si registrano per il “Rewards credit card” guadagnano punti per ogni acquisto effettuato sul sito; raccogliendo fino a 20.000 punti si ottiene un buono di 400 dollari per successivi viaggi.

Expedia e Orbitz propongono programmi fedeltà simili. Jeffrey Glueck, direttore marketing di Travelocity, dichiara: “Stiamo cercando di offrire delle gratificazioni ai viaggiatori che quest’estate si sentono sempre meno gratificati”.

Fonti:
 Business Week [2]