- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Amazon lancia Alexa per gli hotel

leggi l’articolo completo... [2]Amazon non è ancora entrata nel mercato della distribuzione alberghiera, ma è di sicuro pronta a farlo nelle camere degli hotel con Alexa for Hospitality [3], il nuovo programma progettato per portare la sua tecnologia di assistenza vocale a tutte le strutture ricettive che ne faranno richiesta, dalle catene alberghiere internazionali fino alle case vacanza.

Gli ospiti potranno chiedere ad Alexa informazioni sull’hotel, dagli orari di check out alla posizione esatta della sala colazioni. I clienti potranno anche richiedere il servizio in camera oppure contattare il concierge, la reception, il servizio di pulizia o la spa parlando direttamente con Alexa.

Marriot è il primo (e ad oggi unico ) partner di Amazon per il lancio della piattaforma e presenterà questa novità già da questa estate presso alcune strutture di Marriott Hotels, Westin Hotels & Resorts, St. Regis Hotels & Resorts, Aloft Hotels e Autograph Collection Hotels.

Alexa for Hospitality funziona attraverso i dispositivi della famiglia Echo installati nelle camere, specificamente personalizzati per l’hotel.

Il sistema è integrato anche con tecnologie alberghiere già esistenti – ad esempio DigiValet, Intelity, Nuvola e Volara – così che le richieste vengano correttamente indirizzate da Alexa al PMS o al giusto sistema di guest request per essere accolte senza interruzione.

Alexa può anche prendere il posto del telefono in camera, oltre a poter riprodurre musica e la programmazione radiofonica attraverso TuneIn e iHeartRadio, con la possibilità per l’hotel di impostare playlist e stazioni musicali più affini al proprio brand.

Gli ospiti possono inoltre accedere a una selezione di app di terze parti per allenarsi, controllare i tempi di attesa per i voli o per rilassarsi con la meditazione o i suoni della natura.

Il sistema Alexa for Hospitality non si ferma ai dispositivi nelle stanze e comprende anche una suite di strumenti per l’hotel, con cui può configurare e personalizzare gli Echo, oltre a monitorarne le performance e il suo utilizzo con un sistema proprietario di reporting.

Attualmente Alexa for Hospitality è disponibile solo su invito (dopo aver inviato la richiesta [4]) e non è chiaro il costo né per unità né all’ingrosso, ma ci aspettiamo una cifra abbordabile per una tecnologia che potrebbe essere il proverbiale cavallo di Troia nel settore per Amazon.