- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Aumentare l’occupazione infrasettimanale in hotel: la nostra to-do list

leggi l’articolo completo... [2]

Il week end e i periodi di festa sono sicuramente ghiotte occasioni per vendere camere di hotel, per non parlare delle vacanze vere e proprie: una manna se sapete come giocare le vostre carte.

Eppure, nei giorni rimanenti, quali modi utilizzate per riempire la vostra struttura?

Molti albergatori (forse anche voi) credono che abbassare drasticamente le tariffe sia l’unica strategia efficace per incrementare l’occupazione infrasettimanale.

Ma non è affatto così! Prendete carta e penna e scorrete il nostro articolo: troverete tanti spunti e strategie per vendere le camere durante la settimana.

 

1. Lode ai pacchetti speciali

 

Se è vero che una politica di sconti infrasettimanali può portare buoni risultati, una riduzione forte delle tariffe rischia di trasmettere un’idea sbagliata del vostro hotel. Se, ad esempio, il vostro hotel 4 stelle ha un’ottima brand reputation e vende camere a prezzi abbastanza elevati in alta stagione, non potete permettervi di ridurli drasticamente nei periodi meno fortunati e infrasettimanali. Svendendo le vostre camere, infatti, le farete percepire in modo sbagliato, come sistemazioni di scarso valore. Invece le vostre camere hanno un valore preciso [3], che non va mai sminuito.

Come uscirne allora? Noi consigliamo una strategia di pricing basata su pacchetti ed offerte speciali da applicare durante la settimana. In questo modo, potete celare le tariffe effettive, combinandole con servizi che aggiungono valore al soggiorno, come una cena omaggio al ristorante dell’albergo, una sessione di spa, l’upgrade di camera, etc.

Questa strategia, oltre ad aumentare l’occupazione infrasettimanale, esorta i vostri ospiti ad usufruire di facilities che non avrebbero forse mai preso in considerazione in altre situazioni.

 

2. Individuazione del target

 

Un soggiorno infrasettimanale di uno o due notti interessa un certo tipo di target, probabilmente circoscritto a livello territoriale. A parte i business travelers, il vostro target, per questo tipo di occupazione, si troverà nel raggio di 400 km, escludendo comunque coloro che vivono già nei pressi della vostra destinazione (difficilmente necessiteranno di un pernottamento in un hotel).

Una volta circoscritto il target, dunque, collaborate con enti turistici locali e inviate comunicati stampa e materiale pubblicitario a giornali del luogo e siti web che promuovono il territorio. Se manderete contenuti di valore, riuscirete a farvi conoscere nella realtà di riferimento e a dare visibilità a mini fughe nella vostra struttura.

 

3. Liste di distribuzione

 

Nei momenti di bassa stagione e in mezzo alla settimana, rivolgersi ai propri ospiti fissi è un’ottima strategia. Raccogliete i clienti affezionati – repetears – in un database da contattare su base mensile o bimensile per proporre offerte speciali o promozioni riservate ai soggiorni infrasettimanali. Fate attenzione però a non ricadere tra gli spammer, sia a livello email che telefonicamente: siate sempre cortesi e mai invadenti nelle comunicazioni, onde evitare l’effetto opposto.

Un aspetto tutto da cavalcare, nelle vostre email agli ospiti fedeli, è quello della tranquillità: durante la settimana i negozi e le maggiori attrazioni sono sgombri dalla folla del weekend, consentendo ai viaggiatori un’esperienza più serena e libera da stress. Se vi combinerete buoni sconto o biglietti omaggio per musei o mostre temporanee, invertirete, almeno parzialmente, il trend delle fughe del fine settimana, convertendole in soggiorni infrasettimanali.

 

4. Via libera agli eventi speciali

 

Un’altra strategia per attrarre clienti durante la settimana è l’organizzazione di eventi speciali all’interno della struttura o nelle immediate vicinanze. In particolare, puntate sul target tra i 50 e i 70 anni (che detiene la maggior capacità di spesa) con conferenze, letture di poesia, presentazioni di libri, vernissage e manifestazioni culturali in genere. Se li ospiterete in giorni infrasettimanali – e saprete comunicarli nel modo migliore sui vari media – potrete attirare una buona fetta di target anche al di fuori dei week end.

 

5. In visita presso le aziende locali

 

Se la vostra destinazione vanta una buona dose di aziende in pieno esercizio, non sottovalutate questa opportunità di business. Create un database con le compagnie locali e andate a conoscerle di persona, mettendo a disposizione la vostra struttura come ideale per una clientela business. Le aziende che hanno filiali in altri Paesi o regioni sono candidate perfette: i loro delegati o dipendenti in visita avranno bisogno di un alloggio, probabilmente durante la settimana, e il vostro hotel sarà pronto ad accoglierli.

 

6. Focus sulla cucina locale

 

Se avete un ristorante in hotel, puntate sull’enogastronomia per aumentare l’occupazione infrasettimanale. In che modo? Potreste offrire un’ottima bottiglia di Chianti in camera – se siete in Toscana – o un dessert fragrante di forno a chi soggiorna in mezzo alla settimana. Ovviamente, dovrete pubblicizzare simili iniziative sul sito web e sui vostri canali social.

Oppure organizzate cene a tema o degustazioni speciali, in hotel, durante la settimana in modo da stuzzicare gli amanti del turismo enogastronomico.

 

7. Cerimonie ed eventi intimi

 

Il business dei matrimoni in hotel [4] è un mercato non trascurabile, questo è certo. Ma provate a diversificare il target: in età adulta o in occasione di seconde nozze o rinnovo dei voti, capita sempre più spesso che ci si sposi durante la settimana. Una garanzia di minor clamore e maggiore tranquillità, per coppia e invitati.

Sfruttate questo trend promuovendo pacchetti per matrimoni, anniversari o simili occasioni infrasettimanali, per riempire sia le camere dell’hotel che il vostro ristorante.

 

8. Benvenuto Long Stay

 

Un modo efficace per trattenere i viaggiatori qualche giorno in più, oltre al week end, è la promozione di soggiorni long stay. Proponete tariffe vantaggiose per soggiorni prolungati, in modo da lusingare gli ospiti con il doppio beneficio: maggior tempo per un soggiorno sereno e prezzo conveniente.

Prendete esempio dall’Hotel Ercolini & Savi di Montecatini Terme [5]:

 

9. Collaborazioni con agenti immobiliari

 

Non ci si pensa mai, eppure è così: spesso chi cerca casa in un’altra città o è in attesa di trasferimento, è costretto ad alloggiare in albergo qualche giorno. Gli appuntamenti con gli agenti immobiliari per visionare le proprietà in vendita si tengono spesso infra settimana.

Ne deriva che, se entrerete in contatto con le compagnie più attive nella vostra zona, potrete trarre vantaggio dalla loro professione. Contattatele e proponete loro tariffe speciali per i loro clienti e spazi pubblicitari sulle loro brochure.