- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

BTO 2012 Live – La prenotazione è Mobile

leggi l’articolo completo... [2]La prenotazione è mobile: affermazione o domanda? Si apre con il turismo mobile l’ultimo panel in Main Hall di BTO 2012. Che mobile, social e travel vadano a braccetto non è più un mistero per nessuno: è una combinazione perfetta, un triangolo ideale ricco di opportunità per il settore.

Ma è un ambito quello mobile in rapida, rapidissima crescita e in rapido cambiamento: saremo in grado di cogliere le tante potenzialità del mobile?

Ci dà una visuale a tutto tondo dell’universo Mobile Gina Baillie di EyeforTravel con due studi ricchissimi di spunti di cui sicuramente riparleremo in futuro più approfonditamente:

Per adesso in conclusione sono soprattutto gli intermediari che affermano sia importante per le vendite (52%), ancora gli hotel indipendenti si mostrano in difficoltà. Un vero peccato visto che gli utenti sembrano sempre più avvezzi all’uso degli smartphone in viaggio.

A luglio EyeForTravel ha intervistato 8400 viaggiatori  per capire come utilizzano il mobile in viaggio, questi alcuni risultati:

In generale, se andiamo ad analizzare le 5 fasi del viaggio individuate da Google, il mobile fa parte di tutte le fasi del ciclo, dalla ricerca delle informazioni a quella delle recensioni.

L’aeroporto di Gatwick ha capito come il SoLoMo sia diventato fondamentale per approcciare i viaggiatori: ha sviluppato nell’ultimo anno una strategia su Facebook, Twitter, Foursquare, Instagram (sono stati il primo aeroporto al mondo). Mettere dei cartelli fisici per incentivare gli utenti a condividere le loro esperienze, ha aiutato a rafforzare molto il marchio.

Un’ultima considerazione: i tablet non sono la stessa cosa del mobile e necessitano di una strategia diversa, anche il sito online deve essere adeguato al tablet, ideale soprattutto per la fase dreaming. Da recenti studi risulta che sono in particolare gli utenti europei ad acquistare via tablet.

In conclusione EyeforTravel sottolinea che è importante capire che il mobile offre possibilità non solo in fase di acquisto, ma anche come strumento di engagement.

Sono Travis Katz di Gogobot, Joseph Fratangelo di TripAdvisor, Kristina Grancaric di Yelp e Heather Leisman di Hoteltonight a proseguire la discussione.

Katz lascia intuire come la possibilità che offre la geolocalizzazione all’utente di interagire on the go con informazioni, prodotti e acquisti sia diventata centrale: quindi sì, le vendite sono importanti, ma forse ancora di più creare interazione in ogni fase della progettazione del viaggio.

Il mobile phone sta diventando ormai una abitudine: l’utente è in grado simultaneamente di usare più device, ad ogni ora del giorno e della notte. Il mobile non è più dunque soltanto uno strumento on the go.

Che cosa si può dire delle vendite via mobile? Secondo HotelTonight è possibile vendere eccome, se un hotel offre engagement via mobile, se ha un’ottima reputazione, è senz’altro più probabile ottenere conversioni da mobile, però ci vuole un sito ben fatto. Ci vogliono copy diretti, chiari e rilevanti, indicazioni semplici e soprattutto foto molto curate e di alta qualità.

D’altronde Hoteltonight è considerata tra le migliori aziende  legate all’ hotellerie mobile dell’ultimo anno: per quanto ancora circoscritta, è di fatto la dimostrazione di quanto gli utenti siano già disposti a prenotare via mobile e a farlo last minute. HotelTonight dichiara di non volersi sostituire al sito mobile dell’hotel, dovrebbe casomai diventare complementare al sito per ottenere maggiore visibilità e incrementare il business.