Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Wednesday 14 November 2018

Come disintermediare con il “revenue al contrario” – Intervista a Dario Ghiglione

leggi l’articolo completo...Quest’anno al TTG di Rimini abbiamo incontrato Dario Ghiglione di Villa Giada Resort a Imperia, un cliente che ci ha raccontato la sua singolare strategia di disintermediazione.

Dario ha ottenuto risultati concreti mirando ai clienti più esigenti, con tariffe più alte delle OTA ed esperienze di viaggio uniche e personalizzate. La dimostrazione che si può disintermediare senza per forza far leva sul prezzo e allo stesso tempo contribuendo alla crescita della destinazione turistica.

leggi l’articolo completo…

Google Adwords: il marchio dell’hotel può essere usato negli annunci anche se è registrato

leggi l’articolo completo...Gli hotel combattono e spendono da una vita per proteggere il loro brand name su Google Adwords, usato senza limitazioni da OTA e rivenditori. C’era solo un modo per impedire loro di farlo: trasformare il nome dell’hotel in un marchio registrato.

Adesso a quanto pare le cose sono cambiate e Google dichiara che anche i marchi registrati possono essere utilizzati nei testi degli annunci dai rivenditori.

leggi l’articolo completo…

Come rendere il sito dell’hotel a prova di millennial

leggi l’articolo completo...I millennial restano tra i potenziali clienti più appetitosi per gli albergatori. Grandi amanti dei viaggi, disposti a spendere ogni anno di più per visitare il mondo, sono anche molto esigenti da accontentare.

Ecco perché c’è bisogno di avere un sito web all’altezza delle loro aspettative. Il vostro com’è?

leggi l’articolo completo…

Come sapere se il tuo marketing sta funzionando davvero

leggi l’articolo completo...Misurare i risultati del proprio lavoro è sempre stata una nota dolente per i professionisti dell’hotel marketing.

Prima mancavano i dati, ora sono forse troppi e non sempre ci possiamo basare su un approccio olistico per assicurarci di aver fatto la scelta giusta.

leggi l’articolo completo…

Ricerca Google: ecco come spingere all’acquisto il viaggiatore indeciso

leggi l’articolo completo...Ai viaggiatori non piacciono le brutte sorprese, ecco perché di solito impiegano tanto tempo per decidere se, come e dove prenotare. Prima di partire, cercano conferme e rassicurazioni.

Anche l’hotel può e deve diventare un punto di riferimento per gli utenti, perché sciogliere i dubbi può essere cruciale per guadagnare prenotazioni in più.

leggi l’articolo completo…

Google lancia le campagne Promoted Hotels

leggi l’articolo completo...Sembra che a casa Google ogni settimana ci sia sempre qualcosa di nuovo per gli hotel che bolle in pentola. Pochi giorni fa Google ha infatti dichiarato che sta testando le nuove campagne a pagamento Promoted Hotels.

Con queste campagne, potrete far comparire il vostro hotel in cima ai risultati delle  mappe di Google.

leggi l’articolo completo…

La ricetta di Expedia per una strategia Mobile che funziona

leggi l’articolo completo...Una volta gli smartphone erano considerati una piattaforma usata dai clienti solo e soltanto per una ricerca frettolosa, ma nel 2018 le prenotazioni via mobile sono schizzate in alto, con i trend che puntano verso un futuro sempre più cellulare-centrico.

Sfruttare al massimo i dispositivi portatili utilizzando la minor quantità di risorse è fondamentale per il successo di un hotel.
leggi l’articolo completo…

Booking.Basic usa le tariffe migliori di altri intermediari

leggi l’articolo completo...Se pensavate che non potesse più sorprenderci, c’è un nuovo sviluppo su Booking che potrebbe avere notevoli ripercussioni sulla gestione delle tariffe da parte di un hotel. Da qualche giorno il colosso olandese riceve inventario con tariffe esclusive anche da altre OTA.

Seppure non sia ancora chiaro se si tratti o meno di una strategia di ampio respiro per la creazione di un nuovo marketplace, Booking sta mostrando alcune tariffe fortemente scontate su alcune strutture come parte di un nuovo servizio chiamato “Booking.Basic”.
leggi l’articolo completo…

Mobile-First: come un sito ottimizzato equivalga a maggiori entrate

leggi l’articolo completo...Parliamo spesso dell’importanza della velocità di caricamento di un sito, specialmente mobile, ma è la prima volta che possiamo valutare l’impatto economico di un sito lento.

Google ha recentemente pubblicato un nuovo strumento che aiuta le aziende a confrontare le prestazioni del proprio sito ufficiale in modalità mobile con quelle della concorrenza, potendo anche misurare l’impatto che la diminuzione dei tempi di caricamento può avere sul revenue. I risultati sono molto significativi.
leggi l’articolo completo…

Dovere e Piacere – La crescita del settore bleisure secondo Expedia

leggi l’articolo completo...I viaggi di lavoro sembrano un’eccitante fuga dal tran tran giornaliero solo per chi li vede da casa; le trasferte sono stressanti emotivamente e fisicamente, e spesso con poco tempo per ricaricare le batterie fra una riunione e l’altra.

Per questo motivo più della metà dei viaggi di lavoro vengono estesi per unire al dovere un po’ di piacere, aggiungendo al mix qualche attività leisure. Una nuova ricerca condotta da Expedia Group Media Solution analizza per questo la crescita sostanziale del fenomeno “bleisure”, dove il confine fra business e leisure si fa sempre più sfocato.

leggi l’articolo completo…

ETTSA: le prenotazioni dirette costano quanto quelle indirette. Ma è davvero così?

leggi l’articolo completo...I costi sostenuti per spostare le prenotazioni sul canale diretto sono marginali o addirittura negativi in termini di revenue per l’hotel.” Questo è quello che sostiene la ETTSA in unno studio appena pubblicato. Un’affermazione forte ma soprattutto molto discutibile.

La European Technology and Travel Services Association (l’associazione degli intermediari) si fa forte di uno studio commissionato a un gruppo di economisti specializzati nel settore, ma la nostra esperienza ci mostra che le prenotazioni dirette nella maggior parte dei casi sono meno costose di quelle indirette.

leggi l’articolo completo…

I Metasearch non sono più solo un’opzione – Intervista Esclusiva a Ullrich Kastner di MyHotelShop

leggi l’articolo completo...I metasearch sono uno degli argomenti più polarizzanti fra gli addetti ai lavori, con opinioni che spesso differiscono in maniera sostanziale. C’è chi considera i metamotori poco più di costosi giocattoli per un hotel indipendente e chi, al contrario, ritiene che la battaglia per la visibilità e le prenotazioni dirette passi proprio da loro.

Ullrich Kastner, giovane CEO e fondatore di MyHotelShop, è un così strenuo sostenitore della seconda visione da averci costruito intorno la sua azienda, che si occupa proprio di advertising sui metamotori di ricerca per gli hotel.

Ulli si è reso disponibile per una chiacchierata sul futuro delle tecnologie alberghiere, sui metamotori e sulle opportunità per gli hotel di riprendere il controllo delle proprie vendite online.

leggi l’articolo completo…

Come trasformare il proprio hotel in una macchina da upselling

leggi l’articolo completo...Possiamo parlarne in maniera più o meno pratica, preferire l’aspetto più creativo o quello più tecnico, ma indubbiamente ci appassioniamo al digital marketing per hotel con un solo obiettivo in testa: generare più revenue diretto dal sito ufficiale.

Più che un obiettivo diciamo che ne siamo, giustamente, ossessionati. A differenza della maggior parte degli acquisti online, però, la transazione fra un cliente e una struttura non termina con la semplice prenotazione.
leggi l’articolo completo…

Il manifesto Microsoft per il futuro del business travel

leggi l’articolo completo...Il business travel è un mercato da 1,3 trilioni di dollari, un segmento spesso poco considerato ma su cui tante compagnie leader del settore hanno costruito i propri successi globali. Nonostante si tratti di un’industria fortemente basata sulla tecnologia e sullo snellimento dei propri processi produttivi, poco è cambiato nella sostanza negli ultimi dieci-quindici anni.

Almeno questa è l’idea di Microsoft, che ha prodotto in questi giorni un Manifesto il cui scopo è quello di stimolare una conversazione nel settore, cercando di svecchiare un mercato che si espande ma che pare in sostanza immutabile nei mezzi.
leggi l’articolo completo…