Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Friday 15 December 2017

5 metodi semplici per ottimizzare l’impatto del Billboard Effect del tuo hotel

Chi ha usato l’app di Tinder avrà notato come siano pochi i secondi disponibili per attrarre l’attenzione di qualcuno. Quella che conta è la prima impressione, perciò gli utenti si sforzano nel mostrare fin da subito le loro foto migliori. Del resto, con uno swipe a destra piaci e con uno swipe a sinistra non piaci. Semplice (e un po’ brutale).

Il Billboard effect non è poi così diverso, perché la visibilità acquisita nei vari canali deve essere spesa bene, mostrando il miglior volto dell’hotel per attrarre il maggior numero di visitatori.
leggi l’articolo completo…

[BTO 2017]: Instagram come alfabeto delle immagini

Instagram si è insediato nelle nostre vite, piano piano all’inizio, ormai come un canale di lettura della quotidianità. Soprattutto per i Millennials. Un’opportunità di business da non sottovalutare, anche nel settore travel.

Al BTO 2017 si discute del social media più utilizzato, contrapponendo diversi punti di vista, moderati da Marco de Mutuii, Digital Curator del Fotomuseum Winterthur.

leggi l’articolo completo…

[BTO 2017] Più vendite dirette, meno scuse

La visibilità è la nuova e ultima frontiera della disintermediazione, la cima più ampia di una piramide rovesciata formata da Asset, Tech e, appunto, Visibilità.

Questo è il pensiero espresso da Nicola Seghi, Business Evangelist di Simple Booking, durante l’ultima product presentation al BTO del booking engine tutto italiano.

“Si può davvero competere con le OTA?” si chiede Seghi “Certamente, ma ricordiamoci che abbiamo degli svantaggi intrinseci rispetto ai grandi portali”.

leggi l’articolo completo…

Una nuova strategia di marketing per Booking.com (e un’opportunità per gli hotel)

Il gruppo Priceline ha da poco annunciato la loro intenzione di cambiare la strategia di marketing per Booking.com, passando dalla solo promozione “performance-based” (AdWords, metamotori, social) a un sistema misto, con un aumento del 55% del budget pubblicitario televisivo.

Secondo Skift, Priceline si sta chiedendo se investire così tanto nel ppc (solo su AdWords il gruppo ha speso 3,5 miliardi di dollari nel 2016) gli aiuta o li danneggia in due dei loro obiettivi più importanti: ricevere più traffico diretto e costruire una relazione personale con ogni cliente.
leggi l’articolo completo…

10 consigli su come rendere perfetto il tuo rapporto con le OTA

Il compito di un hotelier di successo – ma anche di qualsiasi imprenditore – è quello di attrarre il massimo numero di clienti al costo più basso. Questo significa avere un prodotto che funziona, ma anche esporre il proprio brand nei luoghi digitali più bazzicati dai tuoi potenziali clienti.

Molti di questi luoghi sono le OTA e fingere di poterne fare a meno non funziona più. Quello che si può fare, invece, è ottenere il massimo dal rapporto con le OTA senza svenarsi né perdere competitività. Anzi, con questi dieci semplici consigli di Sabre è facile veder crescere il proprio fatturato senza “svendersi” ai canali indiretti.
leggi l’articolo completo…

Webinar Gratuito: come avere successo con trivago Rate Connect

Il 50% di chi prenota un hotel utilizza almeno un meteasearch durante la fase di ricerca e acquisto ed è una percentuale che non crediamo potrà scendere nei prossimi anni, anzi.

Non è un caso che le OTA investano sui metamotori cifre sempre più importanti, competendo in maniera aggressiva per veicolare il traffico generato sulle proprie piattaforme. Se l’hotel indipendente non sviluppa una strategia distributiva davvero multicanale, rischia di vedere le proprie prenotazioni dirette diminuire sensibilmente nel tempo.
leggi l’articolo completo…

Come trasformare i millennial in clienti?

leggi l’articolo completo...Torniamo a parlare dei millennial, la generazione che va dai 18 ai 34 anni e che non sembra quasi mai nei pensieri degli hotel indipendenti. Del resto, si pensa non abbiano la capacità d’acquisto delle generazioni precedenti pur mantenendo aspettative altissime.

Eppure, una parte di questa generazione è già pienamente adulta e fra 5 anni saranno uno dei target generazionali più fondamentali da conquistare, se non il più fondamentale.

leggi l’articolo completo…

Conquista gli ospiti con le fotografie del tuo hotel

leggi l’articolo completo...“Le immagini valgono più di mille parole” è un’espressione proverbiale che sentiamo spesso ripetere nei più disparati casi, eppure per gli hotel si potrebbe dire che si approssima molto alla realtà dei fatti.

Una foto può valere davvero come mille parole, visto che secondo Trivago i profili degli hotel con le foto migliori hanno il 96% totale dei clic, mentre gli hotel con una galleria di foto di alta qualità ricevono il 63% in più di clic rispetto agli altri.

leggi l’articolo completo…

La ricetta perfetta per soddisfare un cliente moderno

leggi l’articolo completo...L’industria dell’ospitalità ha un vantaggio, rispetto alle altre, che è la facilità con cui può coinvolgere i propri clienti. Del resto, chi non è elettrizzato all’idea di partire per un viaggio, anche nel caso sia di lavoro?

Di converso, più sono alte le aspettative di un ospite e più è facile commettere errori che potrebbero mettere in crisi il rapporto con il cliente. I problemi, i ritardi o le incomprensioni sono normali, ma è come un hotel li gestisce che fa la differenza.

leggi l’articolo completo…

Perché non dovrebbe esserci alcuna guerra fra Hotel e OTA

leggi l’articolo completo...Dopo tanti veleni e difficoltà, che sia venuto il momento di una tregua fra OTA e Hotel?

Secondo Michael McCartan, managing director di Duetto e uno dei protagonisti della prossima Annual Hotel Conference a Manchester, è così importante ricostruire un rapporto che la sua conferenza inglese si chiamerà “Make Love Not War – Embrace OTAs for a Brighter Future” (“Fate l’amore e non la guerra – Accettare le OTA per un futuro migliore”).

leggi l’articolo completo…

5 trucchi per migliorare l’usabilità del tuo sito ufficiale

leggi l’articolo completo...Il sito ufficiale è senza ombra di dubbio il più importante strumento online per un hotel su cui dovrebbero ruotare tutte le strategie di vendita.

Perché finalizzi i nostri sforzi di marketing, però, non basta sia seducente e graficamente gradevole, ma deve anche seguire tutti i principi di usabilità.

leggi l’articolo completo…

Cina: il mercato travel più importante al mondo si apre all’Occidente

leggi l’articolo completo...Il turismo cinese sta diventando la norma in moltissime destinazioni, anche italiane. È stato calcolato che ben 135 milioni di cinesi viaggeranno all’estero quest’anno, rendendo la Cina il mercato travel in uscita più grande del mondo.

Una delle caratteristiche fino a oggi più comuni dei viaggiatori cinesi era la quasi totale dipendenza dai gruppi di viaggio. Si tratta di una tendenza piuttosto comprensibile, visto che viaggi fuori dal Paese sono relativamente una novità in Cina e lasciare che sia il tour operator a pensare a ogni dettaglio è considerato un comfort non da poco.

leggi l’articolo completo…

Il periodo di tolleranza di Booking e la piaga delle cancellazioni

leggi l’articolo completo...Chi ha iniziato il lavoro di albergatore in tempi più analogici, ricorderà come la cancellazione fosse un raro contrattempo che non inficiava in alcun modo le politiche di gestione delle camere. Si trattava, spesso, di non più del 5% del prenotato.

Nell’attuale scenario distributivo, invece, le cancellazioni (quelle provenienti dalle OTA) possono superare tranquillamente il 40%, costringendo anche le grandi catene alberghiere a proteggersi con politiche più restrittive, duplicando o addirittura triplicando il numero di giorni non coperti dalla cancellazione senza penali.

leggi l’articolo completo…

Trivago strizza l’occhio agli hotel indipendenti con un nuovo strumento di web marketing

leggi l’articolo completo...La settimana scorsa avevamo il top management di Trivago in sede a Firenze ad illustrarci le nuove strategie del primo competitor di TripAdvisor.

Anche loro sono convinti che gli hotel indipendenti hanno bisogno di fare (seriamente) web marketing se non vogliono finire con l’essere completamente fagocitate dalle OTA. Parola di Trivago.

leggi l’articolo completo…