- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Pagamenti digitali e servizi hi-tech: ecco come rendere l’hotel chinese-friendly

leggi l’articolo completo... [2]Nella top 10 dei Paesi dove i viaggiatori Cinesi si sentono ben accolti, non c’è nemmeno una destinazione europea. Pagano con WeChat e Alipay, amano le tecnologie di nuova generazione e pretendono igiene e attività organizzate.

Il vecchio continente a quanto pare deve fare ancora molta strada per incontrare il gusto dei Cinesi: come muoversi nella giusta direzione per farli sentire a loro agio?

I Cinesi amano l’Europa – il 52% dice di essere attratto dai suoi siti storici e artistici – ma l’Europa per adesso non sembra essere ancora pronta per farli felici. Nella mappa delle destinazioni in cui i Cinesi si sentono accolti in miglior modo non c’è traccia del vecchio continente.

Ma che cosa manca nelle nostre città e nei nostri hotel per fare contenti questi viaggiatori?

Per capirlo meglio abbiamo preso spunto dallo studio di Hotels.com [3] dedicato proprio ai viaggiatori Cinesi.

 

Lingua e pagamenti i primi scogli da superare

Tra le cose che farebbero sentire più a loro agio i Cinesi in viaggio, al primo posto ci sono la lingua di comunicazione e i metodi di pagamento digitali.

In effetti da noi è piuttosto difficile trovare persone che parlino mandarino, anche se la comunicazione in inglese pare aver fatto superare il problema alla maggior parte di loro.

Più spinosa la questione dei pagamenti: sempre più Cinesi pagano con metodi digitali che qui sono ancora perlopiù sconosciuti. Il 60% utilizza UnionPay, anche se il sistema è in leggero declino. Il 49% delle persone utilizza Alipay (il sistema di Alibaba) e il pagamento con WeChat Pay è cresciuto del 13% nell’ultimo anno.

Se non lo sapeste, WeChat è una sorta di WhatsApp cinese, che è rapidamente diventato uno dei sistemi di pagamento più diffusi in Cina e presto potrebbe diventare accessibile anche in Italia, stando al Sole 24 Ore [4].

Servizi in hotel: wi-fi e tecnologia di ultima generazione

Per quanto riguarda in particolare gli hotel, circa il 30% dei viaggiatori apprezzerebbe che il sito ufficiale fosse disponibile in mandarino.

Tra i servizi, quello considerato più importante è il Wi-Fi gratuito (60%), ma questo non basta: molti Cinesi prediligono gli hotel che offrono servizi hi-tech di ultima generazione. Tra le tecnologie che possono influenzare la prenotazione, emergono gli spazi di co-working con tecnologia avanzata (39%), la realtà virtuale che permette di vedere in anteprima le camere (38%) e tecnologie ad attivazione vocale (38%).

Più di un terzo vorrebbe approfittare anche di un servizio clienti robotizzato (32%) e di accesso alla stanza via mobile (31%).

Se ci spostiamo sul piano delle esperienze, quelle enogastronomiche locali sono diventate tra le più apprezzate: il ristorante interno è al secondo posto tra i servizi dell’hotel più apprezzati (56%).

Una volta alle prese con le recensioni online invece, quello a cui i clienti cinesi prestano più attenzione sono il livello del servizio (50%) e l’igiene (44%).

Superato lo scoglio della lingua, visto che ormai quasi tutti parlano inglese, il 34% dice di ritenere importante trovare in albergo uno staff amichevole.

Un dato che mostra chiaramente come oltre all’aspetto tecnologico, per il viaggiatore cinese resti ancora molto importante anche il contatto umano.

 

Esperienze local

Come abbiamo visto in un articolo [5] dello scorso mese dedicato al turismo cinese, anche questi viaggiatori si stanno uniformando alla cultura occidentale, preferiscono viaggiare in modo indipendente invece che in gruppo e una volta nella destinazione d’arrivo, vogliono sperimentarla in tutto e per tutto.

Così enogastronomia, musica e cinema si affiancano ai soliti tour culturali: ecco che si apre per l’hotel una finestra di grandi possibilità per fare upselling e per mostrarsi all’altezza delle aspettative, offrendo ai Cinesi esperienze locali diverse dal solito.

Un’analisi di Rezdy [6] conferma che i Cinesi apprezzano esperienze collegate a settori alternativi come:

Inventarsi esperienze nuove, individuare i punti di interesse sul territorio per questi nuovi viaggiatori e intessere relazioni e partnership con brand e attività locali, potrebbe diventare un fattore distintivo importante per attrarre clientela cinese.