- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Come rendere il sito dell’hotel a prova di millennial

leggi l’articolo completo... [2]I millennial restano tra i potenziali clienti più appetitosi per gli albergatori. Grandi amanti dei viaggi, disposti a spendere ogni anno di più per visitare il mondo, sono anche molto esigenti da accontentare.

Ecco perché c’è bisogno di avere un sito web all’altezza delle loro aspettative. Il vostro com’è?

Come abbiamo visto in un articolo di maggio [3], il 56% dei millennial USA ha intenzione di fare vacanze più lunghe e di arrivare a spendere più di 5.000 dollari per un soggiorno estivo. Decisamente una bella somma.

Ma come assicurarsi di avere un sito che faccia venire voglia ai millennial di prenotare?

 

1 – Curate il profilo Instagram e mettetelo bene in vista

Secondo Expedia Australia [4], la priorità numero uno per i giovani in viaggio è la capacità di una destinazione di essere “instagrammabile”.

Gli utenti di 18-34 anni prima di prenotare guardano la destinazione su Instagram e i due terzi dei partecipanti a un sondaggio hanno dichiarato che la bellezza di un luogo su questo social influenza fortemente la prenotazione.

Se il vostro feed è omogeno, curato, valorizza la destinazione con hashtag ben profilati, sicuramente avrà maggiore impatto su questo tipo di utenti.

 

2 – Puntate sul mobile

I millennial vivono incollati ai loro smartphone. Ogni momento è buono per cercare informazioni, vagheggiare weekend fuori porta, e magari acquistare al miglior prezzo possibile.

Le stime dicono che già nel 2017 il 27% viaggiatori prenotasse una struttura da smartphone (rispetto al 19% degli over 35). Se non trovano un buon sito mobile, i millennial si rivolgono alle applicazioni, molto probabilmente quelle delle grandi OTA, quindi vi conviene avere un sito mobile veloce, con un buon booking engine che funzioni anche su smartphone.

 

3 – Create esperienze wellness uniche

Che il vostro hotel si trovi al mare o in montagna, cercate di creare e mettere in evidenza offerte specifiche e creative legate al wellness, alla meditazione, allo yoga o al pilates.

Il settore wellness [5] è uno di quelli che va più forte tra i millennial, soprattutto le donne, che cercano più volte l’anno una fuga benessere fuori dal comune.

 

4 – Impegnatevi per le comunità locali e l’ambiente

Secondo uno studio di Nielsen del 2017 [6] condotto a livello internazionale, i millennial sono molto influenzati nella decisione di acquistare o sostenere un brand se l’azienda supporta l’economia locale (72%) e le cause ambientali (70%).

A parità di offerta quindi, è molto probabile che un millennial preferisca un hotel che dichiara il proprio impegno sociale o la sua vocazione eco-sostenibile.

Volete un esempio? Guardate l’impegno sociale dichiarato da Ayre Hoteles [7] oppure la Fondazione che ha creato la famiglia Costa dell’Hotel La Perla di Corvara [8], che opera in molte parti dell’Africa.

Nel settore ambientale invece date un’occhiata a quanti hotel hanno bandito le cannucce [9] e la plastica usa e getta per difendere il mare e i suoi abitanti.