- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Facebook Audience Insights: 3 buone idee per usarlo in hotel

leggi l’articolo completo... [2]Facebook Audience Insights è l’ultimo ritrovato per la targettizzazione degli utenti, lanciato da Facebook lo scorso 8 maggio. Un nuovo strumento per aiutare chi si occupa di marketing a saperne di più sui potenziali clienti.

E che c’entra l’hotel? C’entra, c’entra. Perché l’Audience Insights, se utilizzato a dovere, può darvi informazioni utilissime sui clienti che vi interessano. Per migliorare il marketing, le strategie di vendita e l’engagement delle vostre pagine.

Mentre il Power Editor [3] e l’Ad Creation Tool [4] di Facebook servono per impostare le caratteristiche del target a cui volete indirizzare gli annunci pubblicitari, l’Audience Insights [5] vi dà specifiche informazioni sul pubblico a cui vi rivolgete prima di lanciare una campagna, in modo da affinare maggiormente le vostre scelte.

 

USA: un cliente che ci interessa

Come tutte le maggiori novità lanciate da Facebook, l’Audience Insights è stato reso disponibile per adesso solo agli utenti statunitensi.

Per utilizzarlo però basta impostare l’inglese come lingua del proprio profilo, come abbiamo fatto noi.

Visitate poi la pagina https://www.facebook.com/ads/audience_insights [5]e vedrete subito se lo stratagemma ha funzionato.

I dati disponibili sono un’aggregazione di informazioni provenienti da Facebook e da partner esterni – Acxiom, Epsilon e Datalogix. Grandi aziende americane che forniscono informazioni sui comportamenti, i guadagni, il valore delle abitazioni, gli acquisti online e molto altro.

Ovvio che il focus sugli utenti americani può esser visto come un limite. Ma, come sapete, il viaggiatore americano è uno dei target di maggior interesse per tanti hotel italiani, quindi non potete ignorarlo.

È molto probabile che presto sia disponibile anche per gli altri Paesi e arricchito da informazioni più precise anche sugli utenti non US.

 

Non spaventatevi: le potenzialità sono tante

L’impressione che avrete una volta atterrati sulla pagina sarà di essere “sopraffatti” dai dati e dalle statistiche, ma non spaventatevi. Una volta capito come funziona, l’Audience Insights può diventare persino divertente.

  1. Innanzi tutto scegliete se analizzare tutti gli utenti su Facebook o solo quelli della vostra pagina. Un limite per ora presente è che l’analisi non funziona per un numero di fan inferiore a 1000. Inoltre alcuni dati sono disponibili solo se il vostro target è americano
  2. Compilate le sezioni sulla sinistra per determinare il vostro target di interesse (località, età e genere, interessi, ecc). Più opzioni inserite, più specifico sarà il vostro target e più limitata sarà l’audience
  3. Scorrete le sezioni centrali (demographics, page likes, location, activity, household, purchase) per vedere l’analisi del target scelto

Le preferenze e le caratteristiche dell’audience selezionata sono sempre mostrate in relazione a quelle degli utenti Facebook nel Paese scelto.

Di seguito ad esempio potete vedere in blu una “custom audience” che ho predisposto, mentre il grigio rappresenta le preferenze degli utenti Facebook in USA.

Questo significa le donne tra i 45 e i 54 anni sono il 15,9% di tutti gli utenti Facebook USA, ma sono il 61,9% degli utenti FB USA del mio target.

 

Come utilizzare il Facebook Audience Insights per l’hotel

Le variabili e le specificità dello strumento sono davvero tante, ma da dove cominciare per utilizzarlo a livello pratico in hotel?

1- Create e salvate diverse custom audience ben targettizate per i vostri annunci

Prima di tutto utilizzate il Facebook Audience Insights per quello per cui è stato ideato: create e “ottimizzate” i gruppi target a cui rivolgere i vostri annunci Facebook.

Una volta inserite le impostazioni di sinistra, vedete se ci sono modi per rendere il vostro target ancora più aderente alle vostre necessità.

Poniamo il caso che io abbia un hotel di lusso nella campagna del Chianti, con produzione vinicola e ristorante gourmet. Ho predisposto una offerta “deluxe” da promuovere e ho creato una custom audience che ho chiamato “USA amanti del cibo e del vino” (statunitensi oltre i 40 anni, amanti del vino, della buona cucina e dei viaggi). Se vado a vedere in quali città in particolare risiedono i miei utenti target, scopro che una buona percentuale abita in Florida o in Arizona. Potrei dunque decidere di limitare i miei annunci a questi stati US per ottimizzare gli sforzi.

In questa maniera potete realizzare diverse custom audience con piccole varianti e testare quali performano meglio.

 

2 – Approfondite i comportamenti e le preferenze dei clienti

Provate ad impostare l’Audience Insights con le caratteristiche dei vostri ospiti abituali. Potreste scoprire informazioni interessanti che vi serviranno a prendere migliori decisioni sugli investimenti marketing, non solo su Facebook.

3 – Aumentate l’engagement della vostra pagina Facebook

Una volta creata la custom audience di vostro interesse, visualizzate le pagine più seguite dal vostro target nella scheda Page Likes e prendete spunto per la vostra strategia di Social Media Marketing:

Se utilizzo ancora una volta la custom audience “USA amanti del cibo e del vino”, ad esempio, posso analizzare le pagine del settore travel che più interessano a questa audience: guardate cosa postano i brand legati al turismo, in questo caso la Princess Cruises e le Hawaii, e magari inserite qualche massima del Dalai Lama, una pagina che a quanto pare è di un certo interesse per il vostro target!

Come ho detto, questo strumento offre davvero molte possibilità, basta solo imparare ad utilizzarlo. Se volete approfondire l’argomento consultate il blog ufficiale di Facebook [6].

Noi lo stiamo già utilizzando per diversi clienti che seguiamo. E voi?