- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Flickr: come promuovere l’hotel attraverso le foto

leggi l’articolo completo... [2]Sapete che secondo Google, 2 ricerche su 10 avvengono per immagini? Un dato significativo, specialmente se riferito a un settore, quello alberghiero, dove le foto dell’hotel (soprattutto quelle delle camere) e della location, la loro ricchezza e varietà, contano davvero tanto nel processo decisionale dell’utente.

Oggi, per promuovere il proprio hotel attraverso le immagini, è possibile usare Flickr.

Per chi non lo sapesse, Flickr è il più grande sito di condivisione immagini al mondo: nato nel 2004 a Vancouver, nel 2005 Yahoo ne ha intuito le grandi potenzialità e l’ha acquistato per ben 35 milioni di dollari. Su Flickr sono presenti molti tipi di utenti, come appassionati, fotografi professionisti, artisti, imprenditori o aziende che utilizzano la piattaforma per farsi pubblicità e aumentare la visibilità (ad es. Freddy [3], sponsor degli atleti italiani alle Olimpiadi di nuoto) .

Come è possibile vedere dal grafico sottostante, gli utenti di Flickr sono in continua crescita, soprattutto se paragonati a quelli del suo più grande competitor, Photobucket (vedi Immagine 1 in fondo all’articolo).
 
 

3 buoni motivi per promuovere l’albergo su Flickr

Oggi, secondo molti web marketer in tutto il mondo, le caratteristiche esclusive di Flickr, lo rendono particolarmente adatto proprio alla promozione dell’hotel, perché:

  1. È gratuito, semplice e veloce da usare. L’eventuale versione PRO non è indispensabile e costa solo 24,95 euro all’anno
  2. Permette di aumentare la visibilità, avvicinare potenziali clienti e viaggiatori
  3. Aumenta la rintracciabilità sul web, poiché diffonde le foto anche su altri siti e soprattutto, se le foto vengono rese pubbliche, le lascia indicizzare da Google

Le immagini hanno il vantaggio di essere comprese da utenti di tutto il mondo allo stesso modo, e dal momento che Flickr è popolare non solo in Italia ma anche Inghilterra, Olanda, Germania, Francia, Spagna, offre la possibilità di raggiungere davvero un ampio ventaglio di utenti internazionali.

Ecco alcuni pratici consigli per promuovere il vostro hotel su Flickr.
 
 

Step 1: registrate il vostro hotel su Flickr

Registrarsi su Flickr [4]è moto semplice: se avete già un account con Yahoo.com allora il processo sarà molto veloce, altrimenti dovrete farne uno apposito. Ovviamente dovrete scegliere un ID e uno username che identifichino chiaramente la vostra struttura e il vostro brand name (es: Hotel.Excelsior@yahoo.com), soprattutto per motivi di ottimizzazione.

Come “avatar” inserite una bella immagine della struttura o del suo logo, in modo che sia sempre facilmente riconoscibile, accompagnata da una brevissima descrizione che ben rappresenti la vostra Unique Selling Proposition (USP).

Mi raccomando, posizionate sul vostro profilo ben visibile il link diretto al vostro sito ufficiale: oltre a veicolare traffico di qualità, un link diretto fa sempre bene per il SEO, soprattutto da siti autorevoli (es: Hotel Casci [5])
 
 

Step 2: caricate le immagini dell’hotel

Al momento di caricare le foto sul sito ricordate di cambiare il loro URL, in modo che sia esemplificativo di quello che mostra, ma soprattutto per renderle più facilmente rintracciabili dai motori di ricerca. Inserite il nome dell’hotel o le keyword importanti, in modo che l’URL permanente sia sempre di questo tipo: http://flickr.com/photos/HotelExcelsior/.

Potrete caricare immagini:

È importante ricordare che Flickr permette di rendere pubblici anche piccoli video (fino a 90 secondi di riproduzione e 150MB di estensione).
 
 

Step 3: Invitate i clienti a visitare la vostra pagina

Inserite sul vostro sito ufficiale e sulle vostre e-mail un link al profilo Flickr e invitate i clienti a visitare la pagina: le foto possono essere infatti commentate e taggate. In questo modo, anche Flickr diventerà un utile spazio di discussione, confronto e marketing.
 
 

Immagine 1: Tasso di crescita di Flickr e Photobucket a confronto

 
 
Fonte: Hotel Marketing Strategies [6]