- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Hotel su Facebook: come aumentare i clienti con i nuovi “Lead Ads”

leggi l’articolo completo... [2]La pubblicità su Facebook passa al livello successivo: con i nuovi “Lead Ads”, annunci pubblicitari interattivi che permettono di raccogliere in tempo reale i contatti dei potenziali clienti, il social network si è superato.

Ora anche l’albergatore può creare annunci per incentivare i viaggiatori di Facebook a iscriversi alla newsletter dell’hotel, chiedere maggiori informazioni su un’offerta o un preventivo per una vacanza.

Superare la diffidenza con i moduli precompilati

Tutti sappiamo quanto sia difficile superare la diffidenza degli utenti e convincerli a lasciare i loro dati, ma queste nuove inserzioni di Facebook potrebbero aiutarvi ad aggirare il problema.

Vi siete mai chiesti perché nessuno ha mai detto: – Adoro compilare moduli? – Questo è un peccato, perché i moduli sono cose molto utili. Ecco perché stiamo testando i lead ad, una nuova, più semplice modalità per permettere alla gente di compilare moduli dal proprio device mobile.”

Il bello dei Lead Ad (in italiano Inserzioni per Acquisizione Contatti) è che l’utente, una volta cliccato l’annuncio, vedrà comparire un modulo precompilato con le informazioni che ha già inserito sul suo profilo Facebook (email, telefono, ecc.) da inviare all’azienda. Se vuole può cambiare queste informazioni, altrimenti può subito inviare il modulo senza fatica.

Questa soluzione è ottima, sia per l’utente, che non dovrà complicarsi la vita compilando tanto campi (soprattutto su smartphone), sia per l’azienda, che potrà rendere più appetibile la sua offerta al potenziale cliente.

Qui potete vedere il video originale che spiega in dettaglio il funzionamento dei Facebook Lead Ad:

 

Come creare una “Inserzione Acquisizione Contatti” per l’hotel

Non importa se le aziende desiderano invitare le persone a iscriversi a una newsletter, un’offerta, un evento o agli aggiornamenti su un loro prodotto: le inserzioni per acquisizione contatti semplificano il processo di iscrizione, consentendo alle aziende di entrare in contatto con le persone interessate alla loro attività.” spiega il blog di Facebook [3] introducendo la novità.

Con le Inserzioni per l’Acquisizione di Contatti quindi potete invitare gli utenti a:

Se poi legate questo tipo di annunci a una campagna di remarketing (cioè indirizzate gli annunci agli utenti Facebook che hanno già visitato il vostro sito) avrete possibilità ancora maggiori di influenzare un pubblico qualificato vicino alla conversione.

Per creare un’Inserzione per l’acquisizione di contatti basterà accedere al Power Editor e seguire le indicazioni [4] di Facebook, ma in generale il processo è tale e quale a quello degli altri annunci del social network.

Dovrete scegliere l’audience a cui rivolgervi e sezionare nel menù delle inserzioni la nuova tipologia di annunci, facendo attenzione a tenere sotto mano l’URL della normativa sulla privacy dell’hotel, che dovrete rendere visibile nell’inserzione.

A seconda del vostro obiettivo potrete scegliere una “call to action” a scelta tra le seguenti:

Ovviamente potrete anche personalizzare il modulo da compilare in base alle vostre necessità, ma in generale vi consiglio di scegliere un formato semplice e con pochi campi da compilare.

Quello che vale per tutti i moduli di richiesta vale anche su Facebook: troppi campi sono un ostacolo alla compilazione da parte degli utenti.

Una volta scelta una bella immagine e inserito un testo coinvolgente, non vi resta che lanciare l’annuncio e testarlo, magari mettendolo a confronto con altri formati di annunci per capire quale faccia maggiormente al caso vostro per raggiungere l’obiettivo che avete in mente.

Questo è il risultato:

Di volta in volta potrete scaricare i contatti dalla dashboard della campagna in formato CSV e poi integrarli alla vostra mailing list proprietaria in hotel.

Presto il formato sarà disponibile non solo per mobile ma anche per desktop, in formato video e carousel.

Noi li stiamo già testando internamente e voi? Raccontateci i primi feedback.