- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Hotel Web Marketing: come scegliere le parole più efficaci per Google Adwords

[2]Come essere sicuri di scegliere le parole giuste per un annuncio Google Adwords? Quelle che attirano l’attenzione e a fanno cliccare i potenziali clienti? Ad alcuni di voi potrà sembrare una questione di poco peso, invece abbiamo sperimentato tante volte che anche cambiare una sola parola può trasformare il rendimento di un annuncio.

Uno studio condotto da SEMrush conferma quali sono le parole e le frasi che danno migliori risultati su Google Adwords. Soprattutto per l’hotel!

Poche parole, ma buone

In un annuncio Adwords lo spazio a disposizione è talmente poco che scegliere le parole da usare è fondamentale, specie quando ci solo in gioco le prenotazioni e la protezione del brand del vostro hotel.

È fondamentale farlo con cognizione di causa, perché se gli annunci sono fatti davvero bene, aumenterete il CTR (e quindi le visite) senza aumentare il CPC (costo per click).

In tanti anni di esperimenti su Adwords per esempio abbiamo campito che per proteggere il brand dell’hotel è molto importante citare il “miglior prezzo garantito” e il “sito ufficiale”, perché sono aspetti che se possono apparire scontati o banali, rassicurano l’utente e gli fanno capire che se clicca in quel punto, si troverà nel posto giusto.

D’altronde chi si occupa di web copywriting sa benissimo che esistono le cosiddette “trigger words”, ossia parole grilletto che fano scattare nella testa degli utenti qualcosa, condizionando il loro pensiero e il loro comportamento.

Nel libro “Web Copy that Sells” di Maria Veloso, uno ottimo testo di web copywriting a cui facciamo spesso riferimento quando creiamo le campagne o stiliamo il testo per il sito di un hotel, l’autrice consiglia una vera e propria lista di termini che hanno maggiori chance di catturare l’attenzione e coinvolgere il lettore. Termini come “buy” (acquista), “effective” (efficace), “new” (nuovo) e “find out” (scopri).

Per capire meglio il collegamento tra parole scelte e clic degli utenti SEMrush ha condiviso su Tagliablog [3] una ricerca condotta sulla base di 2.728.107 annunci AdWords su 1.263 domini italiani con un budget mensile di 1.000 dollari Uno studio che mostra le parole e le frasi che “vanno per la maggiore e che danno i migliori risultati”.

 

1 – Come scegliere le parole del titolo dell’annuncio Google Adwords

Sapete qual è la prima parola più popolare nel titolo di un annuncio Adwords? Sì, proprio “hotel”. Segno che la gente clicca molto volentieri sugli annunci Google Adwords degli hotel.

L’ideale è testare dei titoli con parole come: hotel; online; offerte; prezzi/prezzo; miglior; garantito.

Non mi stupiscono affatto questi dati, perché come abbiamo detto prima, utilizzare come titolo o prima riga “Miglior Prezzo Garantito” – sia in italiano che in inglese – ha sempre fatto impennare i CTR degli annunci Adwords degli hotel nostri clienti.

Anche indicare un prezzo di partenza in certi casi può essere una buona idea, perché dà fin da subito un’indicazione preziosa ai viaggiatori e servirà per attirare o al contrario allontanare quelli con una certa capacità di spesa.

 

2 – Come scegliere le parole della descrizione dell’annuncio Google Adwords

La descrizione serve soprattutto per spiegare i contenuti di un’offerta o per descrivere la struttura, a seconda delle keyword su cui volete puntare. In questo caso, utilizzate delle chiare call-to-action, ossia degli inviti all’azione, come “trova”, “scopri” o “prenota”. E non dimenticare l’utilizzo di parole-trigger come “gratis” e di elementi che creano urgenza nel lettore, come “ora”.

 

3 – Fattevi ispirare dai concorrenti

Oltre a scegliere con cura le parole per l’annuncio Adwords del vostro hotel, vi farà bene anche analizzare gli annunci dei vostri competitor per le parole su cui volete puntare. Se qualcuno si posiziona per primo con il proprio annuncio significa anche che la pertinenza e il valore dell’annuncio sono alti agli occhi di Google. Uno su tutti Booking.com: come vedete, Booking mette in campo parole che a un primo sguardo possono sembrare banali, ma che di fatto sono quelle che funzionano di più:

Questo è uno degli annunci che abbiamo creato per la campagna di brand protection del nostro cliente Hotel Orto de’ Medici di Firenze [4].

 

4 – Testate sempre

Questi consigli ovviamente non devono essere presi come oro colato. Utilizzare queste parole non garantisce la buona riuscita della campagna, sia perché una campagna Adwords dipende anche da molti altri fattori, sia perché per esperienza non sempre quello che funziona per una struttura funziona anche per le altre.

Ricordate anche di usare le parole in modo coerente: mai promettere qualcosa di gratis, se poi gratis non è; mai indicare un prezzo diverso da quello sul vostro booking engine. Altrimenti i clic ottenuti con tanta fatica non si trasformeranno in conversioni e sprecherete inutilmente budget prezioso.

Ma come vi abbiamo detto, non perdete mai la buona abitudine di testare più annunci possibile. Ogni mese, ogni volta che cambiate offerte e che create nuovi gruppi di annunci, sperimentate una nuova comunicazione. Trovate parole nuove, provate a emozionare o a stupire. Potreste scoprire la vostra personale formula per raggiungere il successo!

 

A breve, come vi abbiamo anticipato qualche settimana fa, l’interfaccia di Google Adwords cambierà [5] e cambierà anche il modo di fare gli annunci: ci saranno 2 titoli e una descrizione unica più lunga. Ma niente paura. Vi aggiorneremo sugli sviluppi.