- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Hotel Web Marketing Estremo: come diventare famosi regalando camere a 1 euro!

leggi l’articolo completo... [2]Sareste disposti a mettere in palio ogni mese 100 camere del vostro hotel a 1 euro ciascuna?

Scommetto che molti di voi preferirebbero tagliarsi il dito di una mano prima di farlo. Ma c’è chi, invece, per diventare famoso farebbe questo ed altro. Chiedetelo al Qbic Hotel, che tutti conoscono per il suo concorso The Qbic Hotel London £1 Room Sale, una portentosa campagna di web marketing estremo per generare visibilità e nuovi clienti.

Grazie a questo concorso, il Qbic Hotel si è aggiudicato il 2014 eMarketer of the Year Award, prestigioso premio degli Adrian Awards [3] assegnati dalla HSMAI.

 

Un concorso da 10.000 partecipanti al mese

Il concept del concorso è estremamente semplice: mettere in palio 100 camere a 1 dollaro al mese attraverso un sorteggio casuale.

Il Qbic è un nuovo pod-hotel di Londra dallo stile molto giovane e dalle tariffe medie (si parte da 79 sterline per la camera standard, ma a seconda del periodo si possono arrivare a spendere oltre 200 sterline).

Per farsi conoscere c’era bisogno di un’idea folle, proprio come questo concorso.

Il sistema era estremamente semplice: l’utente doveva iscriversi con la propria mail e ogni mese riceveva una newsletter che annunciava con 24 ore d’anticipo l’apertura del concorso. All’ora designata bastava cliccare sul link inviato per mail per scoprire se si era vinto o meno. Il sistema assegnava casualmente le camere a 1 sterlina (sul sito [4] trovate tutti i dettagli).

I vincitori potevano poi prenotare direttamente dal booking dell’hotel, presentarsi con il voucher della vittoria e per soggiornare non dovevano far altro che inserire una sterlina in un contenitore a scelta al front desk destinato alla raccolta fondi per due associazioni benefiche locali.

Per massimizzare l’efficacia del concorso, l’hotel ha messo in campo azioni di marketing a pagamento e non su tutti i canali online:

Ecco il video ufficiale:

La campagna è stata un successo: ha generato 10.000 contatti mensili e un aumento delle revenue dirette dell’87%.

 

Un’idea perfetta per farsi conoscere dai clienti target

Per farsi notare bisogna osare. L’importante è osare con consapevolezza e con cognizione di causa.

In questo caso, se la campagna può sembrare destabilizzante a qualsiasi albergatore, c’è da considerare che è stata congegnata in modo molto astuto, sia per generare brand awareness, che per costruire un bacino di contatti di alta qualità da fidelizzare.

Il target in questione sono coloro che amano viaggiare ma che sono a caccia di hotel economici o a prezzi accessibili, non certo a strutture di lusso. L’idea di regalare camere in cambio di 1 sterlina da destinare in beneficenza è un ottimo modo per attirare l’attenzione dei cosiddetti “bargain hunters”.

I potenziali clienti del Qbic Hotel sono viaggiatori giovani, per questo la promozione si è concentrata soprattutto sui canali social e su YouTube, apprezzato soprattutto dai millennial.

Per quanto l’idea sia originale, il sistema è talmente semplice che persino un bambino riuscirebbe a partecipare. Ricordate sempre che nei concorsi online il numero di campi da compilare per partecipare è inversamente proporzionale al numero di partecipanti guadagnati. In questo caso bastava solo lasciare una mail e cliccare.

Chiedere semplicemente la mail per partecipare è un’idea perfetta per costruire una mailing di potenziali clienti effettivamente interessati all’hotel. Non si tratta di una mailing altamente profilata ma, una volta avuto l’indirizzo, niente vieta che dopo i primi contatti si chieda agli iscritti di compilare ulteriori campi per raccogliere più informazioni e creare cluster di contatti più targettizzati.

Ovviamente nessuno si aspetta che domani voi vendiate camere a 1 euro per ottenere visibilità, ma il caso del Qbic hotel deve spingervi ad andare oltre quello che sembra possibile. Per farvi sentire nel rumore del web, non bastano semplici sconti o pacchetti carini, bisogna fare offerte che non si possono rifiutare [5]!