- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Instagram: come scegliere i migliori hashtag per l’hotel

leggi l’articolo completo... [2]Instagram giorno dopo giorno, aggiornamento dopo aggiornamento, evolve in uno strumento sempre più performante: gestito nel modo giusto, può diventare uno dei perni intorno al quale sviluppare la brand awareness del vostro hotel e nel tempo ottenere più prenotazioni.

Sicuramente conoscete già il social fratello minore di Facebook, ma lo state sfruttando in pieno all’interno di un’integrata strategia di visibilità? Su una piattaforma progettata sulla condivisione dell’hic et nunc è fondamentale cogliere l’attimo e postarlo nel momento in cui avviene, con immagini e video emozionali e coinvolgenti. Ma non dovete mai sottovalutare un altro aspetto: la scelta degli hashtag.

Spesso ci imbattiamo in profili business completamente privi di questo codice o, al contrario, fin troppo popolati, ma con riferimenti non coerenti con il brand. In questo modo si rischia di allontanarsi anche moltissimo dal target che invece vorremmo intercettare.

Che siate esperti di Instagram e non sbagliate un post o che corrediate le foto dell’hotel a seconda dell’umore, proviamo a darvi qualche dritta sugli hashtag adatti al vostro profilo business.

 

Concentratevi sulla ricerca

Ci sono infiniti hashtag che potreste utilizzare per raggiungere più persone, ma innumerevoli potenzialità possono tradursi in autentiche limitazioni. Per sfruttare davvero gli hashtag che rispondono alle peculiarità del brand, è necessario armarsi di un po’ di pazienza e intraprendere una certosina ricerca.

Vi porterà via del tempo, è vero, ma più impegno ci metterete, maggiori possibilità avrete di raggiungere obiettivi di business: dall’aumento dei follower, alla crescita dell’engagement fino alla prenotazione diretta. Ciò che conta davvero.

Instagram permette di inserire fino a 30 hashtag per post ma, al di là del numero, la qualità degli hashtag può essere il fattore premiante per la presenza e reputazione del vostro hotel sul social network.

Effettuando la ricerca di un qualsiasi hashtag, scoprirete quanti post vi sono associati:

Proprio da questa metrica – la popolarità – deve prendere avvio la vostra strategia, combinandosi ad altri fattori che ora vedremo.

 

La ricetta perfetta

Secondo uno studio di Social Media Examiner [3], una strategia di successo per l’utilizzo degli hashtag dipende dall’unione di elementi appartenenti a quattro categorie. Una volta trovata la combinazione giusta per il vostro hotel, potrete massimizzare l’efficacia del post e raggiungere i vostri ospiti ideali.

Le quattro categorie da cui attingere per ogni post:

1) Hashtag estremamente popolari: sono associati a un numero di post che va da 100.000 a 500.000. Scegliete hashtag con un numero di post associati che non superi 500.000 perché potrebbero nascondere attività da parte di bot. Tra gli hashtag estremamente popolari, meglio sceglierne non più di 5-7.

2) Hashtag moderatamente popolari: hanno tra i 10.000 e i 100.00 post associati. Sceglietene da 5 a 7.

3) Hashtag specifici di una nicchia: sono associati a meno di 10.000 post e si caratterizzano per lo strettissimo legame al vostro core business e a ciò che il vostro target ricerca. Sceglietene da 3 a 5 per ogni post.

4) Brand hashtag: questi sono hashtag utilizzati esclusivamente per il vostro hotel, possono essere specifici del brand o relativi a specifiche campagne di marketing in corso. Utilizzatene 1-3.

Una simile formula deriva dal modo in cui l’algoritmo di Instagram processa gli hashtag utilizzati. Ogni post – con i relativi hashtag – viene valutato in base alle sue performance, in termini di engagement generato sia da coloro che già sono tuoi follower sia dai non-follower.

 

Hashtag e performance

Quando utilizzate hashtag molto popolari, il post del vostro hotel appare in tantissime ricerche per secondo al minuto. Ciò produce un’immediata accelerazione nell’attività del post. Quando includete hashtag moderatamente popolari, invece, il contenuto rimane presente e attivo nelle ricerche più a lungo, per ore, indicando a Instagram che il post ha una notevole durata di vita. E l’algoritmo apprezza un simile fattore.

Come ultimo elemento, consideriamo gli hashtag specifici di una nicchia: sono opportunità per il vostro hotel di distinguersi ed emergere. I vostri follower infatti, interagendo con il post e grazie alla presenza di altri hashtag che mantengono alta l’attività, offrono buone possibilità di apparire con il post al top nelle ricerche per l’hashtag specifico di nicchia scelto.

In tal modo, il post potrà apparire in cima alla pagina di ricerca hashtag per un argomento davvero specifico. Le persone interessate a tale tema vedranno il vostro contenuto nelle prime posizioni, raggiungendo il post e il profilo Instagram dell’hotel.

Una volta sul profilo, se gli utenti troveranno altri contenuti di loro interesse, probabilmente decideranno di diventare vostri follower. Accrescendo la follower base, aumenterà l’engagement e le possibilità di convertire gli utenti in ospiti-clienti.

 

Gli hashtag adatti al vostro hotel

Dopo aver compreso la strategia, siete pronto a passare all’azione sul vostro profilo Instagram. Ma come trovare gli hashtag più adatti all’hotel?

Ognuno di quelli che userete per i post dovranno far riferimento al contenuto, al vostro settore di mercato o al brand. Stilate una lista che soddisfi le varie categorie appena citate. Gli hashtag di contenuto possono variare a seconda degli oggetti ritratti e dei luoghi presenti nel post, mentre gli hashtag di nicchia e quelli brand dovrebbero restare più o meno validi in ogni momento. Gli hashtag di settore saranno focalizzati sul vostro mercato in modo più ampio (es. #hotel5stelle), quelli di nicchia si concentreranno sull’unicità dell’esperienza offerta proprio dal tuo hotel (#tuscanyspahotel).

Non dimenticate mai gli hashtag legati alla destinazione, perché di solito sono i primi cercati dagli utenti.

Un’ottima idea per ispirarsi è utilizzare gli hashtag suggeriti una volta digitato il vostro nella pagina dei risultati di ricerca Instagram.

Oppure potete dare un’occhiata ai vostri competitor diretti e prendere spunto per hashtag performanti, che funzionino per loro. O al contrario, capire quali possono funzionare per voi, proprio differenziandovi da quelli dei concorrenti.