- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Live from BTO ’09: “How search engines are evolving to cater the demand of increasingly sophisticated users?” – Google, Yahoo!, Bing

leggi l’articolo completo... [2]Ore 15.00 – BTO secondo giorno

I grandi motori di ricerca si incontrano per parlare di sviluppo in fatto di algoritmi: Google, Bing e Yahoo affrontano il tema delle esigenze e delle nuove ricerche online.

Google dichiara che attualmente: ”Si effettuano ricerche più specifiche sul turismo. Oggi, rispetto a un anno e mezzo fa, otre 2/3 degli Italiani cercano sempre più di tre parole”. E’ il principio della long tail, e dunque il motore di ricerca deve diventare sempre più preciso nell’andare incontro alle esigenze più complesse e specifiche.

Gli utenti – dichiara il rappresentante di Yahoo – vogliono che la search sia ricca di informazioni e semplice da usare: la tecnologia deve essere facile e immediata da fruire. Search Pad, ad esempio, serve per riunire più velocemente e memorizzare le pagine e i risultati di ricerca categorizzandoli in modo personale”.

Anche Bing sta cercando di coprire ricerche specifiche, sia relativamente ai voli che agli hotel, due tra i termini più ricercati online nel mondo del turismo statunitense.

Cosa ci possiamo aspettare dalle search di domani?

Google si sposta verso la massima personalizzazione: “Il motore di ricerca deve riuscire a interpretare con il massimo della precisione e della velocità le richieste effettuate, in modo da personalizzare i risultati in base, ad esempio, alla location dell’utente. Anche Social Search permette di fare ricerche filtrate all’interno del proprio circolo di amici”.

Il web semantico e la ricerca su dispositivo mobile saranno il futuro della e-search” sostiene Yahoo.

I motori aiuteranno davvero a semplificarci la vita oppure la grande quantità di materiale online risulterà solo in parte elaborabile dai motori? La risposta è continuare a lavorare sulla semplicità.

I suggerimenti per gli albergatori? Google sostiene che “Prima di tutto c’è da capire quali sono gli obiettivi del sito (vendita diretta delle camere o vendita intermediata attraverso OTA), solo dopo si potrà capire come lavorare sul posizionamento, in base a quali parole chiave (vedi Google Insight search) e se sarà il caso affidarsi a campagne PPC. Infine bisogna elaborare una landing page che corrisponda alle ricerche degli utenti e che li guidi attraverso percorsi semplici e chiari”.