- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Perché il chatbot di TripAdvisor è il miglior assistente virtuale di viaggio che abbiamo visto fino ad oggi

leggi l’articolo completo... [2]“Eccone un altro”, ho pensato quando ho letto la notizia che TripAdvisor ha lanciato l’ennesimo chatbot per Facebook Messenger: l’assistente virtuale di viaggio per gli utenti in cerca di consigli.

Per adesso sono rimasta piuttosto delusa dai tanti limiti dei chatbot di altri operatori turistici, ma devo ammettere che tra tutti, quello di TripAdvisor mi ha stupita per precisione e semplicità.

A differenza degli altri chatbot che ho testato in questi mesi, questo è stato l’unico capace di guidarmi in modo molto intuitivo lungo il percorso di ricerca hotel, voli, attrazioni e cose da fare. Inoltre introduce alcune interessanti capacità che non ho visto altrove e che arricchiscono tanto l’esperienza di ricerca.

 

Il chatbot che suggerisce

Il chatbot di TripAdvisor è l’unico che suggerisce in ogni fase della ricerca che cosa puoi chiedere: fin da subito offre una serie di filtri – dai più generici (come hotel, voli, cose da fare, dove mangiare) ai più particolari (gelato, hamburger, sushi, bar gay-friendly). Tutti ben visibili su una barra in fondo alla chat:

Dopo che hai selezionato la cosa che stai cercando, il chatbot ti chiede “dove”: nelle tue vicinanze o in un posto particolare? Se scegli la seconda opzione, ti dà la possibilità di selezionare un hotel o una destinazione sulla mappa pur restando all’interno della chat. Io ho fatto un test con un hotel dove andrò in vacanza ad aprile.

 

Opzione salvataggio

Tutto quello che il sistema suggerisce può essere comodamente salvato cliccando sul cuore che compare su ogni immagine. Al termine della ricerca puoi richiamare tutti i consigli salvati cliccando su un tasto sempre disponibile nella parte bassa della piattaforma.

Se vuoi saperne di più sull’attrazione o la struttura suggerita, puoi entrare nella relativa scheda, ma la cosa positiva è che la chat resta sempre attiva e ben visibile. Un sistema molto comodo per non dover ogni volta interrompere la ricerca o passare da un’applicazione a un’altra.

 

La funzione “aggiungi amici”

A differenza degli altri, qui puoi aggiungere alla chat gli altri amici che hanno Facebook Messenger, per chiedere il loro parere in merito alle soluzioni trovate. Basta cliccare su “Invite friends” e se i tuoi amici accettano l’invito potranno unirsi alla chat.

 

La ricerca dell’hotel: semplice ma non molto raffinata

Se cerchi un hotel, nei paraggi o in un’altra destinazione, il chatbot ti chiede subito la data di check-in e il numero di notti.

A questo punto compaiono una serie di filtri per raffinare ulteriormente la ricerca: stelle, tariffe, con colazione e Wi-Fi.

Devo dire che questo è l’unico punto in cui sono rimasta un po’ delusa: vista la vasta scelta di filtri che il chatbot offre per ristoranti e altre attrazioni, mi sarei aspettata di avere la possibilità di scegliere diverse tipologie di hotel (come family-friendly, pet-friendly, luxury, budget). Per fare una ricerca più approfondita, è necessario cliccare sull’intera lista degli hotel e entrare nell’applicazione di TripAdvisor.

Utilizzando questa funzione appare chiaro quanto sia ancora più importante per l’hotel curare la propria reputazione online: se volete comparire tra i suggerimenti infatti, tenete presente che TripAdvisor mostra i risultati sempre base alla posizione generale in classifica, dal numero #1 in poi.

 

Certo il chatbot per ora funziona solo in inglese e questo certo può essere un limite, ma per ora è in versione beta, quindi non escludo che più in là TripAdvisor decida di renderlo disponibile anche nelle altre lingue.

Se volete fare un test per capire come funziona, aprite Facebook Messenger e cercate Tripadvisorbot: si aprirà in automatico la chat con l’assistente virtuale di TripAdvisor.