- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Siete pronti a reagire alla depressione economica? #2 Il prezzo batte il Brand in periodi di difficoltà finanziaria

Negli ultimi 12 mesi, il 23,6% dei viaggiatori leisure statunitensi sostengono di essersi presi una “staycation”, una vacanza passata a casa, in risposta all’aumento del costo della benzina. Quasi 3 viaggiatori su 10 prevedono di dover ripetere l’esperienza nei prossimi 12 mesi, secondo un sondaggio condotto da Destination Analysts.

“Con più della metà dei viaggiatori che ricercano attivamente offerte e sconti di viaggio e un altro terzo che prevede di visitare destinazioni meno costose rispetto a quelle tradizionali, i prezzi delle vacanze ritornano ad essere al centro della mente dei consumatori”, ha commentato Erin Francis, managing partner di Destination Analysts.

Il Web canale principale per le ricerche di viaggio

Secondo una recente ricerca di Prospectiv, il 72.2% degli utenti di Internet negli Stati Uniti hanno nominato il Web come la fonte primaria per le ricerche di viaggio. Le offerte e gli sconti di viaggio vengono ricercati principalmente on-line.

Il prezzo ritorna ad essere più importante del Brand

Il dato più importante arriva da una ricerca incrociata condotta nel Regno Unito da Loudhouse e RightNow. Il prezzo è più importante del brand in periodi di depressione economica come quello attuale.

Quasi 8 utenti di Internet su 10 hanno affermato che i prezzi spingono le loro decisioni di acquisto durante i momenti di incertezza economica. Più di 7 utenti su 10 affermano inoltre che la semplicità dell’esperienza online è il secondo fattore che incide di più sulla decisione di dove acquistare un prodotto. Il Brand, l’unicità del prodotto e la reputazione sono stati valutati come meno influenti.

Depressione economica ed agenzie di viaggio online

Ricordiamo che la nascita ed il successo delle agenzie di viaggio on-line è strettamente legato a ciò che Peter Yesawich ha definito ironicamente “la tripla notte delle streghe” (gli effetti combinati dell’11 settembre, di un’economia debole e dei nuovi modelli di comportamento dei consumatori).

In una situazione come quella attuale , le agenzie di viaggio on-line, percepite dai consumatori come sinonimo di “tariffa scontata”, sono sempre più spesso il primo passaggio nella pianificazione della vacanza. Sta a voi far progettare un sito web ufficiale che possa essere l’ultimo passaggio per la prenotazione dell’hotel.

I viaggiatori richiedono tariffe più basse, senza tagli ai servizi

“I Brand che vendono direttamente ai consumatori sono avvertiti; con l’aumentare della stretta dei crediti e la diminuzione della spesa, offrire qualche piccola offerta ai consumatori è soltanto la metà della sopravvivenza di un Brand”, sostiene Joe Brown, direttore generale di RightNow. “I consumatori comunque non tollerano che i tagli sulle spese degli hotel vengano fatti sul servizio al cliente”

Fonti:
 Hotel marketing [2]