Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
domenica 25 settembre 2016

Anche l’Austria propone una legge per abolire l’obbligo di rate parity nei contratti tra OTA e hotel

Le clausole di rate parity non hanno vita facile di questi tempi: anche in Austria il governo si sta battendo per toglierla di mezzo dai contratti tra portali turistici e alberghi.

Se anche l’Austria – magari insieme all’Italia – riuscisse nel suo intento, gli hotel di mezza Europa sarebbero fuori dalla morsa della rate parity e forse potrebbero concordare con i portali soluzioni più vantaggiose.

leggi l’articolo completo…

Esclusiva: ecco come fanno gli hotel a perdere prenotazioni dirette senza saperlo

leggi l’articolo completo...Come abbiamo spiegato più volte mantenere la rate partity tra il sito ufficiale dell’hotel e i portali non è così semplice come sembra. Questo perché talvolta gli albergatori compiono degli errori di gestione del pricing, altre volte per cause che esulano dal loro controllo su cui non possono intervenire.

Per capire meglio queste dinamiche abbiamo intervistato un professionista del settore che da sempre applica una politica rigorosa di price parity negli hotel di cui si occupa.

leggi l’articolo completo…

In Francia la Legge Macron è stata approvata e la Rate Parity è definitivamente abolita

leggi l’articolo completo...Il 10 luglio scorso in Francia è stata definitivamente approvata la Legge Macron, all’interno della quale si trovava la proposta di abbattere l’obbligo della rate parity con gli intermediari online e offline.

Gli hotel francesi sono così liberi per legge di fare dei loro prezzi quello che vogliono, compreso offrire tariffe più basse sul loro sito ufficiale rispetto alle OTA.

leggi l’articolo completo…