- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Target 2.0 – i vostri Ospiti vivono nella rete

img_futuro1.jpgUn interessante intervento di John Scott sul Blog della v7n, un’agenzia di SEO americana, riprende il tema dell’influenza del web 2.0 nella vendita attuale e futura di qualsiasi prodotto o servizio su Internet. La rete sta diventando una vera e propria location fisica: molte persone spendono più tempo esplorando, divertendosi, incontrandosi e comprando sulla rete che in location geografiche reali.

Prendiamo il caso di un normale viaggio Leisure come il mio a Barcellona la settimana scorsa:

Se avessi un portatile od un palmare collegati ad Internet Wi-Fi, non voglio neanche immaginare quanti altri "on-line" ci sarebbero stati…

La necessità di far diventare il proprio hotel marketing community-oriented

Tante persone cominciano ad identificarsi più con la propria location e rete di relazione on-line che con quella off-line; quando Internet diventa una comunità più che un mercato, chi vende in modo community-oriented ha degli evidenti vantaggi competitivi sulla concorrenza.

Nessuno pretende che questi concetti siano facili da capire, tanto meno che un albergatore li veda come qualcosa di concreto da poter mettere in pratica con semplicità. La domanda che ci sentiamo fare più spesso da altre agenzie di web marketing è: “sì, è tutto vero, ma come glielo facciamo capire?”.

Queste tendenze sono la realtà attuale di Internet e si svilupperanno sempre di più nei prossimi anni: inserirsi nei circuiti di relazione farà la differenza fra successo e insuccesso. Bisognerà utilizzare la forza di queste comunità per portare traffico, creare un Brand, vendere le camere. Per farlo capire, probabilmente è già importante cominciare a dirlo.
 
 

Quali elementi influenzano le decisioni di viaggio nel web 2.0?

Ritorniamo a Barcellona: quali elementi hanno influenzato le mie decisioni di acquisto?

 
 

Da utente isolato e spaventato a viaggiatore protetto e consapevole

Anche grazie agli elementi di intrattenimento multimediale favoriti dalla Banda Larga, sempre più persone passano sempre più tempo in rete e diventano esperti di questa “location” e parte integrante di una tacita comunità: comunità che li aiuta a diventare consumatori esperti e bene informati.

Fino a poco tempo fa, Internet era il medium ideale per la buona pubblicità di un cattivo prodotto, perché, in un mercato immaturo, si convinceva l’utente più per le qualità del sito che per le qualità del prodotto o servizio che il sito proponeva.

Ora il valore è ritornato off-line: Internet è diventato un potentissimo canale di comunicazione e vendita, ma i buoni hotel sono di nuovo fatti di mattoni…

Fonte:
 v7n Blog [2]