- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Tecniche di sopravvivenza per hotel in bassa stagione

Tecniche di sopravvivenza per hotel in bassa stagione [2]Le fluttuazioni di mercato sono una realtà con cui ogni business deve fare i conti: un flusso costante di entrate – e di clienti – è praticamente impossibile.

Tradotto nel settore dell’hospitality, si parla di bassa stagione, contrapposta al buon andamento degli affari in alta stagione. O almeno così dovrebbe essere.

Sicuramente, questo lasso di tempo dipende dalla stagionalità della struttura e da alcune sue caratteristiche: posizione, target, unique selling proposition, servizi collaterali al core business e altre ancora.

Cambiano dunque le date tanto temute sul calendario da un albergatore a un altro, ma ciò che resta invariata è la sostanza. Il problema è sempre lo stesso: come sopravvivere al calo di prenotazioni? Dai un’occhiata ai nostri consigli per affrontare la bassa stagione: alcune strategie probabilmente le metti già in atto nel tuo hotel, altre possono essere spunti vincenti per superare i tempi duri a testa alta.

 

Fai pacchetti speciali, mai banali

 

Nei periodi di cali della domanda, non cedere alla tentazione di abbassare incondizionatamente le tariffe del tuo hotel. L’accoglienza che offri ai tuoi ospiti deve essere percepita come un’esperienza di valore durante tutto l’anno.

Certo, in bassa stagione si devono fare dei compromessi, attuando strategie di revenue accurate. Tra queste, una delle più utilizzate – scommetto che la conosci bene – è la promozione di pacchetti speciali in determinate occasioni e inquadrabili in tipologie definite. Sebbene le offerte di spa di coppia e romantiche fughe per due (con massaggi, cena a lume di candela, aperitivo privato) siano degli evergreen sempre apprezzati puoi fare di meglio.

Prova a creare pacchetti originali, che ti facciano percepire come un hotel diverso dai competitor sul territorio e siano un forte richiamo per i clienti. Se nella tua città sono in programma concerti, fiere o grandi maratone, il viaggiatore interessato a parteciparvi, troverà nel tuo pacchetto un’ottima occasione di soggiorno, prenotando direttamente. Inoltre, potrà accostare il ricordo di quella mostra, che gli è piaciuta tanto, all’esperienza vissuta nel tuo hotel, replicando successivamente la sua scelta.

 

Connettiti con la community locale

 

Un’altra strategia che sicuramente conoscerai è la digital pr: non sottovalutarla, può essere un valido sostegno nei periodi di calo di prenotazioni. Allaccia una stretta rete di contatti con il territorio, invitando i membri della community nel tuo hotel.

Il fatto che associazioni professionali, attività e gruppi locali scelgano la tua struttura come location per eventi annuali o seminari, gioca sicuramente a tuo favore, portandoti visibilità e – soprattutto – prenotazioni. Inoltre, un partecipante al meeting aziendale che ha apprezzato la tua struttura, potrebbe soggiornare nuovamente da te per un viaggio di piacere e/o consigliarti ad amici e conoscenti.

Sempre in questa direzione, potresti ospitare eventi privati organizzati proprio dal tuo hotel, quindi riconducibili solo a te, di interesse per il pubblico locale. In particolare, potresti inaugurare un ciclo di incontri, con una cadenza definita, legati all’arte o alla lettura. Il tuo potrebbe diventare un appuntamento molto atteso dagli appassionati di quel fotografo o dai lettori di quello scrittore di nicchia oppure la sede di una mostra organizzata da un artista locale.

 

Promuovi la tua destinazione

 

Oltre che come bacino di clienti, è importante, soprattutto in bassa stagione, valorizzare il territorio dove ti trovi come interessante destinazione travel.

Come puoi fare? Promuovendo le attrazioni particolari e le attività che il tuo cliente può provare qui.

 

Collabora con agenti immobiliari

 

Probabilmente non ci hai mai pensato, in effetti non è semplice coglierne il beneficio sulle tue prenotazioni dirette, ma una collaborazione con il settore immobiliare può essere una buona strategia nei periodi di calo della domanda. Sviluppa dei rapporti con agenti e agenzie immobiliari locali: diventerai l’hotel di riferimento, quello che indicheranno ai loro clienti alla ricerca della proprietà dei sogni da acquistare.

Soprattutto se l’acquirente vive in un’altra città, sarà fondamentale per lui trovare una buona sistemazione che gli permetta di dedicare tutto il tempo necessario a concludere l’affare. E il tuo hotel potrà essere la prima scelta, sotto consiglio del suo agente immobiliare di fiducia.

 

Sfrutta il potere di newsletter e video

 

L’email marketing è uno strumento sempre efficace per creare o mantenere l’engagement dei tuoi clienti. Nei periodi di bassa stagione, può esserlo ancora di più. Rafforza le relazioni con i tuoi ospiti regolari e incrementa il tasso di prenotazioni con una newsletter mensile.

In questo modo, coltivi un canale privilegiato di comunicazione con i tuoi clienti più fedeli, che saranno sempre più propensi a sceglierti. Abbi cura di includere nella tua comunicazione contenuti di valore legati all’hotel, tutte le novità in progress per l’apertura di stagione, incentivi alla sottoscrizione alla mailing list. La tua newsletter è perfetta per descrivere nei dettagli il programma fedeltà del tuo hotel, promuovendolo con i piccoli e grandi benefit che offri.

Potresti anche combinare email marketing e video marketing, includendo un breve filmato nella tua newsletter.

Da alcune recenti ricerche nel settore, il 2018 conferma la tendenza avviata negli ultimi mesi del 2017: il video è uno strumento di marketing di assoluto successo.

Testa tu stesso la sua efficacia, realizzando un video all’interno del tuo hotel o nella location dove si trova la tua struttura. A patto che sia ben realizzato – ti consigliamo di affidarti a professionisti – il tuo video sarà un’ottima fonte di ispirazione per i viaggiatori in cerca della prossima destinazione. E tu sarai lì, pronto ad accoglierli.