- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Trend Turismo: più lunga la pianificazione, più breve la finestra di prenotazione

leggi l’articolo completo... [2]Negli ultimi anni il processo di pianificazione del viaggio si è trasformato, e per noi che facciamo web marketing turistico per hotel è diventato sempre più complesso attirare l’attenzione dei viaggiatori.

Due sono i cambiamenti di maggior rilievo registrati a livello internazionale: da un lato il percorso d’acquisto si è allungato; dall’altro la finestra di prenotazione si sta accorciando.

Per capire meglio il fenomeno è stato interessante consultare il Sojern’s 2015 Hotel Insights Report “The State of Hotel Search and Bookings”, pubblicato solo qualche giorno fa online: una finestra sul comportamento adottato dagli Statunitensi e dagli Europei quando prenotano voli e hotel, a cui si aggiungono alcuni dati aggiornati sui trend di viaggio globali.

Cercare un hotel è più complesso che prenotare un volo

Sia per gli Americani che per gli Europei, prenotare una camera sembra essere più complicato che scegliere un volo. Secondo il report gli Americani impiegano il 25% del tempo in più per scegliere un albergo rispetto a un volo e il 15% del tempo in più per scegliere un hotel rispetto a un viaggiatore europeo.

Per quanto riguarda l’aereo, in USA solo il 9% cerca il volo con 3 giorni di anticipo, mentre oltre il 50% fa una ricerca che va dai 60 ai 30 giorni prima. Il 28% delle prenotazioni del volo però avviene molto più sotto data, con 7 giorni di anticipo o meno.


(passa il mouse sopra l’immagine per ingrandire)

Per gli hotel la finestra di prenotazione si riduce ulteriormente: gli Americani intenzionati a venire in Europa, ad esempio, nel 40% dei casi impiegano 60 giorni o più per decidersi, ma nel 20% prenotano solo con una settimana di anticipo.

Ovviamente gli Europei che si spostano in Europa prenotano molto più sotto data: anche quando si tratta di viaggi medio lunghi nel 34% del casi acquistano con meno di 3 giorni di anticipo.

Trend di viaggio internazionali

La ricerca è completata con un’analisi relativa alla popolarità delle destinazioni e ai trend di ricerca per la stagione sciistica 2015-2016.

Nonostante tutto, l’Italia resta sempre una tra le mete più gettonate a livello internazionale: da questo report risulta settima, molto più indietro rispetto a Francia e Germania ma di un punto superiore all’Inghilterra.

Peccato invece che tra le destinazioni per la stagione sciistica 2015-2016 non abbiano brillato le destinazioni italiane, che sembrano aver perso punti rispetto alle città alpine dell’Austria, della Svizzera e della Francia.

Tutti i dati sono consultabili su tabelle interattive che potrete scaricare da Skift [3].