- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

TripAdvisor lancia gli Sponsored Placements

TripAdvisor lancia gli Sponsored Placements [2] Per anni, l’unico modo per assicurarsi la prima posizione su TripAdvisor era ricevere tante recensioni eccellenti da parte degli ospiti e offrire camere a tariffe molto vantaggiose.

Poi le cose sono cambiate e a partire da oggi TripAdvisor offre anche gli Sponsored Placements [3] per ogni hotel con camere disponibili disposto a investire sulla visibilità, indipendentemente dalla reputazione.

L’obiettivo di Sponsored Placements è, secondo la pagina ufficiale, di “Portare traffico di qualità alla tua struttura inserendola in prima posizione nei risultati di ricerca per i viaggiatori che cercano un posto dove stare nella tua zona”.

 

Cosa sono gli Sponsored Placements?

 

Gli sponsored placements offrono una posizione di rilievo nei risultati di ricerca per zona, sia su desktop sia su mobile, andando a targgettizzare i potenziali clienti che hanno già deciso per una destinazione specifica.

[4]

Questa opzione permette alle strutture di essere mostrata prima della lista ordinata per rilevanza e posizione in classifica, differenziata dai risultati organici per bollino “Sponsored” accanto al nome.

Il sistema ha un costo a click, con tre opzioni mensili di budget disponibili in base al numero di click che si vuole raggiungere.

I costi, secondo le stime di Skift [5], dovrebbero aggirarsi su 1-3 dollari a click in base alla posizione, alla tipologia di struttura e al numero di altri inserzionisti nell’area. Un sistema ad asta vero e proprio, simile a quello di Google Adwords.

 

Vale la pena?

 

Pubblicizzare la propria struttura su TripAdvisor ha senso solo se ci si assicura un buon ritorno di investimento, così come su qualsiasi altro canale. Del resto il click non porta alla prenotazione, diretta o indiretta che sia, ma generalmente alla pagina della proprietà su TripAdvisor. Secondo l’azienda americana, infatti, il 70% click sponsorizzati finiscono proprio là.

È essenziale per l’Hotel che vuole testarlo avere quindi una buona presenza su TripAdvisor in termini di capacità di conversione diretta, partecipando già ad altri programmi come TripConnect, Instant Booking e Business Listing. In caso contrario, si rischia di pagare un’inserzione per favorire le prenotazioni su canali indiretti.

Teniamo ovviamente conto che i costi del PPC dello Sponsored Placement vanno a sommarsi agli altri, oltre all’immutata importanza della reputazione online: recensioni non lusinghiere e un punteggio basso non permetteranno di avere buoni risultati.

Si può sempre testare, comunque: se l’incidenza nel vostro caso è bassa, perché no?