- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Turismo Cina: entro il 2017 il 60% delle prenotazioni di viaggio sarà da mobile

[2]Sempre più persone prenotano hotel e voli da smartphone e tablet, cioè da mobile. Questa non è una grande novità. Ma quello che potrebbe esservi sfuggito è che sono soprattutto i viaggiatori dei Paesi orientali a farlo. In particolare i Cinesi.

Una nuova ricerca PhocusWright ci mette di fronte a questo incontrovertibile dato: la Cina si appresta a diventare il primo Paese al mondo in cui le prenotazioni online da mobile superano quelle da desktop.

Il mobile oramai è permeato in ogni mercato chiave dell’economia mondiale: USA, Francia, Germania, Italia. Non solo sotto forma di smartphone ma anche di altri device, come i tablet e i mini tablet. Tutto è mobile e con il mobile si può fare tutto.

Ma chi davvero sta utilizzando a pieno il mobile sono i Cinesi. In uno studio pubblicato a giugno 2016 sul nuovo mercato dei Cinesi benestanti [3] è emerso che il mobile è usato per gli acquisti online nel 56% del casi. Allo stesso modo, il report di Mary Meeker [4] ci ha mostrato come l’e-commerce in Cina stia diventando sempre più legato al social e al mobile: su WeChat si conversa, ma si compra anche. Per non parlare dell’applicazione di Ctrip, il colosso delle OTA cinesi, che è già diventata un must per acquistare viaggi completi da telefonino.

Secondo PhoCusWright [5], entro il 2017 le prenotazioni da smartphone conosceranno un vero boom nei Paesi dell’APAC, Cina, India e Giappone, salendo in media oltre il 30% delle prenotazioni online. In America ed Europa la crescita sarà invece leggermente più contenuta, raggiungendo il 22-24% del totale.

 

Cina capitale del turismo mobile

A livello mondiale la Cina sarà il primo Paese per prenotazioni online da smartphone: il primo a fare il salto dall’altra parte del muro, con la maggioranza delle prenotazioni (60%) proveniente da mobile. Un gap con le altre nazioni che sembra incolmabile, visto che solo il Giappone dovrebbe arrivare al 35%, mentre i Paesi Europei si fermeranno intorno al 30%. Non dimentichiamo che la stragrande maggioranza degli utenti che usano il mobile in Cina sono Millennial, i giovanissimi. Avvezzi a chattare, guardare video e ovviamente a comprare tutto online da smartphone.


Quello che sta succedendo a livello internazionale sul mobile è un dato da non sottovalutare, perché i nuovi comportamenti e le nuove abitudini dei viaggiatori dovranno aiutarci a cambiare e ripensare nel giro di pochissimo tempo le tutte strategie per promuovere e vendere l’hotel sulla Rete.