- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Viaggi business – Le previsioni sulla ripartenza

leggi l’articolo completo... [2]Quando ripartiranno le trasferte di lavoro e l’organizzazione di eventi aziendali?

L’intero comparto del travel, le maggiori compagnie aeree, le associazioni aeroportuali e di categoria stanno effettuando ampie analisi di mercato, non solo per il segmento turistico, ma anche per quello dei viaggiatori business, che costituiscono una componente di grande valore da tenere sicuramente in considerazione.

E allora quali sono le previsioni di ripartenza per i viaggi corporate nel 2021?

 

Un inizio a rilento

 

Partiamo dai risultati messi in evidenza da Il Sole 24 ore [3] su un’ indagine portata avanti dalla GBTA [4] (Global Business Travel Association), ovvero una delle più grandi associazioni professionali a livello mondiale,  che rappresenta il settore del business travel da ben 1,4 trilioni di dollari. Questa associazione vanta il controllo attraverso i suoi membri di oltre 345 miliardi di dollari di spese per trasferte e meeting all’anno e rappresenta quindi una fonte autorevole che riguarda il mercato globale dell’industria del travel.

Dai dati in possesso emerge che durante il 2020 il 71% delle aziende ha cancellato, sospeso o rinviato gran parte della programmazione dei viaggi nazionali e addirittura l’80% ha annullato quelli internazionali. I survey relativi al 2021 mostrano invece che attualmente il 24% delle compagnie prevedono di pianificare riunioni ed eventi nazionali tra uno e tre mesi e tra l’altro solo il 6% conta di viaggiare a livello internazionale.

Insomma, anche se le prospettive a breve non sono chiaramente incoraggianti, se si pone lo sguardo alla seconda metà del 2021, lo scenario sembra cambiare.

 

L’Europa più ottimista degli Stati Uniti

 

Se si analizzano le statistiche per continente, appare in modo chiaro la differenza di prospettive tra l’Europa e gli USA. Nel continente europeo infatti, le aziende che hanno già definito un piano di trasferte è circa il 55%, mentre il Nord America ha un atteggiamento di maggiore attendismo e si limita al 36%.

Si dichiara più ottimista Ed Bastian [5], amministratore delegato di Delta Airlines, una delle maggiori compagnie aeree statunitensi: “Tutte le indicazioni sono che i viaggi aziendali sono pronti per iniziare a tornare e torneranno in modo piuttosto aggressivo a partire dalla seconda metà di quest’anno”.

A ogni modo, è previsto che il volume di spostamenti per lavoro nel 2021 sarà minore rispetto al 2019, nonostante si veda un forte trend di ripresa nella seconda metà dell’anno, connesso agli incontri legati soprattutto al settore delle vendite.