- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Viaggiare on-line? Per molti è ancora troppo complicato…

viaggiare complicato Jupiter ResearchJupiter Research ha constatato, nella sua ultima relazione, che Internet è molto maturato come canale di distribuzione turistica, con il 70%  dei turisti Leisure americani che hanno prenotato almeno alcuni dei loro viaggi on-line, ed il 52% che li acquista tutti o quasi tutti in rete.

Secondo Jupiter Research chi si occupa di web marketing per il turismo deve considerare come target i diversi atteggiamenti e comportamenti di tre distinte categorie di consumatori – soprannominati "Sofisticati", "Occasionali" e "Tradizionali". Le conclusioni e raccomandazioni sono illustrate in una nuova relazione, “US Travel Consumer Survey, 2007”, disponibile sul sito ufficiale per i clienti Jupiter Research [2].


"I viaggiatori che hanno abbracciato interamente la filosofia della prenotazione on-line amano progettare i viaggi su Internet, mentre i viaggiatori che continuare ad utilizzare i canali tradizionali si sentono sopraffatti dalla scarsa semplicità nella ricerca della sistemazione in rete", ha detto Diane Clarkson, analista della Jupiter Research ed autore della relazione. "In questo mercato competitivo, i fornitori di viaggi devono trovare modi nuovi per semplificare l’intera esperienza di viaggio on-line".

Considerazioni legate al costo hanno un'influenza significativa sul modo in cui i viaggiatori ricercano on-line. Il 43% dei viaggiatori che utilizzano motori di ricerca generici sperano di trovare tariffe vantaggiose. Il fattore costo sorpassa anche il fattore comodità nella decisione di acquistare i viaggi in pacchetti all-inclusive.

"Il successo nel mercato turistico on-line richiederà migliori contenuti per i consumatori e prezzi competitivi", sostiene David Schatsky, Presidente di Jupiter Research. "Ancora più importante sarà la semplicità del processo di ricerca. Fornendo nello stesso sito la possibilità di controllare tutti i prezzi e le recensioni, i viaggiatori potranno prendere decisioni più informate in meno tempo e senza preoccupazioni".

Fonti:
 Hotel Marketing [3]