- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Voucher di viaggio: il marketplace per vendere e comprare

leggi l’articolo completo... [2]

La cascata di cancellazioni dell’anno appena concluso ha condotto diversi player del travel a rilasciare dei crediti di viaggio da riutilizzare una volta riavviato il settore.

Compagnie aeree e ferroviarie, agenzie di viaggio, centri termali, così come gli stessi hotel, vi hanno fatto ricorso per rimediare ai blocchi imposti dalla pandemia.

Eppure, a chi non è mai successo di non poter utilizzare un buono, di qualunque tipo, per svariate ragioni (problemi personali, cambi di programma, sconvolgimenti della situazione economica)? In questi casi, si rischia di sprecare un’opportunità, insieme al denaro a cui corrisponde quel voucher. Per ovviare a queste situazioni, è nata Only.Voucher.com, la piattaforma per vendere e comprare in tutta sicurezza i voucher di viaggio. Scopriamo di più, grazie all’articolo de Il Sole 24 Ore [3].

 

Come funziona OnlyVoucher.com

 

Il nuovissimo marketplace svolgerà la funzione di una piazza – luogo simbolo del mercato – virtuale, ideale per la compravendita di voucher non utilizzati, non nominali e dunque liberamente trasferibili di proprietà. Il servizio, lanciato dall’omonima startup guidata da Davide Genovesi e Marco Vallese, è al momento attivo in Italia e Regno Unito, ma ambisce ad ampliare il suo raggio d’azione.

Cosa distingue la piattaforma dal marketplace su Facebook o da un annuncio su uno dei tanti siti per la compravendita tra privati? I padri di OnlyVoucher.com non mostrano esitazioni: la sicurezza è il principale punto di forza. Ogni volta che un utente desidera mettere in vendita un voucher, infatti, quest’ultimo passa attraverso un attento meccanismo di verifica per comprovarne la validità, conditio sine qua non per comparire sul portale. In pratica, viene simulato un acquisto sul sito e, una volta conclusa la vendita, si effettua un ultimo controllo, prima sull’inoltro per email all’acquirente finale. Nel caso in cui la revisione non avesse esito positivo, il compratore riceve un rimborso totale della cifra spesa.

Un doppio controllo che assicura l’affidabilità delle transazioni, difficilmente garantibile sui più diffusi siti di compravendita.

 

Sconti vantaggiosi

 

Accanto alla sicurezza dell’acquisto, la piattaforma si mostra appetibile per l’interessante scontistica applicata ai crediti di viaggio. L’offerta è variegata ma, al momento, le richieste più frequenti coinvolgono biglietti per treni e bus su lunghe percorrenze, essendo i viaggi in aereo ancora molto limitati. Nell’area Shopping del sito, è possibile acquistare buoni Amazon e Ikea, mentre nell’area Cofanetti Regalo figurano i tradizionali pacchetti Smart Box.

Il marketplace rappresenta però un’ottima opportunità per i viaggiatori ansiosi di solcare nuovamente i cieli, nel rispetto delle normative internazionali vigenti: vi si trovano voli low cost, su un canale alternativo da quello ufficiale delle compagnie aeree. I voucher in oggetto sono infatti in vendita a tariffe scontate in media del 22%, in un range che vira dal 5% al 55%. Un risparmio allettante, non credete?

 

Destinazione Germania

 

Dopo il lancio e i buoni riscontri ricevuti in Italia e Regno Unito, i fondatori di OnlyVoucher.com guardano con interesse al mercato tedesco. L’obiettivo di business per il 2021, infatti, appare l’ampliamento dell’offerta di voucher acquistabili e l’apertura delle transazioni in Germania. Per intenderci: sarà possibile comprare un buono in Germania e usufruirne in Italia (o viceversa), inaugurando un vero e proprio mercato europeo dei crediti di viaggio.

Esaminando l’aspetto di sostenibilità del business, gli start upper descrivono un modello chiaro e lineare: la piattaforma trattiene una commissione del 6% sia al venditore che al compratore. Capiamo meglio con un esempio: chi vorrà vendere un voucher alla cifra di 100 €, lo vedrà pubblicato sul marketplace a 106 € e ne ricaverà, a transazione avvenuta, un valore di 94 €.