- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

Green hotel: la rivoluzione parte dalle cannucce

leggi l’articolo completo... [2]Nelle ultime settimane sempre più hotel e catene a livello internazionale hanno annunciato che a breve bandiranno dai bar e dai ristoranti le cannucce usa e getta, per contrastare l’inquinamento da microplastica negli oceani.

È un primo, timido segnale, di un mondo che sta cambiando, anche nell’ospitalità. Oltre ad essere un ottimo modo per sensibilizzare la popolazione globale.

 

La cannuccia simbolo di distruzione

 

“La morte della cannuccia in plastica” è il titolo che il National Geographic [3] ha dato a un recente articolo che racconta il cambiamento dei tempi.

È un trend crescente: sempre più hotel, resort, safari e navi da crociera bandiscono l’uso delle cannucce in plastica.

Nel 2015, come racconta la giornalista Devorah Lev-Tov, uno scioccante video di una tartaruga marina che non riusciva a respirare per colpa di una cannuccia che le era finita nel naso fece il giro del mondo.

Sono passati 3 anni e per la prima volta abbiamo preso consapevolezza di quello che sta accadendo agli oceani, talmente inquinati da plastica invisibile da rischiare di non poter più tornare come prima.

Come fa un oggettino così innocuo come una cannuccia a diventare dannoso per l’ambiente? “È facile che raggiunga gli oceani perché è molto leggero. Una volta arrivato lì, non è biodegradabile. Lentamente si frammenta in pezzi sempre più piccoli conosciuti come microplastica, che sono spesso scambiati per cibo dagli animali marini.”

In più, le cannucce non sono riciclabili perché troppo leggere per essere trattate dai macchinari industriali.

Avete una vaga idea di quante cannucce vengano usate ogni giorno nel mondo? Solo in Inghilterra, ogni anno se ne buttano via 4,4 miliardi. E gli hotel sono tra i maggiori utilizzatori: l’Hilton Waikoloa Village, che è diventato il primo resort alle Hawaii a eliminare le cannucce in plastica quest’anno, ne ha usate più di 800.000 solo nel 2017.

 

Gli hotel che hanno fatto da apripista

 

In USA, uno dei maggiori utilizzatori di plastica al mondo, l’allarme è arrivato forte e chiaro. Diverse città hanno scelto di varare leggi per bandirle (ad es. Seattle, Miami, Malibu) ma anche molti hotel hanno iniziato a prendere seriamente la faccenda. Molte catene hanno già annunciato il cambiamento.

Ad esempio Four Seasons, AccorHotels Nord e Centro America, Marriott International UK (tra le altre cose l’Inghilterra è tra i Paesi che ha già proposto di bandire le cannucce a livello nazionale).

La Hilton Worldwide [4] ha deciso di toglierle dai bicchieri dalla fine del 2018 e offrirà delle alternative biodegradabili ai clienti che le richiedono. Inoltre, bandirà anche le bottigliette di plastica dagli eventi e i meeting.

Persino la Rayanair ha annunciato che diventerà plastic-free entro il 2023.

 

Il NYT accusa: non è abbastanza

 

Il NY Times non si risparmia. In un articolo dal titolo “Is the travel industry doing enough? [5]”, si parla dei recenti cambiamenti nell’atteggiamento di catene alberghiere e altri operatori turistici riguardo all’uso della plastica. Detto ciò, è sconcertante come “molti hotel di lusso, compagnie aeree e crociere, famose per i loro alti livelli di spreco ed emissioni di CO2, stiano esitando a limitare l’impiego di inutili oggetti in plastica usa e getta, come bottigliette, sacchetti per le ciabattine o i bastoncini di cotone che finiscono negli stessi oceani e sulle spiagge che i loro clienti viaggiano per andare a vedere.”

Questo è innegabile: quanti di voi hanno come loro USP la location, magari su una bella spiaggia, in un parco naturale, su una montagna? Voi siete i primi a dover avere a cuore il vostro ambiente, perché da questo dipende il vostro successo.

 

Le alternative da adottare

 

Se una catena alberghiera internazionale ha realmente una responsabilità sociale in questo ambito, ciò non significa che una piccola struttura indipendente non possa farsi ambasciatore del cambiamento.

Scegliere un’alternativa alla plastica sarà un’azione non solo molto apprezzata dai vostri clienti, ma se saprete pubblicizzarla come si deve, farete anche parlare positivamente del vostro brand sia online che offline.

Per cominciare potete:

 

Sicuramente i vostri clienti potranno benissimo fare a meno di bottigliette e cannucce e voi ci guadagnerete in responsabilità ambientale e ritorno di immagine.