- Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico - http://www.bookingblog.com -

L’importanza delle “Storie” nei social network

leggi l’articolo completo... [2]Facebook, Instagram e Snapchat sembrano tre piattaforme molto diverse fra loro, ma un tratto le accomuna tutte quante. Stiamo parlando del formato “Storie”, ossia di quei tipi di contenuti che tanto piacciono agli utenti.

Approfondiamo l’argomento, cercando di capire come sfruttare al meglio questo format per curare l’immagine del vostro hotel.

 

L’importanza delle Storie, dati alla mano

La domanda che ricorre nei dipartimenti di marketing non è più se certi contenuti devono essere pubblicati nelle “Storie” o meno, bensì quale sia la piattaforma più adatta a farlo. Questa tipologia di pubblicazione è certificata e riconosciuta, tant’è vero che alcuni grandi brand la utilizzano per promuovere i loro prodotto e/o servizi, legando a ciò una strategia di brand awarness di primo piano.

La tentazione potrebbe essere quella di pensare che Snapchat e Instagram (rispettivamente prima e seconda piattaforma a implementare questa modalità di fruizione dei contenuti), siano le piattaforme dove il consumo di “Storie” sia più frequente, relegando Facebook, terzo ed ultimo arrivato, nel gradino più basso del podio. Secondo quanto riporta una ricerca condotta negli Stati Uniti da HubSpot [3], su un campione di 275 consumatori di social network di età variabile, il 75% di essi ha dichiarato di prediligere il consumo delle “Stories” su Facebook.

Se pensiamo a come la Generazione Z e i Millennial [4] si siano riversati in massa su Snapchat e Instagram, lasciando Facebook ad un pubblico mediamente più adulto, il dato risulta quindi essere molto sorprendente, difficile da prevedere. Se ci addentriamo però al cuore della questione, scopriamo che, già nel 2018, le “Storie” di Facebook avevano superato i 500 milioni di utenti attivi giornalieri, traguardo raggiunti alcuni mesi dopo da Instagram. Facebook è ancora il social network più utilizzato al mondo con oltre 1,59 miliardi di utenti attivi ogni giorno:  questo potrebbe bastare a spiegare il perché di tanto successo.

 

Qual è il canale migliore per il vostro hotel?

Facebook, Instagram, Snapchat: qual è il social più adatto per investire nella visibilità del vostro hotel sfruttando questo formato? È opportuno investire in uno di questi canali o utilizzarne più di uno? La tendenza generalizzata per chi è presente su più canali, è quella di utilizzare il medesimo contenuto su tutte le piattaforme. Se il vostro hotel ha un account aziendale Facebook associato ad un profilo Instagram, pubblicare lo stesso contenuto in entrambe le piattaforme richiede davvero poco tempo. Infatti, una volta caricato il contenuto nelle “Storie” su Instagram, basta toccare il pulsante “Condividi su Facebook” ed il gioco è fatto. Sebbene sia immediato ed economico farlo, nel caso in cui i dati forniti da entrambe prospettino una tipologia di pubblico diverso, potrebbe essere utile provare a diversificare la tipologia di contenuti pubblicati. Se gli utenti che consumano i contenuti su Facebook hanno, ad esempio, un’età maggiore rispetto a chi fruisce dei medesimi su Instagram, potreste pensare di promuovere due offerte diverse per soggiornare nel vostro hotel, ad uso specifico del pubblico di riferimento.

E per quanto riguarda Snapchat? La base di iscritti a questo social network è notevolmente più piccola rispetto alle altre due analizzate, ed è probabilmente questo il motivo principale per cui soltanto il 13% degli intervistati predilige questo canale per visualizzare le “Stories”. Utilizzate Snapchat per ampliare, eventualmente, il vostro raggio di azione, ma non incentrate la vostra strategia di comunicazione esclusivamente attorno a questo canale.

Una funzionalità sicuramente da sfruttare per rivolgervi ai vostri clienti, ma anche per acquisirne di nuovi. In questo nostro articolo [5], trovate alcuni spunti da adottare per sviluppare contenuti interessanti per la vostra struttura.