Google Hotel Finder: Big G torna a lanciarsi nel settore dell’ospitalità

Home Forum Commenti agli articoli di Booking Blog Google Hotel Finder: Big G torna a lanciarsi nel settore dell’ospitalità

Questo argomento contiene 10 risposte, ha 8 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Web2Hotel 7 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 11 articoli - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #15419

    Duccio Innocenti
    Amministratore del forum

    leggi l’articolo completo...Una settimana ricca di novità questa: dopo la rimozione delle recensioni da Google Places e i test di ottimizzazione di TripAdvisor, oggi è stato lanciato “Google Hotel Finder”, il metamotore di ricerca hotel di Google, che con questa nuova mossa entra prepotentemente nel settore dell’Ospitalità, aprendo nuovi e imprevedibili scenari di cambiamento per il turismo internazionale.

    Se con l’acquisto di ITA Software il colosso di Mountain View ha suscitato polemiche a non finire tra i portali che temevano un monopolio della ricerca di voli on-line e una limitazione alla libera concorrenza che ha fatto drizzare le orecchie anche all’Antitrust statunitense, tanti saranno i dubbi e timori suscitati negli operatori del turismo con la nascita del nuovo motore di ricerca per hotel. Come vedremo più avanti, ci si chiede come Google monetizzerà  l’Hotel Finder e  come reagiranno i comparatori di hotel alla sua mossa.

    Google Hotel Finder: Big G torna a lanciarsi nel settore dell’ospitalità

    #20130

    gaspare de angelis
    Partecipante

    Per la miseria, ma le pensano proprio tutte.Fantastico! Per gli alberghi certamente non ci saranno problemi,specialmente per quelli che riescono a farsi recensioni pilotate. Perchè il problema è sempre quello delle recensioni. Io vivo a Sorrento e posso garantirvi che il 90% delle recensioni sono pilotate o “kindly requested” e che le classifiche di Trip Advisor fanno ridere. Ci sono ristoranti nelle prime posizioni che non dovrebbero neanche figurare in questa categoria, mentre altri che figurano nelle ultime posizioni ogni giorno fanno il pienone e sono molto apprezzati.Comunque per quanto riguarda l’hospitality o mangi questa minestra o ti butti dalla finestra.Per quanto riguarda Google Hotel Finder quello che mi sembra interessante è la funzione dello scostamento del prezzo.

    #20131
    giacomo bufalini
    giacomo bufalini
    Partecipante

    Ciao Gaspare ti posso solo chiedere come sei posizionato tu su TA a Sorrento?

    Perché se la fai cosi facile dovresti essere nelle primissime posizioni…. Io al contrario tuo credo che le recensioni siano molto attendibili e di aiuto, non si spiegherebbe altrimenti il loro enorme successo.

    Grazie!

    salut!

    Giacomo

    #20132

    il punto non è questo. La pericolosità e scorrettezza della manovra risiede in un altro utilizzo di questo stumento: cercate il vostro hotel + nome città, vi compare il vostro sito ufficiale con tanto di descrizione e nello stesso spazio semantico, dove andiamo a significare la nostra presenza come sito ufficiale compare un simpatico MENU A TENDINA, sul lato destro. Tale menu a tendina con tanto di titolo “travel dates” permette all’utente di selezionare il giorno di arrivo e partenza e di AGGANCIARE al propria call to actiona alla risposta di prezzo camera fornita da un portale intermediario e li veicolata tramite annuncio pubblicitario adwords. Ovviamenente la scrittina è CRIPTATA con la dicitura ADS che non è una malattia mortale ma ci si avvicina molto, trovatemi un UTENTE MEDIo cioè la casalinga di VOGHERA che comprende dietro alla parola ADS “pubblicità e quindi intermediazione”. Quindi compaiono i vari PREZZI della camera dei vari portali che pagano per la loro posizione e IN FONDO piccolo piccolo un link al sito diretto, totalmente INUTILE messo li solo a prendere per il C*lo, GOOGLE CI STA PRENDENDO PER IL C*LO. DI questo DOBBIAMO fare una azione unita per CONTRASTARE questa intermediazione FORZATA E SCORRETTA, questo è BARARE. Resto a disposizione per ulteriori e personali incazzosi chiaramenti verso un sistema che tende sempre di piu al lato oscuro della forza.

    S.

    #20134

    gaspare de angelis
    Partecipante

    Caro Giacomo, non ho nessuna TA,sono solo un osservatore e conosco molto bene il settore turistico alberghiero sorrentino. Comunque non sono contro le recensioni, però, credimi, a volte sono fuorvianti.

    Ho molti amici albergatori e ristoratori e so come si comportano.

    Bye, Bye

    Gaspare

    #20135

    @gaspare e giacomo

    tripadvisor puo essere uno strumento molto potente, MA per alcune attività che beneficiano di CLIENTE LOCALE e / o CLIENTELA ABITUALE il gufetto può contare poco.

    Immaginate un hotel che riempe il grosso con cliente business abituali, immaginate un ristorante con un passaparola fisico di zona.

    S.

    #20137

    Duccio Innocenti
    Amministratore del forum

    secondo me questo è solo il primo passo di big G verso una nuova OLTA non appena Google Hotel Finder sarà diventato il primo e più importante motore di ricerca mondiale per Hotel…

    a Mr.Antritust si drizzeranno tutti i capelli ma tant’è…

    in attesa di Google Booking auguro a tutti di ricevere sempre più prenotazioni dirette

    buona disintermediazione

    #20140

    Salve, io sono molto positivo all’ingresso di questo colosso.

    Tanto peggio di così è impossibile …. quindi Benvenuto GOOGLE!!!!

    Poi se funziona come il motore di ricerca classico, meglio ancora.

    #20143

    edoardo.osti
    Membro

    Buongiorno a tutti.

    A mio avviso andrebbe valutato molto seriamente l’impatto sugli hotel, mentre non credo che la decisione di Google rappresenti un rischio per le OLTA. Ad oggi Google è un grande fornitore di servizi, un’attività che produce enorme fatturato e che rappresenta la natura del closso con gli occhiali. Perchè rinunciare a questa caratteristica per entrare in competizione con i propri clienti, lasciando il certo per l’incerto?

    #20144

    Marco75CT
    Membro

    Ciao a tutti.

    Concordo con Stefano, anche se non ritengo che Google Hotel Finder sia tutto da buttare.

    Basterebbe inserire nel pulsante Book, magari come capolista, il sito ufficiale dell’hotel e poi a seguire tutte le OLTA.

    Ciò favorirebbe molto la disintermediazione e non danneggerebbe più di tanto le OLTA che continuerebbero ad essere preferite dai loro clienti fidelizzati.

    PS.: TripAdvisor è uno strumento e come tale può essere usato in maniera scorretta; è comunque molto più corretto di Booking.com dove non si ha il diritto di replica o la possibilità di rimuovere recensioni fuorvianti.

    #20362

    Web2Hotel
    Membro

    Marco, vedo ora che nel pulsante Book l’hanno messo il sito dell’hotel!

    vedi https://twitter.com/#!/Web2Hotel/status/161733423612964864

Stai vedendo 11 articoli - dal 1 a 11 (di 11 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.