Musei italiani: il Mibact lancia un piano per migliorare la reputazione online

Home Forum Commenti agli articoli di Booking Blog Musei italiani: il Mibact lancia un piano per migliorare la reputazione online

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Assen 1 anno, 9 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #25154

    sfarinel
    Amministratore del forum

    Qualche settimana fa sono stato agli Uffizi e devo dire che – nonostante l’indubbia bellezza del luogo e delle opere – sono rimasto un po’ deluso. I c
    [Leggi l’articolo completo: Musei italiani: il Mibact lancia un piano per migliorare la reputazione online]

    #25178

    Assen
    Partecipante

    E’ sempre un bene voler valorizzare le opere di cui dispone il nostro territorio. E’ il nostro petrolio ed è un dovere farlo.
    Personalmente a Firenze ho vissuto bellissime esperienze, sei circondato da opere che tolgono il fiato, sia dentro i musei che per le vie della città. Devo dire inoltre che il personale turistico che vi opera è molto professionale, parlo almeno del Tour operator a cui mi sono rivolto.
    Secondo me c’è un problema di carattere politico a monte; fare le scelte di chi deve ricevere i fondi e di chi non li deve ricevere è il vero problema. Oggi i fondi per i musei italiani vengono distribuiti in maniera poco appropriata, disperdendo tante risorse in migliaia di rivoli.

    #25181

    marghe
    Amministratore del forum

    Ciao Assen, questo sicuramente è un buon punto di partenza. Per quanto riguarda l’investimento dei fondo sono d’accordo che venga fatto in modo più oculato. Ma credo che il problema non stia tanto nella dispersione, ma in come poi sono effettivamente spesi. Ci vorrebbero un maggior controllo e una maggior consapevolezza da parte delle direzioni.

    #25182

    Assen
    Partecipante

    Ma non si potrebbe seguire il metodo Expo? Concentrare il grosso delle risorse su progetti che siano in grado di stimolare la richiesta estera? Inoltre i fondi dovrebbero essere monitorati da un organo anti corruzione come quello guidato da Cantone.

    Nel mio territorio è pieno di musei di scarsissimo interesse culturale, aperti solamente per un miope interesse locale.

    Inoltre perchè lo stato non investe pesantemente e deve aspettare che intervengano i privati?

    Non si dovrebbero fare investimenti mirati a valorizzare queste opere e magari creare anche dei posti di lavoro?

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.