Priceline e Booking.com aprono le porte alle case vacanza

Home Forum Commenti agli articoli di Booking Blog Priceline e Booking.com aprono le porte alle case vacanza

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  evita 8 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #16001

    sfarinel
    Amministratore del forum

    leggi l’articolo completo...L’ha detto anche Arthur Frommer, fondatore del mitico forum di viaggi Frommer’s, che tra i trend travel di maggior portata del 2012 c’è da annoverare senz’altro “la sostituzione delle Camere d’albergo con Appartamenti e Case Vacanza”.

    La crisi e le difficoltà economiche hanno spinto molti viaggiatori a cercare soluzioni di soggiorno più economiche e indipendenti e questo ha favorito l’esplosione di siti di home rentals come Homeaway, FlipKey e AirBnB. Anche alle OTA non è sfuggita questa evoluzione del mercato e Priceline si è già mosso in questo senso, aprendo le porte di Booking.com a una nuova fetta di utenti. Quelli che amano il soggiorno self-catering.

    Priceline e Booking.com aprono le porte alle case vacanza

    #20790

    evita
    Membro

    Come conferma Schaal: “Questi sono solo i primi passi, ma quando uno dei maggiori hotel provider come Booking.com diversifica le sue attività nel settore delle case vacanza, tutti dovrebbero prenderne accuratamente nota.”

    Ne abbiamo di fatto già preso nota tutti. Ma questo cosa significa che dobbiamo semplicemente adeguarci? Francamente ritengo che una prospettiva di questo tipo se non regolamentata comporterà enormi difficoltà alle strutture ricettive e al mercato del lavoro. Una commercializzazione senza regole e fuori controllo. Un ulteriore divario commerciale, amministrativo e soprattutto fiscale a scapito delle strutture ufficiali in un contesto che continua a non riconoscere al turismo il suo ruolo nella totale indifferenza. Pertanto l’interrogativo è: come posibile competere? La qualità, il rapporto con il cliente, l’innovazione. Certo ma ad armi pari. E così non è.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.