eCommerce Italia: il 43% delle vendite è nel Turismo

Home Forum Commenti agli articoli di Booking Blog eCommerce Italia: il 43% delle vendite è nel Turismo

Questo argomento contiene 5 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  nicolaseghi 7 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #16877

    sfarinel
    Amministratore del forum

    leggi l’articolo completo...Cresce del 13% rispetto al 2012 il venduto online del Turismo in Italia, che mantiene saldamente la quota più ampia del mercato nazionale eCommerce con il 43% delle vendite. Ma i numeri restano inferiori rispetto agli altri Paesi europei e i protagonisti di questa scalata all’eCommerce nel campo dei viaggi sono per lo più stranieri.

    Non sorprende la crescita delle vendite da mobile, che non conosce crisi e ha registrato una vera esplosione.

    eCommerce Italia: il 43% delle vendite è nel Turismo

    #21279

    Robruk
    Membro

    Buonasera

    Vorrei precisare che l’adesione degli hotel a siti di flash deals come groupon avviene solo per un periodo molto limitato (di solito una settimana) a mò di promozione e non si rimane tutto l’anno on-line esposti alle minacce delle OTA sulle tariffe.

    #21280

    marghe
    Amministratore del forum

    Senz’altro Robruk, so che Groupon è solo per un periodo molto limitato, ma non capisco cosa c’entri con le OTA, puoi spiegarti meglio?

    #21283

    xaver
    Partecipante

    Non so se qualcuno di voi ha avuto a che fare con il booking engine del sito della federalberghi italyhotels.it io l’ho gestito per una anno nell’hotel dove lavoro, salvo poi arrendermi perchè era una grandissima perdita di tempo che non portava prenotazioni. Quello che mi chiesi e che domandai all’assistenza del sito fu: siete del settore conoscete esempi di back office che funzionano bene a cui gli operatori sono abituati, perchè non avete semplicemente creato un fac-simile di uno di quelli invece di inventare questo mostro? Mi dissero che era un work in progress, visti i risultati credo che lo sia ancora. Quella è stata una delle tante occasioni perse, un booking engine della categoria che avrebbe dovuto ambire ad essere concorrenziale con le OTA straniere, lasciando le commissioni in Italia e magari proprio reinvestendole nel settore.

    #21284

    marghe
    Amministratore del forum

    Ciao Xaver, purtroppo non conosco in prima persona il backoffice di italyhotels ma senz’altro quello che dici è vero. Una realtà come federalberghi di sicuro potrebbe avere le carte in regola e il know how per creare qualcosa di funzionale e di concorrenziale, sebbene sia chiaro che diventare competitor di booking o expedia comporterebbe ingentissimi capitali.

    #21285

    nicolaseghi
    Partecipante

    Ciao Xaver, in effetti si è trattato di una sicura occasione mancata per il turismo ricettivo italiano.

    Appare evidente che la volontà e l’investimento ci sia stato ma è mancata la sensibilità al mercato sia come facilità d’uso per l’albergatore che lato front end nel costituire un’interfaccia accattivante, semplice e intuitiva anche per l’ospite.

    So però che ci sono importanti progetti di rivisitazione con piattaforme nuove per l’area di gestione e – mi auspico – anche per il front end.

    Concordo con Marghe che la competizione sarà comunque durissima con i giganti (anche di capitali) che ormai dominano spietatamente il mercato dell’intermediazione on line.

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.