Social Media Marketing: gli Hotel e la Filosofia della Condivisione

Home Forum Commenti agli articoli di Booking Blog Social Media Marketing: gli Hotel e la Filosofia della Condivisione

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Antonio Greci Antonio Greci 6 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #16697

    marghe
    Amministratore del forum

    leggi l’articolo completo...Dalla scorsa settimana Instagram ha reso disponibile agli utenti una nuova funzionalità, che permettere di includere foto e video sul proprio sito o blog.

    Chi ha un canale ufficiale per l’hotel, potrà così rendere fruibile sul proprio sito ufficiale e sul proprio blog non solo il suo materiale multimediale da Instagram ma, quando possibile, anche l’immenso database di UGC prodotti ogni giorno dalla community sull’hotel e sulla destinazione, abbracciando sempre più stretta la Filosofia della Condivisione.

    Social Media Marketing: gli Hotel e la Filosofia della Condivisione

    #21270
    Antonio Greci
    Antonio Greci
    Partecipante

    L’anno scorso,quando accennai ad un direttore di albergo di fare rete, mi rise in viso. Poi un suo cliente che mi conosceva, ripeto non io, gli spiegò il concetto di rete. Ora, con piacere rincontro sul Vs. blog:

    “Nel complesso universo dei Social Media online, siti, blog, pagine Facebook, account Twitter, Instagram, Foursquare, Google +, Pinterest e TripAdvisor, non sono entità individuali, disconnesse. Sono piuttosto ingranaggi di uno stesso meccanismo, pezzi di uno stesso puzzle che costituiscono l’alter-ego dell’utente online, che sempre più dimostra l’urgenza di condividere, di raccontarsi, di comunicarsi attraverso ognuno di essi.”

    Il vero perno su cui tutto ruota è la CONDIVISIONE. Fate attenzione: un cliente arriva, mangia, si confronta con il contesto, torna, dorme, fa colazione, riparte. Sono sei fasi, tipiche. Sono sei momenti durante i quali è in grado di promuovere più elementi di un medesimo insieme. Egli è potenzialmente in grado di condividere più messaggi con il mercato a noi più sconosciuto. La forza di chi opera in rete è, appunto, il non conoscere un mercato che per lui non c’è e che per questo è da conoscere. Ora immaginate 15 secondi di video su uno dei tanti elementi che possono farvi vendere ciò che ancora non sapete cosa vendere e a chi vendere. 15 secondi sono tanti, se consideriamo che di essi il potenziale cliente ne focalizzerà solo un terzo. Tutto si basa sulla velocità e sull’economia psicologica. Per decidersi ad acquistare sono sufficienti 3 secondi.

    Per concludere confrontate tutto il”pistolotto” sopra scritto e questa semplice immagine: “Guardami e poi decidi”. La differenza nell’efficacia del messaggio è lampante. Bravi! Buon articolo su cui confrontarsi.

    #21271

    marghe
    Amministratore del forum

    Ciao Antonio grazie come sempre per il contributo!

    Quello che dici è fondamentale: il cliente condivide una quantità di materiale con potenziali clienti che non ci immaginiamo nemmeno e questo è un fatto tenere presente e, se possibile, da sfruttare.

    #21307
    Antonio Greci
    Antonio Greci
    Partecipante

    Ciao marghe.

    La dimostrazione delle possibilità di “sfruttamento” della condivisione è, per esempio, nelle potenzialità della figura del guest relation manager o di chiunque altro sia in grado promuovere e gestire “i tempi” del cliente. La gestione dei tempi del cliente è un tema che ho approfondito con Daniele Trevisani (Medialab Research Communication)tempo addietro e che oggi risulta quanto mai attuale. Chi è all’altezza di programmare i tempi del cliente, come servizio, diviene il nucleo delle fasi della sua permanenza. La condivisione in rete di tale servizio, anche parziale, è già una grande vendita a livello esponenziale delle offerte dell’albergo. Provare per credere. Buon lavoro e buone ferie a tutti.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.