10 Ottimi motivi per far sentire il vostro Staff parte dell’Hotel

Home Forum Commenti agli articoli di Booking Blog 10 Ottimi motivi per far sentire il vostro Staff parte dell’Hotel

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marghe 8 anni fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #15800

    sfarinel
    Amministratore del forum

    leggi l’articolo completo...Il mese scorso la Goldman Sachs, una delle maggiori banche al mondo, è stata colpita da un vero e proprio scandalo, che gli è costato ben 2 miliardi di dollari di valore in borsa. Il terremoto è stato provocato da Greg Smith, ex vice direttore dell’azienda, che si è licenziato in modo plateale rendendo pubblico il suo disappunto per una banca in cui non si riconosceva più, una banca pronta a spennare i propri clienti come fossero solo dei pupazzi da cui trarre profitto.

    Insomma, un dipendente infelice e che non si senta parte di un progetto comune, non solo può far perdere clienti, ma anche soldi, e più di quanti possiate immaginare. Per correre ai ripari dovete fare in modo di coinvolgere il vostro staff e farlo sentire davvero parte integrante dell’hotel.

    10 Ottimi motivi per far sentire il vostro Staff parte dell’Hotel

    #20531
    Antonio Greci
    Antonio Greci
    Partecipante

    Stare al front desk di un hotel richiede una buona dose di cultura generale. Saper amministrare le procedure può essere estremamente anti economico se non si sa VENDERE ciò che si ha. La comunicazione è la base della vendita. Se non si sa comunicare è meglio non trattare con il pubblico. Conoscevo uno pseudo direttore che aveva scambiato l’albergo per una bottega, per la precisione di lingerie, ma non accettava l’idea che il front desk era, ed è, un punto vendita. Strano paradosso n’est pas? Se non si accetta il presupposto che il desk è un punto di aggregazione ove si deve vendere ciò che si ha, reputo inutile parlare di upselling o quant’altro. Il direttore che sa ottimizzare le potenzialità INDIVIDUALI dei propri collaboratori ha già in mano la prima chiave di una serie di scatole cinesi. Quando faccio consulenza in albergo, mi raccomando sempre di individuare, per prima cosa, le potenzialità individuali di ciascun collaboratore e ottimizzarle. Un bravo amministratore non serve all’accoglienza o alla prenotazione perché non serve quanto sia efficiente ma quanto sia convincente. Un banco prova è vedere se egli riesce a vendere una o più notti a un walk in leasure in una città d’arte. Il resto è letteratura.

    #20532

    marghe
    Amministratore del forum

    “individuare, per prima cosa, le potenzialità individuali di ciascun collaboratore e ottimizzarle”… sante parole Antonio… forse il problema è che ci sono direttori o proprietari d’albergo che hanno difficoltà a individuare le persone giuste per il ruolo giusto, e magari si basano solo sui CV che si trovano di fronte. Saper capire una persona alla prima occhiata non è purtroppo cosa semplice.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.