La Tassa di soggiorno? Tomba del Turismo

Home Forum Commenti agli articoli di Booking Blog La Tassa di soggiorno? Tomba del Turismo

Questo argomento contiene 5 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da  piero 7 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #15941

    leggi l’articolo completo...Provate a fare una ricerca per la parola “tassa di soggiorno” su Google e non avete idea della baraonda che ne varrà fuori. È così che il turista, in viaggio su e giù per l’Italia, incappa in euro volanti che si aggiungono al conto dell’hotel al momento del check-out con una illogicità disarmante, lasciando in bocca un leggero sapore di truffa.

    L’ultima geniale trovata nell’applicazione della tassa di soggiorno la vediamo a Bologna, dove l’imposta non va in base alle stelle, ma in base a fasce tariffarie senza un’apparente logica:

    La Tassa di soggiorno? Tomba del Turismo

    #20670

    sergiocucini
    Partecipante

    e se sono sempre stato intransigente nell’avversarla è per molte dele ragioni indicate; una su tutte: non è questa classe dirigente che può applicare una tassa a chi, solo evitando di venire, può manifestare il suo dissenso.

    se tassa deve essere, deve essere ridotta e finalizzata al totale reinvestimento nell’ambito turistico.

    testimonianza: http://www.facebook.com/groups/148448198544351/

    #20672
    Mauro Calbi
    Mauro Calbi
    Partecipante

    A Cattolica, gli albergatori, insieme al Comune di Cattolica, poi appoggiato dalle categorie economiche dei bagnini, hanno creato un contributo volontario, con il quale il Comune ha evitato la tassa di soggiorno.

    Essendo un atto volontario, alcuni alberghi e imprenditori non hanno aderito, pur godendo del vantaggio collettivo della città priva di questa ignobile tassa.

    Si stanno cercando strumenti per premiare chi ha invece aderito.

    Qui, al 30° minuto circa, trovate l’intervista del giornalista Oscar Giannino al presidente dell’AIA di Cattolica, Maurizio Cecchini, sul contributo volontario.

    http://www.radio24.ilsole24ore.com/player/player.php?filename=120720-noveinpunto.mp3

    #20690

    Vero501
    Membro

    Sono l’unica a pensare che questa tassa potrebbe essere una manna per i Comuni?

    Ok devono impiegarla con più trasparenza, ma non è che se non buttano i soldi in spese direttamente connesse col turismo, vanno persi. Serviranno per tutte quelle spese che ormai non si sa più come pagare visti i tagli che hanno subito tutte le amministrazioni comunali in questi anni… meglio che rifarsi sui cittadini con le multe, no?

    #20691

    dovrebbero DETASSARE il comparto turistico e INVESTIRE, poichè è l’unica industria rimasta nel nostro “paese”.

    S.

    #20694

    piero
    Membro

    Dire che l’imposta di soggiorno e’ la tomba del turismo e’ a dir poco tendenzioso, e’ irrazionale solo pensare che possa influenzare i flussi, visto che ci sono dei dati oggettivi ed inconfutabili sulle presenze del periodo in cui e’ stata tolta (1989) e sui risultati delle presenze in alcuni comuni in cui e’ stata recentemente applicata (es. 2011 a Padova).

    Sul fatto di come verra’ utilizzata il discorso e’ diverso, va tassativamente investita nel turismo, a questo proposito alcuni comuni hanno espressamente demandato le scelte alle strutture ricettive, in altri casi “FORSE” vera’ utilizzata per altri scopi. Dico “FORSE” tra virgolette perche’ in qualche caso la classe politica italiana non e’ delle migliori, ma e’ anche vero che il tessuto produttivo (in questo caso gestori di strutture ricettive) non e’ dei piu’ corretti dal punto di vista fiscale, c’e’ anche un detto “ognuno ha la classe politica che si merita, o forse che ha eletto, o forse ha la classe politica che preferisce”.

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.