Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Wednesday 16 August 2017

Intervista ad Airbnb: tutte le domande che non avete mai osato fare

Airbnb è stato senza ombra di dubbio il fenomeno caldo di questo 2016. Adorato dai viaggiatori, osteggiato dagli hotel e da molte istituzioni, osannato dagli esperti di marketing per le sue pubblicità sfacciate. Se escludiamo TripAdvisor e le OTA, poche altre aziende hanno suscitato tanto interesse e discussione nel mondo turistico.

Per dare una risposta alle mille domande che tutti morivamo dalla voglia di chiedergli, abbiamo dato la caccia al colosso degli affitti privati. Airbnb non si è tirato indietro e siamo riusciti a strappargli una succosa intervista che pubblichiamo oggi in esclusiva su Booking Blog. Siete curiosi?

leggi l’articolo completo…

Braccio di ferro fra Airbnb e New York: scoppia la lotta agli affitti brevi e irregolari

Perché la gente si aspetta che i cambiamenti si adattino alle vecchie leggi? Piuttosto ci vorrebbero delle nuove leggi per regolare i cambiamenti. Almeno questo è quello che vorrebbe Airbnb, secondo cui le vecchie leggi di molte città non fanno che danneggiare la sharing economy e i nuovi bisogni della popolazione mondiale.

New York infatti è sul piede di guerra contro Airbnb: a breve la metropoli potrebbe varare una legge che renderà illegale pubblicizzare online annunci per periodi inferiori ai 30 giorni, come sta accadendo in altre città statunitensi. Un colpo che potrebbe decretare la scomparsa di Airbnb e di altri siti simili da New York.

leggi l’articolo completo…