Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Sunday 20 August 2017

Tecnologia, tradizione, anima green: la promozione intelligente della Maremma toscana

leggi l’articolo completo...Comunicare con trasparenza un territorio per ciò che è, in linea con la reale percezione dei viaggiatori. Valorizzarne al massimo i punti di forza attraverso i nuovi media senza perdere d’occhio una tradizione che ha fatto storia, con azioni concrete, intelligenti, creative e a basso costo. Mettere al centro di ogni iniziativa il consumatore inteso come fruitore di esperienze di viaggio in relazione diretta con il territorio e i suoi abitanti.

Questi sono solo alcuni dei punti cardine della splendida attività di promozione che l’APT Maremma sta portando avanti in Toscana già dal 2009 sotto l’attenta guida del direttore Francesco Tapinassi, che abbiamo intervistato per conoscere più approfonditamente come la Maremma sia diventata un esempio di gestione, di promozione e di comunicazione virtuosa del territorio.

leggi l’articolo completo…

Front desk: mai sottovalutare il più tradizionale canale di vendita #2

leggi l’articolo completo...Promuovere l’hotel in Rete, ottimizzare il sito internet ufficiale, potenziare il sistema di booking on-line, non deve portare a trascurare i più classici canali di vendita.

Se il mese scorso abbiamo parlato dell’importanza del più tradizionale canale di distribuzione, ovvero il telefono, oggi ci concentriamo invece sul rapporto tra front desk, clienti in hotel e walk-in. Il ruolo del front-desk non è da trascurare: ricordate che questo incarna il primo e l’ultimo saluto rivolto al cliente e rappresenta il metro di giudizio con cui i vostri ospiti giudicano il grado di accoglienza e di servizio dell’hotel.

leggi l’articolo completo…

Google Analytics Multi-Channel Funnels: tutti gli step che portano alla conversione

leggi l’articolo completo...Dove ha origine la conversione? Quali sono i canali che portano i clienti ai siti dell’hotel? È possibile tracciare il processo di prenotazione fin dall’inizio e migliorare così le performance dell’attività web? Di fatto, gli strumenti che Google Analytics mette a disposizione di default  permettono di conoscere l’ultima fonte che ha portato alla conversione (last touch attribution). Ma qual è stato il primo canale che ha indirizzato l’utente verso il sito dell’hotel? E quale il percorso che lo ha portato alla prenotazione?

Presto sarà possibile saperlo. Google Analytics sta implementando nuove funzionalità che permetteranno di conoscere nel dettaglio i comportamenti dell’utente che effettua la prenotazione e i particolari sull’andamento delle campagne promozionali (cosa, ad oggi, possibile solo in AdWords e relativamente alle campagne PPC): i Multi Channel Funnels.

leggi l’articolo completo…

Come valutare il traffico web proveniente da Facebook e Twitter

leggi l’articolo completo...I gestori di strutture turistiche o, più spesso, i loro consulenti, stanno finalmente dedicando sempre maggiore attenzione all’analisi del traffico web sul loro sito ufficiale. Comprendere come le diverse fonti di traffico interagiscano con il sito è significativo e molto utile per l’impiego delle risorse. Controllare il numero delle visite al sito non è sufficiente. I numeri non mentono, ma in un contesto di attività web in cui convergono più canali, le visite soltanto non bastano. Anche le visite provenienti da una ricerca organica, potrebbero aver subito delle influenze da altri canali.

leggi l’articolo completo…

PPC: 5 strategie sicure per aumentare il CTR

leggi l’articolo completo...Gestire campagne PPC, per hotel o per altri tipi di aziende in settori in cui la concorrenza è agguerrita per tutto l’arco dell’anno, significa studiare continuamente, tentare nuove strade e soprattutto testare, testare, testare.

Nel tempo ho potuto comprovare l’efficacia di alcune buone pratiche delle campagne AdWords, che se ben applicate, possono davvero aiutare ad incrementare notevolmente il CTR.

leggi l’articolo completo…

Hotel “No kids”: come adottare una comunicazione efficace ed evitare malintesi

leggi l’articolo completo...Sono sempre di più gli hotel che scelgono di non accettare ospiti al di sotto dei 14 o addirittura dei 18 anni. Per differenziare il brand e diversificare i servizi destinandoli ad un target ben preciso. Si tratta di una policy e non di un divieto, dal momento che la legge non consente di “vietare l’ngresso a…”. Semplicemente viene fatto notare al cliente che l’hotel non è attrezzato per ospitare bambini.

La policy “no kids” in Italia non manca di generare polemiche. Da una parte ci sono quei viaggiatori che lamentano continuamente sui siti di recensioni la presenza di bambini urlanti e scorribande tra i tavoli e chiedono espressamente di soggiornare in hotel che non siano propriamente “per famiglie”; dall’altra movimenti come l’Associazione Nazionale Famiglie Numerose hanno espresso indignazione verso un orientamento turistico percepito come discriminatorio. Questo anche, spesso, a causa di un gap di comunicazione da parte delle strutture stesse.

leggi l’articolo completo…

Reputation & Revenue Management: recensioni e tariffe s’incontrano

leggi l’articolo completo...Immaginate due hotel, situati in centro città sulla stessa strada a pochi passi l’uno dall’altro. Il primo, un 3 stelle, per il 27/28 agosto propone una tariffa di 105 euro. Il secondo, un 2 stelle, per la stessa data propone la doppia a 99 euro.

Perché così poca differenza tra due hotel appartenenti ad una diversa categoria? E’ il 3 stelle che vende a tariffe troppo ridotte o il 2 stelle a puntare troppo in alto? In questo caso la tariffa non dipende dalle stelle. Quello che realmente differenzia i due hotel e che sfugge a una prima occhiata, è infatti la loro brand reputation.

leggi l’articolo completo…

Tutti i suggerimenti per promuovere l’attività social dell’hotel

leggi l’articolo completo...Social media: c’è chi è convinto che siano la nuova frontiera del web marketing turistico, chi invece li relega alla sfera dell’intrattenimento. Una cosa è certa: come abbiamo ribadito molte volte, tra utilizzarli in modo errato e non utilizzarli affatto, è sicuramente preferibile la seconda ipotesi. I social media sono infatti strumenti con grandi potenzialità promozionali, a patto che vengano promossi adeguatamente a loro volta.

Se avete una pagina Facebook, un profilo Twitter del vostro hotel o svolgete attività su qualunque altro social, dovete esserne voi i primi promotori. Troppo spesso capita di vedere attività social svolte in maniera totalmente svincolata dal resto dell’attività promozionale. Ad esempio approdare su siti internet di hotel e scoprire solo per caso che esiste anche una pagina Facebook, perchè da nessuna parte si trova alcun riferimento.

leggi l’articolo completo…

Google-ITA: il Dipartimento di Giustizia dice sì all’acquisizione

leggi l’articolo completo...Dopo mesi di contrasti, timori e ipotesi sul futuro della ricerca e della libera concorrenza, si è finalmente conclusa la vicenda Google-ITA, con buona pace di entrambe le parti: l’acquisizione si farà, ma con delle restrizioni.

A gennaio infatti il colosso di Mountain View era stato accusato da FairSearch, un consorzio di portali e siti travel capitanato da Expedia, di contravvenire alle norme dell’Antitrust per l’acquisizione di ITA Software, fornitore degli strumenti per la ricerca voli di siti come Kayak, TripAdvisor, Orbitz e Bing.

leggi l’articolo completo…

Come decidere se e quanto fare sconti: pro e contro dei tagli tariffari

leggi l’articolo completo...Abbiamo deciso di abbassare in modo aggressivo le nostre tariffe da 179$ a 119$ perché la nostra occupazione stava scendendo sotto il 60%. Abbiamo offerto questo incentivo per stimolare la domanda. I risultati sono stati scoraggianti: abbiamo guadagnato un leggero incremento dell’occupazione ma il nostro RevPAR è sceso in picchiata e l’hotel ha attratto nuova clientela che voleva tutto gratis. Si sono anche lamentati di tutto, solo per avere qualche scusa e ottenere uno sconto al check-out. E’ davvero questa la nuova normalità?”

Questo possibile scenario alberghiero dipinto da Gabor Forgacs, docente alla Ted Rogers School of Hospitality and Tourism Management di Toronto, in un articolo dedicato all’abbassamento delle tariffe, negli ultimi due anni è diventato purtroppo comune.

leggi l’articolo completo…

PhoCusWright Report: come i siti non transazionali influenzano le prenotazioni

leggi l’articolo completo...I siti di viaggio non transazionali costituiscono una sorta di meta obbligata per tutti i viaggiatori che ricercano online informazioni per pianificare viaggi. Stiamo parlando di tutti quei portali che, appunto, non consentono transazioni dirette ma fanno da aggregatori o comparatori fra i prezzi proposti dai siti di booking: TripAdvisor, Trivago, Kajak e tutti quei portali che gli utenti consultano per leggere recensioni, valutare disponibilità di strutture e accedere ai siti di prenotazione online dopo aver consultato le tariffe proposte.

Ecco, pare che le visite a questo genere di portali convertano molto di più rispetto alle visite dirette ai siti di prenotazione.

leggi l’articolo completo…

Complaint Management: come fare in modo che il cliente non lasci arrabbiato l’hotel

leggi l’articolo completo...Lo scorso anno, dopo un viaggio di sei ore per tornare da un corso di formazione, mi sono fermato in un hotel di Firenze costoso e rinomato. Avendo dormito solo 5 ore per tre giorni consecutivi, avevo bisogno di riposare e quello era l’unico albergo dove avevo potuto concordare un late check-out alle 14.00.

Alle ore 11 vengo svegliato da una telefonata in cui mi si invita a lasciare la camera e più tardi alla reception, spiego che avevo pagato una maggiorazione per il servizio aggiuntivo. Per tutta risposta non ricevo né accorate scuse né altro.

leggi l’articolo completo…

Alle spiagge italiane i turisti preferiscono la Grecia, la Turchia, la Spagna e persino l’Inghilterra

leggi l’articolo completo...A niente valgono le bellezze naturalistiche della Sardegna, della Sicilia, delle splendide Cinque Terre, della Costiera Amalfitana, delle Eolie e delle altre notevoli spiagge italiane per entrare nella Top 25 delle migliori spiagge al mondo, pubblicata in questi giorni da TripAdvisor e stilata in base ai giudizi annuali dei visitatori.

In testa alla classifica troviamo Providenciales nei Caraibi, seguita da altre località esotiche, nelle Filippine, in Messico, in Jamaica. Non c’è da stupirsi che ad incantare maggiormente i turisti siano le spiagge bianche e i mari popolati da pesci tropicali. Quello che invece colpisce è che l’Italia non brilli nemmeno nella Top 25 Europa, in cui viene superata da alcune destinazioni davvero insospettabili.

leggi l’articolo completo…

Il mobile protagonista del travel 2011

leggi l’articolo completo...Continua l’ascesa del mobile. Applicazioni e siti web ottimizzati stanno letteralmente cambiando il modo di viaggiare. La prenotazione, i mezzi di trasporto, la scelta dei percorsi e, più in generale, la pianificazione dell’intera vacanza, avviene sempre di più tramite dispositivi mobile.

Questo significa possibilità di nuove e più ricche possibilità di marketing per connettersi con i consumatori, prima, durante e dopo i loro viaggi. A dare ulteriore conferma dell’avanzamento del mobile nel settore travel, due autorevoli studi effettuati da eMarketer e Travelport.

leggi l’articolo completo…