Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Saturday 19 August 2017

Google Hotel Finder: Big G torna a lanciarsi nel settore dell’ospitalità

leggi l’articolo completo...Una settimana ricca di novità questa: dopo la rimozione delle recensioni da Google Places e i test di ottimizzazione di TripAdvisor, oggi è stato lanciato “Google Hotel Finder”, il metamotore di ricerca hotel di Google, che con questa nuova mossa entra prepotentemente nel settore dell’Ospitalità, aprendo nuovi e imprevedibili scenari di cambiamento per il turismo internazionale.

Se con l’acquisto di ITA Software il colosso di Mountain View ha suscitato polemiche a non finire tra i portali che temevano un monopolio della ricerca di voli on-line e una limitazione alla libera concorrenza che ha fatto drizzare le orecchie anche all’Antitrust statunitense, tanti saranno i dubbi e timori suscitati negli operatori del turismo con la nascita del nuovo motore di ricerca per hotel. Come vedremo più avanti, ci si chiede come Google monetizzerà  l’Hotel Finder e  come reagiranno i comparatori di hotel alla sua mossa.

leggi l’articolo completo…

Trend Turismo estivo: l’occupazione cresce, le tariffe meno – intervista a Bernabò Bocca [AUDIO]

leggi l’articolo completo...Siamo ormai a metà dell’estate e si inizano a registrare i primi dati sull’attuale andamento del turismo in Italia: tra nuove tasse di soggiorno, promesse di finanziamenti da parte del Ministro Brambilla e flussi turistici in ascesa, si delinea un quadro generale complesso che non permette ancora di chiarire se la crisi sia definitivamente alle spalle.

Questi gli argomenti al centro della trasmissione Focus Economia di Radio 24 dello scorso giovedì 21 luglio: Bernabò Bocca, presidente di Confturismo e Federalberghi, Renzo Iorio, presidente di Federturismo, e Lorenzo Giannuzzi, direttore generale del resort Forte Village di Santa Margherita di Pula, si sono confrontati per mettere a nudo un panorama ancora problematico.

leggi l’articolo completo…

TripAdvisor testa un nuovo layout per dare più rilievo a hotel e utenti

leggi l’articolo completo...Ieri navigando su TripAdvisor mi sono accorto che la barra di navigazione in alto e l’apetto delle schede  degli hotel erano notevolmente diversi dal solito, tanto che a una prima impressione, ho creduto di essere finito sul sito sbagliato.

Dopo alcune ore però, sono tornato a visualizzare l’attuale versione, segno che TripAdvisor sta conducendo degli split test per verificare un nuovo layout e nuovi servizi agli utenti, con l’obiettivo di ottimizzare le metriche del sito, probabilmente il tempo di pemanenza sulle pagine e l’engagement dei lettori.

leggi l’articolo completo…

Google Places rimuove tutte le recensioni: cosa cambia per l’hotel?

leggi l’articolo completo...E’ di alcuni giorni fa la notizia che Google ha rinnovato le pagine delle attività su Places. Tra i cambiamenti il più vistoso è senza dubbio la “scomparsa” delle recensioni tratte da siti terzi. Google Places era infatti diventato una sorta di aggregatore di recensioni, mentre oggi riporta solo i commenti pubblicati dagli utenti su Google Hotpot.

Come ricorderete, a seguito delle lamentele di Yelp, qualche mese fa anche TripAdvisor aveva richiesto a Google la rimozione delle sue recensioni, forse perché dopo la nascita di Hotpot, che offre la possibilità agli utenti di rilasciare opinioni direttamente su Google, il sito di recensioni ha iniziato a guardare al colosso di Mountain View come possibile competitor.

leggi l’articolo completo…

Pro e contro della Tassa di soggiorno: necessario il dialogo tra Albergatori e Amministrazioni

leggi l’articolo completo...Il 3 marzo scorso il Governo ha aperto le porte della Penisola alla tassa di soggiorno, dando ai comuni la facoltà di introdurla e ponendo come unica condizione che non superi i 5,00 € a notte. Il 7 luglio è scaduto il termine ultimo per scrivere le regole relative alla nuova imposta, ma non essendo arrivate altre direttive, i Comuni si ritrovano in mano solo un testo ambiguo da interpretare in modo arbitrario.

Dopo Roma, adesso la tassa di soggiorno è stata attivata – non senza accese polemiche – anche a Firenze e Venezia. Ma quali sono i disagi che innegabilmente ha creato e quali al contrario i vantaggi che potrebbe dare al Paese in ambito turistico?

leggi l’articolo completo…

Quanto costa non ottimizzare il sito dell’hotel

leggi l’articolo completo...Vi siete mai chiesti se il sito ufficiale del vostro hotel stia veramente performando al massimo delle sue capacità? Anche se avete da poco rinnovato il sito, avete mai considerato la possibilità che i risultati, magari già migliori di quelli precedenti, potrebbero avere un ulteriore margine di ottimizzazione?

Pensiamo anche soltanto come hotel con siti ben performanti solitamente raggiungano tassi di conversione del 2-6%, il che significa che il 90-95% dei visitatori abbandona il sito senza concludere alcuna transazione, dunque le possibilità di miglioramento anche in questo caso sono vastissime.

leggi l’articolo completo…

Le 4 R dell’Hotel Marketing

leggi l’articolo completo...Qualche giorno fa un amico albergatore mi ha chiesto quali fossero a mio parere i fattori di successo dell’hotel in ambito web e non solo, quelli imprescindibili, che assolutamente oggi ogni hotel dovrebbe tenere presente e coltivare per essere sempre concorrenziale e puntare a una netta disintermediazione. “Bella domanda”, mi sono detto, ma la risposta non è semplice né scontata.

Dopo un’attenta riflessione, sono arrivato alla conclusione che fondamentalmente sono 4 le parole d’ordine che l’hotel non può ignorare, perché da queste dipende tutto l’andamento della struttura, l’apprezzamento dei clienti, la disintermediazione e i risultati economici alla fine dell’anno.

leggi l’articolo completo…

InWYA: la connessione WiFi sociale che accresce la visibilità dell’hotel

leggi l’articolo completo...Immaginatevi un hotspot wi-fi per hotel che non sia una semplice connessione Internet, ma anche un modo per offrire informazioni e servizi utili ai propri ospiti, per ottenere da loro recensioni e per farsi conoscere sulla Rete.

Questa è l’innovativa idea alla base di InWYA (Information… where you are), un servizio nato in Toscana, che abbiamo conosciuto di recente e che a nostro avviso offre alle strutture ricettive opportunità davvero interessante.

leggi l’articolo completo…

Idee virali: “Pacchetto Divorzio” a soli 2.500 €

leggi l’articolo completo...Si entra sposati e si esce divorziati: da alcuni giorni non si fa che parlare dell’”Heartbreak Hotel”, che permette con 2.500 € di prenotare due camere singole e un equipe di avvocati e psicologi che sbrigheranno tutte le pratiche necessarie per il divorzio in un weekend. Oltre a evitare le lunghe trafile burocratiche, è anche un modo per superare senza drammi il difficile momento della separazione in totale relax e tranquillità, con tutto il supporto necessario.

A differenza di quello che molti potrebbero pensare, l’Heartbreak Hotel non è un albergo: si tratta invece di un’agenzia olandese che si è inventata una speciale convenzione con strutture di lusso per offrire ai suoi clienti un servizio alternativo di divorzio. Ma questo non è importante: quello che in effetti colpisce e dovrebbe insegnare molto anche al settore alberghiero, è piuttosto la “viralità” di questa idea.

leggi l’articolo completo…

Quanto fa bene il Web Marketing alla Brand Reputation?

leggi l’articolo completo...In questi giorni ho avuto modo di leggere un articolo sul blog ufficiale di una struttura che affitta appartamenti ad Amsterdam, Htel Serviced Apartment, per condividere con i clienti la soddisfazione per aver raggiunto la posizione n.1 nella categoria “Altre sistemazioni” di TripAdvisor. La struttura in realtà pur essendo prima, ha soltanto 24 recensioni (21 eccellente – 3 molto buono), a fronte delle 59 della seconda struttura classificata (50 eccellente, 8 molto buono e 1 scarso), ma non è questo il punto che intendo approfondire.

L’aspetto interessante della questione è che in questo pezzo si riconosce l’importanza di investire nelle attività di web marketing, social media marketing e disintermediazione, come fattori fondamentali per ottenere un’ottima brand reputation.

leggi l’articolo completo…

Le metriche che contano per valutare le performance online dell’hotel

leggi l’articolo completo...Ogni volta che teniamo un corso di hotel web marketing, gli albergatori accolgono sempre con grande sorpresa e attenzione la parte relativa agli strumenti di Web Analytics e alle metriche da leggere per valutare le performance del sito dell’hotel. CTR, tasso di rimbalzo, visitatori unici e totali, il tasso di conversione e revenue generate, sono tutti criteri che per molti albergatori restano ancora un mistero.

Certo è che spesso le moltissime metriche che troviamo su strumenti come Google Analytics ad un primo impatto possono spaventare e dare al lettore l’impressione di essere sommersi in un mare di numeri e di percentuali incomprensibili.

leggi l’articolo completo…

ReviewPro: Come monitorare la Brand Reputation dell’hotel

leggi l’articolo completo...Fino a qualche anno fa monitorare la reputazione on-line dell’hotel era abbastanza semplice, perché i siti di recensioni che contavano erano ancora un numero abbastanza circoscritto.

Grazie agli Alert gratuiti di Google, Yahoo e TripAdvisor, si poteva avere un’idea abbastanza precisa di quella che era l’opinione della clientela sul Web in relazione alla struttura.

Ma oggi che il fenomeno delle recensioni online ha assunto una dimensione davvero significativa e gli “user generated content” proliferano su un’innumerevole quantità di siti, portali, forum e blog, emerge con forza la necessità di far riferimento a nuovi strumenti specifici per il monitoraggio e la gestione della brand reputation.

leggi l’articolo completo…