Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
domenica 25 settembre 2016

Rate parity: Expedia e Priceline dichiarano guerra a chi non la rispetta

leggi l’articolo completo...Chi va via perde il posto all’osteria. Questo è il succo di quello che ha detto Dara Khosrowshahi, CEO di Expedia, durante un incontro con gli investitori a New York a proposito del rispetto della rate parity.

Infatti Marriott e Hilton hanno lanciato un piano strategico per promuovere a tutti i costi le prenotazioni dirette, e le grandi OTA hanno fatto sapere cosa ne pensano a chiare lettere.

leggi l’articolo completo…

Expedia acquista il portale di case vacanza HomeAway e sfida Airbnb

leggi l’articolo completo...A quanto pare la campagna acquisti 2015 del Gruppo Expedia non è ancora alla fine. Dopo aver rilevato Orbitz e Travelocity, Expedia assorbe anche HomeAway, uno dei più conosciuti portali per l’affitto di case vacanza.

È la sua risposta alla crescita inarrestabile di Airbnb e un modo per riacquistare punti rispetto a Priceline.

leggi l’articolo completo…

Pubblicità su Google: chi si spartisce la torta del Turismo?

leggi l’articolo completo...Da quando Google ha di nuovo cambiato la fisionomia dei suoi risultati di ricerca, la pubblicità a pagamento su AdWords è sempre più importante e i grandi portali e metamotori di ricerca lo sanno.

Un’azienda statunitense svela come sono cresciuti gli investimenti di pay-per-click dal 2012 ad oggi.

leggi l’articolo completo…

Expedia acquista Orbitz: ne resteranno solo due

leggi l’articolo completo...Me lo vedo, Mr Expedia che si presenta negli uffici di Orbitz con una preziosa valigetta contenente 1,6 miliardi di dollari in contanti per chiudere un acquisto che farà tremare il concorrente Priceline.

Già, perché l’acquisizione, già confermata il 12 febbraio, sarà in cash ed arriva a solo pochi giorni da quella di Travelocity, costata ad Expedia 280 milioni di dollari. È chiaro che il colosso teme l’avanzata di Booking.com anche in America, una presenza ingombrante che potrebbe indebolirlo ulteriormente rispetto a Priceline.

leggi l’articolo completo…

Google e le OTA: Priceline fugge, Expedia ringrazia

leggi l’articolo completo...I legami molto stretti si sa, sono sempre rapporti di amore/odio. E vista la semi-dipendenza che lega le grandi agenzie di viaggi online a Google, che veicola da sempre il grosso del traffico a pagamento e non alle OTA, anche in questo caso non poteva essere diversamente.

A pochi giorni dalla pubblicazione dei risultati per il terzo trimestre 2014 delle due major del turismo online – Expedia e Priceline – emergono sentimenti contrastanti riguardo al loro legame con Google. C’è chi escogita nuovi sistemi per riguadagnare autonomia e chi invece pensa di aumentare gli investimenti nel nuovo metamotore di ricerca di Big G.

leggi l’articolo completo…

Priceline acquista Buuteeq: ecco perché investire sul canale diretto dell’hotel

leggi l’articolo completo...Siti web con responsive design, CMS per gestire tutti i contenuti web, strumenti di web analytics per controllare le performance online, strategie marketing per incrementare le prenotazioni dirette: tra poco Priceline potrà fare anche questo per gli hotel?

Quello che è certo è che il portale proprietario di Booking.com ha annunciato oggi di aver acquistato Buuteeq, un’agenzia web specializzata in servizi digitali per strutture alberghiere.

leggi l’articolo completo…

Quello che le OTA non dicono: disintermediare sempre più difficile

leggi l’articolo completo...In questi giorni mi sono imbattuto in due notizie che, se accostate l’una all’altra, ben rappresentano lo scenario online in cui è costretto a muoversi l’hotel indipendente oggi.

Da una parte Priceline ed Expedia si fanno la guerra a suon di milioni di dollari di advertising su Google, mangiandosi i risicati margini di disintermediazione dell’hotel. Dall’altro, le OTA aumentano le relazioni con le piccole strutture indipendenti, che ben presto si renderanno conto di non essere più così indipendenti…

leggi l’articolo completo…

Priceline e Booking.com aprono le porte alle case vacanza

leggi l’articolo completo...L’ha detto anche Arthur Frommer, fondatore del mitico forum di viaggi Frommer’s, che tra i trend travel di maggior portata del 2012 c’è da annoverare senz’altro “la sostituzione delle Camere d’albergo con Appartamenti e Case Vacanza”.

La crisi e le difficoltà economiche hanno spinto molti viaggiatori a cercare soluzioni di soggiorno più economiche e indipendenti e questo ha favorito l’esplosione di siti di home rentals come Homeaway, FlipKey e AirBnB. Anche alle OTA non è sfuggita questa evoluzione del mercato e Priceline si è già mosso in questo senso, aprendo le porte di Booking.com a una nuova fetta di utenti. Quelli che amano il soggiorno self-catering.

leggi l’articolo completo…

A Priceline Kayak, a Expedia Trivago: le OTA si spartiscono l’Europa

leggi l’articolo completo...Anche in tempi di festa il mercato del turismo non si ferma e a pochi giorni da Capodanno  Expedia annuncia che nella prima metà del 2013 formalizzerà la sua acquisizione del 61,6% di Trivago, sito di recensioni e motore di ricerca hotel tra più conosciuti d’Europa.

Costo dell’operazione, 632 milioni di dollari in denaro e azioni. Il tutto – neanche a dirlo – a pochi mesi di distanza dall’annuncio di acquisto da parte di Priceline di Kayak, metamotore di ricerca voli e hotel che va forte soprattutto in USA, alla cifra di 1,8 miliardi di dollari.

leggi l’articolo completo…

OTA: Expedia e Priceline dominano ma crescono le prenotazioni dirette

leggi l’articolo completo...Il panorama distributivo del turismo online è oggi estremamente complesso e frammentato: quali scenari si prospettano per il futuro?

La CNN Money – Fortune, attingendo ad alcuni studi di PhocusWright, fotografa con grande chiarezza la situazione dei maggiori player della distribuzione internazionale e svela come andrà plasmandosi l’universo distributivo, tra OTA in crescita e altre destinate a scomparire.

leggi l’articolo completo…

Priceline: il successo delle tariffe opache per l’hotel

leggi l’articolo completo...Trasformare l’invenduto con tariffe molto aggressive senza danneggiare il brand dell’hotel non è impossibile: all’estero, in particolare negli Stati Uniti, gli hotel ricorrono sempre più spesso alle offerte a “tariffe opache” sui portali come Hitwise e Priceline.

Recentemente anche in Italia qualcosa si sta muovendo (basti vedere la sezione Top Secret Hotels di lastminute.com)

Per rinfrescarvi la memoria, se non lo ricordate, questo tipo di offerte di cui abbiamo già parlato anche qui su Booking Blog, permettono agli utenti di prenotare a tariffe molto scontate hotel anche di alta categoria, a patto di conoscerne il nome solo dopo la conclusione della prenotazione.

leggi l’articolo completo…

Travel mobile: in crescita le prenotazioni last minute e last hour

leggi l’articolo completo...Lastminute e lasthour sono le due modalità di prenotazione in crescita per chi viaggia con iPhone o smartphone al seguito: il trend è stato rilevato dal portale turistico Priceline, che ha analizzato le prenotazioni avvenute nel corso di un periodo di due settimane tramite l’applicazione per iPhone “Negotiator”, recentemente rilasciata.

Jeffrey Boyd, Presidente e CEO dell’azienda, già nel 2009 aveva predetto che nel tempo le offerte messe a disposizione dai dispositivi mobile e il comportamento dei consumatori sarebbero a tal punto cambiati che i viaggiatori si sarebbero mano a mano sentiti sempre più a loro agio nel prenotare all’ultimo minuto, magari durante il tragitto in aereo o addirittura arrivati a destinazione.

leggi l’articolo completo…

Offerte Opache: Abbassare i Prezzi senza essere scoperti!

leggi l’articolo completo...Le cosiddette “offerte opache” (opaque biddings) rappresentano un innovativo modello di marketing, lanciato già da tempo e con successo negli Stati Uniti, da alcuni portali online come Priceline e Hotwire.

Queste OTA presentano offerte e pacchetti last minute, riguardanti voli e alloggi (generalmente 4 o 5 stelle) in località rinomate a prezzi molto scontati (dal 35 fino al 50%).

leggi l’articolo completo…

Come controllano le recensioni false i social network?

leggi l’articolo completo...Dopo le recenti polemiche su TripAdvisor e la sua gestione delle recensioni false, sorge spontaneo chiedersi che cosa effettivamente facciano sia TripAdvisor che gli altri social network di recensioni turistiche per controllare i commenti.

I sistemi sono vari e più o meno efficienti. Mentre alcuni siti, pur essendo meno conosciuti e frequentati, hanno dimostrato di sforzarsi per rendere il sistema attendibile, il controllo di TripAdvisor sulle recensioni false risulta a mio avviso non essersi ancora adeguato agli standard degli altri competitor.

Di seguito le strategie dichiarate dai vari social media e portali:

leggi l’articolo completo…