Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Saturday 18 November 2017

Group Pricing – Come massimizzare la revenue per le prenotazioni dei gruppi

group pricing hotelIl business dei viaggi di gruppo è un buon affare per gli hotel? Come gestire le tariffe dei gruppi per massimizzare i ricavi? Anche nelle strutture più grandi ed organizzate, non accade di rado che il Revenue Management venga curato dal reparto vendite. Il direttore del reparto vendite deve principalmente riempire la struttura e spesso si focalizza sul business dei gruppi senza però preoccuparsi di ottimizzare tariffe e revenue. Questo costa a molti hotel decine di migliaia di euro.

leggi l’articolo completo…

Quando le recensioni di TripAdvisor raddoppiano il tasso di conversione…

recensioni tripadvisor raddoppiano tasso di conversioneDal 25 luglio 2007, Hayes & Jarvis è stato il primo tour operator a pubblicare le recensioni di TripAdvisor nelle pagine di descrizione degli hotel. TripAdvisor ha recentemente annunciato il risultato dell’operazione: i viaggiatori che consultano le recensioni di TripAdvisor convertono due volte di più rispetto agli altri.
leggi l’articolo completo…

Gli Americani ora acquistano più viaggi on-line che off-line

prenotazioni on-line acquisto viaggi USAIl 2007 è stato il primo anno in cui, negli Stati Uniti, sono stati acquistati più viaggi on-line che off-line. E’ questo il risultato del “Consumer Travel Trends Survey” di PhoCusWright: “il divario percentuale fra on-line ed off-line è destinato ad aumentare, e sempre più viaggiatori sceglieranno Internet per la pianificazione e l’acquisto delle proprie vacanze.”

Dal 51% dei viaggiatori che ha prenotato on-line nel 2007 si passerà infatti al 56% nel 2008 ed al 60% nel 2009.

leggi l’articolo completo…

Aggiornare i contenuti per mantenere efficace il sito dell’hotel

sito web hotel aggiornato e rilevanteIl sito web dell’hotel è finalmente on-line? Non dovete avere l’impressione che la maggior parte del lavoro sia stata completata. Il sito web è uno degli strumenti di marketing più potenti e meno costosi a vostra disposizione: va trattato come qualsiasi altro investimento ed utilizzato al massimo del suo potenziale.

Soprattutto se il sito ha ormai qualche anno di vita, è fondamentale assicurarsi che rimanga aggiornato ed interessante e che i visitatori continuino ad avere un’esperienza positiva e gratificante quando lo visitano.

leggi l’articolo completo…

Expedia lancia un nuovo programma di certificazione per gli hotel

expedia certificazione hotelExpedia ha da poco annunciato il lancio di “Expedia Rate and Inventory Channel Management Certification”. Con questa certificazione, Expedia è in grado di assicurare ai suoi partner che i software di channel management e rate allocation che usano sono compatibili con il l’inventario ed i modelli tariffari di Expedia.
 

leggi l’articolo completo…

L’Italia lascia il segno. Tanti saluti a Italia.it

portale italia.itDopo meno di un anno di vita, Venerdì 18 Gennaio è stato oscurato Italia.it, il portale dei record negativi. Il sito, costato ufficialmente 45 milioni di euro, doveva rappresentare l’Italia nel mondo. Tante e sorprendenti le carenze strutturali, dalla bassa usabilità all’uso eccessivo di flash e animazioni inutili; un portale partito con poche idee e curato con contenuti e funzionalità del tutto insufficienti.

leggi l’articolo completo…

Dalla prima ricerca su Google alla prenotazione – qual è il percorso dei viaggiatori?

Da Google a PrenotazioneGoogle UK e ComScore hanno unito le forze per condurre negli scorsi mesi un’approfondita indagine sul rapporto fra viaggiatori on-line e motori di ricerca. Il risultato? I viaggiatori usano i motori di ricerca per pianificare ed acquistare viaggi in modo molto più sofisticato rispetto al passato.

Nel primo trimestre del 2007, 20 milioni di persone nel Regno Unito hanno utilizzato motori di ricerca per trovare informazioni di viaggio. Fra la prima ricerca e la prenotazione possono però passare diverse settimane…

leggi l’articolo completo…

User Experience, Funzionalità e Semplicità – il “coma informativo” del turismo nel Web 2.0

web 2.0 informazioniL’industria turistica on-line si trova continuamente a dover fare in fretta scelte importanti. Nonostante la sua buona elasticità, il comportamento dei utenti on-line si sta evolvendo a velocità critiche.

Nel tentativo di rispondere, in così poco tempo, all’esuberanza di questo nuovo consumatore, siti in stile Web 2.0 come TripAdvisor o Yahoo! Travel hanno lasciato un po’ da parte  la cosiddetta “user experience”, la funzionalità e la semplicità a favore di: design appariscenti; informazioni sovrabbondanti e poco organizzate; “possibilità innovative” per gli utenti (senza neanche chiedersi se è quello che gli utenti vogliono).

Una ricerca della Forrester di pochi mesi fa indica che negli Stati Uniti le prenotazioni on-line sono in calo nonostante l’aumento dei visitatori dei corrispondenti siti turistici.

leggi l’articolo completo…

Alla ricerca dell’esperienza di viaggio – Nasce Kango, l’aggregatore di recensioni

kangoFondato da Yen Lee, ex direttore generale di Yahoo!Travel, Kango è un’applicazione che aggrega ed organizza la miriade di comunità e siti di recensioni turistici presenti nella rete.

La ricerca di viaggio on-line può essere un’attività dispersiva e spesso frustrante; quando un viaggiatore ha bisogno di un aiuto per deciderere dove andare e cosa fare, è costretto ad “andare a caccia” di informazioni attraverso decine di siti diversi. Kango si propone di risolvere il problema…

leggi l’articolo completo…

Il Pay Per Click influisce sui risultati organici di Google?

pay per click risultati organici googleLe campagne Pay Per Click influiscono in qualche modo sui risultati organici di Google? Sono in molti gli albergatori che hanno avuto almeno una volta la sensazione di un calo nel posizionamento al termine di una campagna Pay Per Click. Il sospetto è che Google reagisca alla fine del Pay Per Click come alla fine di una “tangente”.

La verità è che è molto difficile dimostrare che esista un collegamento diretto tra una campagna PPC e la classifica dei risultati organici; nella nostra esperienza non abbiamo mai osservato niente del genere. Si aggiunga che per Google il danno all’immagine sarebbe incalcolabile, ed il prezzo da pagare davvero troppo alto per rendere plausibile un legame nascosto di questo genere.

Tuttavia, uno dei modi migliori per rendere più efficace il posizionamento organico è sicuramente un’aggressiva campagna di Pay Per Click. Vediamo perché…

leggi l’articolo completo…

Intervista al direttore di TripIt Gregg Brockway

tripit gregg brockwayUno dei siti turistici più interessanti rilasciati negli ultimi mesi è sicuramente TripIt. Questo intelligente “travel planner” aiuta i viaggiatori ad organizzare meglio le proprie vacanze: l’utente invia al sito le e-mail di conferma delle prenotazioni (hotel, voli, autonoleggi etc…) e TripIt crea automaticamente, in base alle date e alle località, degli itinerari di viaggio pieni di consigli ed informazioni utili.

Tim Hughes riporta nel suo blog "The Boot" il risultato di una sua recente intervista al fondatore di TripIt, Gregg Brockway.

leggi l’articolo completo…

I 10 principali “buoni propositi” degli albergatori per l’Internet Marketing del 2008

internet marketing 2008 hotelNel 2008, il 40% circa di tutte le prenotazioni alberghiere saranno generate da Internet (rispetto al 33% nel 2007 ed al 29% nel 2006). Almeno un altro terzo sarà influenzato da Internet, ma effettuato off-line. Entro la fine del 2010, oltre il 45% delle prenotazioni sarà effettuato on-line (Merrill Lynch).

A più di 13 anni di distanza dalla prima prenotazione on-line, gli albergatori stanno sfruttando pienamente questo drammatico passaggio del canale di distribuzione off-line a quello on-line? Come è possibile evitare la mercificazione del prodotto alberghiero causata dagli intermediari? Come può l'Hotel aumentare la propria quota di mercato diretto on-line e fidelizzare i propri clienti?

Le “Hotelier’s 2008 Top Ten Internet Marketing Resolutions”, presentate da Max Starkov e Jason Price di Hospitality eBusiness Strategies (HeBS) per l’ottavo anno consecutivo, forniscono alcune di queste risposte. E lo fanno in modo molto schietto (e francamente anche condivisibile…).

leggi l’articolo completo…

Mobile Search – Google sa dove siamo (video in inglese)

google my locationGoogle ad oggi è in grado di individuare automaticamente dove siamo. L’utente che naviga su Internet con il cellulare potrà far rilevare a Google il proprio posizionamento, quindi cercare attrazioni e servizi locali nella versione mobile delle mappe.

Come fa Google a scoprire il nostro posizionamento? Alcuni cellulari hanno il GPS integrato, e Google usa questa funzionalità per determinare la nostra posizione con la massima accuratezza. Per i cellulari senza GPS, la posizione viene determinata in base alla triangolazione fra stazioni  radio, con un margine di errore entro al massimo un paio di chilometri.

leggi l’articolo completo…