Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Monday 25 June 2018

Google Hotel Ads: una novità per differenziarsi dalle OTA

leggi l’articolo completo...Google Hotel Ads si sta dimostrando uno dei servizi preferiti dai nostri clienti, perché la visibilità garantita dalla piattaforma ha pochi eguali online. Se dobbiamo proprio muovere una critica alla piattaforma, probabilmente uno dei suoi difetti più visibili è l’impossibilità di settare il numero di ospiti desiderati durante la fase di ricerca.

Dai risultati di ricerca per brand, è possibile cercare solo camere per due persone che, per quanto le più comuni, non coprono l’inventario di praticamente nessun hotel. Per chi lavora molto con il segmento business – dove le singole sono la norma – e con le famiglie, si tratta di un limite davvero notevole alla visibilità delle proprie tariffe migliori.
leggi l’articolo completo…

Dovere e Piacere – La crescita del settore bleisure secondo Expedia

leggi l’articolo completo...I viaggi di lavoro sembrano un’eccitante fuga dal tran tran giornaliero solo per chi li vede da casa; le trasferte sono stressanti emotivamente e fisicamente, e spesso con poco tempo per ricaricare le batterie fra una riunione e l’altra.

Per questo motivo più della metà dei viaggi di lavoro vengono estesi per unire al dovere un po’ di piacere, aggiungendo al mix qualche attività leisure. Una nuova ricerca condotta da Expedia Group Media Solution analizza per questo la crescita sostanziale del fenomeno “bleisure”, dove il confine fra business e leisure si fa sempre più sfocato.

leggi l’articolo completo…

App contro Mobile: la ricerca di Google

leggi l’articolo completo...C’è poco da fare: mentre i grandi canali di distribuzione tentano in tutti i modi di essere la prima e unica fermata per prenotare un hotel online, gli utenti preferiscono ancora andare alla caccia del miglior affare possibile.

I viaggiatori spendono moltissimo tempo a spulciare dal proprio cellulare decine di siti e app per trovare la migliore offerta, scegliere la struttura più giusta per le proprie esigenze e chiarirsi le idee con le recensioni degli ospiti precedenti.
leggi l’articolo completo…

La tua SEO è a prova d’estate?

leggi l’articolo completo...Sei sicuramente preso dai preparativi per un’altra estate di fuoco, ma questo non significa che tu o la tua agenzia possiate fare a meno di dare una rinfrescata alla tua SEO prima dei mesi più caldi.

Be’, allora è il momento di tornare a sporcarsi le mani, perché l’algoritmo di Google non si ferma ad attendere i primi freddi per muovere il tuo sito ufficiale in su o in giù nella classifica.

Per aiutarti nel compito, ecco alcuni consigli che ti aiuteranno a dominare le ricerche di Google questa estate.
leggi l’articolo completo…

ETTSA: le prenotazioni dirette costano quanto quelle indirette. Ma è davvero così?

leggi l’articolo completo...I costi sostenuti per spostare le prenotazioni sul canale diretto sono marginali o addirittura negativi in termini di revenue per l’hotel.” Questo è quello che sostiene la ETTSA in unno studio appena pubblicato. Un’affermazione forte ma soprattutto molto discutibile.

La European Technology and Travel Services Association (l’associazione degli intermediari) si fa forte di uno studio commissionato a un gruppo di economisti specializzati nel settore, ma la nostra esperienza ci mostra che le prenotazioni dirette nella maggior parte dei casi sono meno costose di quelle indirette.

leggi l’articolo completo…

Ecco i nuovi strumenti di Instagram per le imprese

leggi l’articolo completo...Instagram sarà nato come una piattaforma per condividere i propri migliori scatti, ma negli ultimi due anni moltissime imprese hanno capito le potenzialità di marketing di una piattaforma così visiva e con un pubblico così fidelizzato.

Oggi oltre 200 milioni di utenti attivi ogni giorno visitano un profilo aziendale per connettersi e comunicare con le aziende che amano, compresi gli hotel.

Per questo Instagram ha deciso di migliorare i propri tool a disposizione delle imprese, così da rendersi ancora più centrale in ogni strategia di marketing e comunicazione degna di questo nome.

leggi l’articolo completo…

I Metasearch non sono più solo un’opzione – Intervista Esclusiva a Ullrich Kastner di MyHotelShop

leggi l’articolo completo...I metasearch sono uno degli argomenti più polarizzanti fra gli addetti ai lavori, con opinioni che spesso differiscono in maniera sostanziale. C’è chi considera i metamotori poco più di costosi giocattoli per un hotel indipendente e chi, al contrario, ritiene che la battaglia per la visibilità e le prenotazioni dirette passi proprio da loro.

Ullrich Kastner, giovane CEO e fondatore di MyHotelShop, è un così strenuo sostenitore della seconda visione da averci costruito intorno la sua azienda, che si occupa proprio di advertising sui metamotori di ricerca per gli hotel.

Ulli si è reso disponibile per una chiacchierata sul futuro delle tecnologie alberghiere, sui metamotori e sulle opportunità per gli hotel di riprendere il controllo delle proprie vendite online.

leggi l’articolo completo…

Come trasformare il proprio hotel in una macchina da upselling

leggi l’articolo completo...Possiamo parlarne in maniera più o meno pratica, preferire l’aspetto più creativo o quello più tecnico, ma indubbiamente ci appassioniamo al digital marketing per hotel con un solo obiettivo in testa: generare più revenue diretto dal sito ufficiale.

Più che un obiettivo diciamo che ne siamo, giustamente, ossessionati. A differenza della maggior parte degli acquisti online, però, la transazione fra un cliente e una struttura non termina con la semplice prenotazione.
leggi l’articolo completo…

Come fare marketing con Instagram Stories

leggi l’articolo completo...Fare buon hospitality marketing significa saper raccontare l’hotel e la destinazione in modo coinvolgente e appassionante. Non è un caso che uno dei prodotti di punta di Instagram si chiami proprio “Storie” e sia di sicuro la tipologia di contenuto più apprezzato da intere generazioni di consumatori.

Instagram Stories è un formato a schermo intero che permette agli utenti di condividere contenuti creativi, video o foto, che vengono cancellati auotmaticamente dopo 24 ore dalla pubblicazione. A fine dello scorso anno erano attivi più di 300 milioni di account su Instagram Stories, e metà delle imprese che lavorano con Instagram pubblicano almeno una Storia al mese.
leggi l’articolo completo…

Come far iscrivere gli utenti alla propria mailing list?

leggi l’articolo completo...Se non vuoi spendere troppo per le tue campagne di marketing, le email rimangono lo strumento migliore per costruire una presenza online forte e con un’incidenza costo ragionevole.

Siamo tutti più affascinati dal nuovo, ma il vecchio email marketing rimane uno dei metodi migliori per creare traffico di qualità, curare i propri contatti e generare prenotazioni.

Quando si guarda puramente ai dati, una campagna email ha un ritorno sull’investimento del 4400%; ogni euro speso porta in media 44 euro in risultati di marketing.
leggi l’articolo completo…

Come interagire con i propri clienti (e creare business)

leggi l’articolo completo... La bella stagione è qui fra noi e probabilmente per molti di voi è il periodo più caldo dell’anno, con l’alta stagione che è alle porte e l’alta occupazione non è più una chimera.

Ma quello che molti albergatori dimenticano è che questo è anche il momento giusto per giocare tutte le carte a vostra disposizione per conquistare e fidelizzare gli ospiti, creando con loro un rapporto personale che non dimenticheranno facilmente.

leggi l’articolo completo…

Il manifesto Microsoft per il futuro del business travel

leggi l’articolo completo...Il business travel è un mercato da 1,3 trilioni di dollari, un segmento spesso poco considerato ma su cui tante compagnie leader del settore hanno costruito i propri successi globali. Nonostante si tratti di un’industria fortemente basata sulla tecnologia e sullo snellimento dei propri processi produttivi, poco è cambiato nella sostanza negli ultimi dieci-quindici anni.

Almeno questa è l’idea di Microsoft, che ha prodotto in questi giorni un Manifesto il cui scopo è quello di stimolare una conversazione nel settore, cercando di svecchiare un mercato che si espande ma che pare in sostanza immutabile nei mezzi.
leggi l’articolo completo…

I clienti passano sempre più spesso da TripAdvisor

leggi l’articolo completo...Nonostante non ci piaccia ammetterlo, sappiamo quanto TripAdvisor rimanga uno dei punti saldi nel percorso d’acquisto di moltissimi viaggiatori. Quello che non sappiamo è quanti siano, questi viaggiatori, e i numeri sono indubbiamente impressionati.

Uno studio condotto da comScore intitolato “Path to Purchase” ha analizzato 12 dei maggiori mercati al mondo e ne ha analizzato l’attività su più di 325 siti di prenotazione, notando un dato piuttosto interessante: TripAdvisor raggiunge il 60% di tutti i viaggiatori che hanno ricercato e poi prenotato una vacanza online nel secondo e terzo trimestre del 2017.
leggi l’articolo completo…

I trend del 2018 per un viaggio davvero eco-sostenibile

I trend del 2018 per un viaggio davvero eco-sostenibilePer celebrare l’Earth Day del 22 aprile, Booking.com ha pubblicato il suo ultimo report sul viaggio sostenibile, in cui analizza i trend del travel fra i viaggiatori più attenti all’ambiente.

La ricerca è stata commissionata da Booking.com e condotta indipendentemente su un campione di adulti che hanno effettuato un viaggio o ne hanno pianificato uno negli ultimi dodici mesi. Il sondaggio ha raccolto le risposte di 12.134 utenti sparsi su 12 mercati diversi, compresa l’Italia.
leggi l’articolo completo…