Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Monday 23 July 2018

Maggiore trasparenza su Airbnb: lo chiede l’Europa

leggi l’articolo completo...Gli hotel hanno da sempre gli occhi puntati su Airbnb e su quello che rappresentano nel settore dell’ospitalità, ma ora anche l’Unione Europea inizia a drizzare le antenne.

La Commissione Europea ha infatti avvertito la compagnia di Home Sharing che i suoi termini e condizioni sono in pieno contrasto con la normativa europa a tutela dei consumatori, specialmente per quanto riguarda i prezzi.
leggi l’articolo completo…

Airbnb e il boom dell’esperienze in Italia

leggi l’articolo completo...Parliamo spesso di turismo esperienziale, ma abbiamo sempre fatto un po’ fatica a misurarlo. Ma davvero è così rilevante nel nostro Paese, rimasto sotto molti aspetti cristallizzato ai primi anni Settanta? I dati condivisi da Airbnb sull’argomento sono per questo soprendenti (ma non troppo): l’Italia è il primo Paese in Europa e il secondo al mondo nelle Esperienze.

Le esperienze, nel gergo di Airbnb, sono le attività organizzate da persone del luogo vendute sul portale di home sharing e che possono riguardare i più svariati temi: cibo, arte, sport, moda, fotografia e tanti altri.
leggi l’articolo completo…

Il pallino dei viaggiatori? Sempre meno Airbnb, sempre più Google

leggi l’articolo completo...Nonostante la polemica nei riguardi di Airbnb da parte degli addetti ai lavori non sembra proprio volersi arrestare, a quanto pare l’interesse dei viaggiatori per la sharing economy sta sensibilmente calando rispetto al passato.

Secondo lo studio Portrait of American Travellers di MMGY Global, basato sulle opinioni di 3.000 americani che hanno compiuto perlomeno un viaggio negli ultimi dodici mesi, solo il 33% degli intervistati è interessato a soggiornare in una casa in affitto breve; un calo notevole rispetto al 41% del 2017 e anche al 37% del 2016.
leggi l’articolo completo…

Come ispirarsi ad Airbnb per scrivere contenuti che funzionano

leggi l’articolo completo...Chi lavora nell’hotellerie non ha una grandissima opinione di Airbnb, vero, ma è impossibile negare la capacità della piattaforma di coinvolgere i propri clienti con ottimi contenuti: Airbnb e i suoi host si preoccupano di offrire ai propri ospiti tutte le informazioni e le personalizzazioni possibili.

Questo si traduce in un flusso costante di contenuti legati alla destinazione durante tutti i punti di contatto fra il cliente e la piattaforma. Gli ospiti così si sentono più a proprio agio – chi è del resto che non soffre almeno un poco di ansia pre-partenza? – e pronti al proprio soggiorno.
leggi l’articolo completo…

Airbnb apre agli hotel con commissioni bassissime e uso del channel manager

I segnali erano già nell’aria da un po’, ma ora è ufficiale: Airbnb consentirà agli hotel di offrire il proprio inventario utilizzando anche channel manager esterni, diventando di fatto un canale ufficiale di distribuzione alberghiera.

Il primo a offrire ai propri clienti Airbnb fra i propri canali di distribuzione sarà SiteMinder dal marzo 2018, sebbene stia già testando la funzionalità con varie strutture sparse per il globo.

Non si tratta di una partnership esclusiva: probabilmente molte piattaforme offriranno la connessione diretta ad Airbnb nei prossimi mesi, considerato che già oggi molti Hotel e B&B hanno inserito manualmente la propria offerta sulla piattaforma di home sharing.
leggi l’articolo completo…

Come battere Airbnb con le sue stesse armi

Airbnb offre un prodotto diverso dagli hotel, per quanto tutto sommato in diretta concorrenza con l’offerta alberghiera.

Eppure, ci sono cose che Airbnb può insegnarci e che potrebbero essere utili per intercettare nuova clientela, al contempo coinvolgendo in maniera più efficace quella che già ci appartiene.
leggi l’articolo completo…

L’impatto di Airbnb sul revenue degli hotel

leggi l’articolo completo...Abbiamo trattato in passato come Airbnb abbia il potenziale per influenzare negativamente il giro d’affari complessivo degli hotel, e una ricerca della Boston University sembra corroborare questa sensazione mostrando un legame fra il numero di proprietà su Airbnb in una specifica destinazione e il revenue mensile degli hotel nella stessa zona.
leggi l’articolo completo…

Airbnb e il nuovo programma per competere con gli hotel

leggi l’articolo completo...Se pensavate di già che Airbnb vi stesse “rubando” la clientela, aspettate di vedere cos’ha in serbo per gli hotel. Il campione della sharing economy è infatti vicino al lancio di un nuovo servizio che permetterà agli utenti di selezionare solo case di qualità certificata.

Il programma, le cui sperimentazioni inizieranno in queste settimane con un gruppo ristretto di proprietà, vedrà ispettori di Airbnb controllare personalmente le case assicurando che rispettino tutti gli standard di qualità prefissati dall’azienda.

leggi l’articolo completo…

Turismo ecosostenibile: Booking e Airbnb svelano gli ultimi trend di settore

leggi l’articolo completo...Lavoriamo con gli hotel da più di dieci anni, ma raramente vediamo strutture che si impegnano davvero per proporsi come hotel ecosostenibili.

Un vero peccato, perché le stime dicono che nel prossimo futuro i viaggiatori saranno sempre più interessati a soggiornare in questo tipo di strutture. In occasione della Giornata Mondiale della Terra, Booking.com e Airbnb hanno pubblicato due studi che mettono in evidenza questo trend.

leggi l’articolo completo…

TripAdvisor Rentals fa come Airbnb: i proprietari di case vacanza possono recensire gli ospiti

Recensioni proprietari tripadvisor rentalsAirbnb fa scuola: TripAdvisor Rentals, che riunisce le piattaforme per l’affitto di case vacanza private di TripAdvisor, permetterà ai proprietari di recensire gli ospiti proprio come accade sul colosso di Brian Chesky.

Qualcuno ha parlato di “rivoluzione”, altri di “apertura” verso un modo più equo di gestire la reputazione da parte del Gufo. Ma frenate l’entusiasmo: siamo molto lontani da una realtà in cui un albergatore potrà dare un’opinione libera su un ospite dell’hotel!

leggi l’articolo completo…

Airbnb acquista Luxury Retreats e si apre al lusso

Dopo l’accordo con la catena di hotel di prestigio Chateaux & Hotels, Airbnb fa una nuova mossa nel modo del lusso e acquisisce Luxury Retreats, una piattaforma per l’affitto di case di lusso con sede a Montreal, in Canada.

Una mossa che dimostra come Airbnb stia pianificando un’apertura decisa verso un mercato che fino ad oggi sembrava appannaggio dei soli hotel di lusso.

leggi l’articolo completo…

STR Global mette a confronto ADR e occupazione di Airbnb e hotel

STR Global offre un’interessante fotografia del mercato turistico globale, mettendo a confronto la tariffa media giornaliera e i tassi occupazionali di Airbnb con quelli di strutture alberghiere in 13 mercati globali tra il 2013 e oggi.

È la prima volta che i dati proprietari di Airbnb sono messi a disposizione per un’analisi di questo tipo.

leggi l’articolo completo…

Airbnb sigla un accordo con il gruppo Chateaux & Hotels: che cosa cambia per gli hotel?

Quando abbiamo intervistato Airbnb ad ottobre, abbiamo chiesto al suo portavoce se l’azienda non avesse in mente qualcosa per fare un accordo con le strutture alberghiere. Ci rispose che Airbnb è una piattaforma aperta e che qualunque professionista che abbracciasse la filosofia del portale sarebbe stato ben accetto, ma che di accordi non ce n’erano in previsione.

Qualcosa invece è cambiato, perché qualche giorno fa Airbnb ha siglato uno storico accordo con la catena alberghiera Chateaux & Hotels Collection e tra poco le 500 proprietà alberghiere compariranno su Airbnb.

leggi l’articolo completo…

Airbnb: il 49% dei viaggiatori disposti a sostituire un hotel per un alloggio privato

Chi ha paura di Airbnb non sarà certo contento dei risultati di uno studio pubblicato dalla Morgan Stanley, che suggerisce una forte crescita del sito di alloggi privati a scapito degli hotel (soprattutto indipendenti).

Nell’ultimo anno Airbnb ha aumentato il suo giro d’affari del 12% e sempre più persone sono disposte a lasciare da parte i tradizionali hotel per le sue soluzioni. Le OTA dal canto loro sembrano invece godere di ottima salute.

leggi l’articolo completo…