Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Saturday 06 June 2020

Come sfruttare le potenzialità di Facebook per rafforzare la brand awareness dell’hotel

leggi l’articolo completo...Qualcuno ancora esita. Qualcuno ancora pensa sia solo una moda passeggera destinata,  prima o poi, a ridimensionarsi e continua a sottovalutare la necessità di lavorare seriamente alla costruzione di una visibilità a tutto campo sui Social Network.

Ma, come spesso ripetiamo, anche chi si è finalmente risoluto ad affacciarsi sulla piazza virtuale, sembra continuare ad ignorare le straordinarie potenzialità a disposizione per la promozione e il marketing nel settore dell’ospitalità.

leggi l’articolo completo…

Facebook e Twitter: solo per le grandi catene o anche per le piccole strutture?

leggi l’articolo completo...Uno dei nostri lettori, in un articolo di qualche giorno fa, commentava così una case history dedicata alla gestione di Facebook e Twitter in hotel: “Chi riesce a farlo sono essenzialmente le catene o gruppi di una certa entità! La singola struttura, magari di media grandezza non ha risorse sufficienti (in termini di tempo e denaro x investire su una persona) da dedicare a FB/Twitter. Come anche scritto nel vostro articolo, il requisito fondamentale affinché arrivino dei risultati concreti è quello di essere sempre presenti e soprattutto interattivi!!”.

Certo sono stati colti tre punti fondamentali del Social media marketing alberghiero: ci vuole tempo, ci vogliono risorse umane, bisogna essere sempre presenti e attivi. Ma davvero solo le catene alberghiere possono sfruttare efficacemente questo canale?

leggi l’articolo completo…

Fan Page di Facebook: come gestire la comunicazione in tutte le lingue che vogliamo

leggi l’articolo completo...Creare più Fan Page a seconda delle lingue di interesse. Scrivere il doppio post in italiano e in inglese. Scrivere il post in italiano e riportare la relativa traduzione nel commento. Molti sono gli espedienti che gli albergatori hanno adottato per rispondere ad una esigenza fondamentale per il funzionamento della pagina Facebook dell’hotel: riuscire a gestire la comunicazione con i fan di tutto il mondo.

Come fare per raggiungere utenti in tutto il mondo? Come comunicare con i numerosi clienti stranieri nella loro lingua? La pratica più frequentemente adottata è quella della redazione dei post soltanto in lingua inglese. Vediamo così sempre più Fan Page di strutture ricettive italiane gestite totalmente in lingua inglese.

leggi l’articolo completo…

Twitter e Facebook in hotel: 10 “must” per farli decollare

leggi l’articolo completo...Quante volte ho sentito dire frasi del tipo “I social network per gli hotel non funzionano. Sono complicati, ci vuole tempo, ci vogliono persone adatte. Non vale la pena investirci.”

Proprio perché noi invece crediamo fermamente nell’utilità e nel valore dei social network per le strutture ricettive, siamo sempre a caccia di case study interessanti che vi permettano di capire in modo pratico come far funzionare Facebook e Twitter anche per il vostro hotel.

leggi l’articolo completo…

Promozioni: meglio via e-mail che sui Social Media

leggi l’articolo completo...Moltissimi responsabili marketing, sia nel settore travel che non, pensano principalmente ai Social Media come a un canale per fare promozione, per diffondere offerte e sconti nella speranza di attrarre nuovi visitatori e acquirenti sul sito ufficiale.

Certo questa è una delle possibilità, di certo non la principale. Lo dimostrano alcuni studi condotti in particolare negli Stati Uniti, dove l’utilizzo quotidiano di Social network come Facebook e Twitter è ormai un fatto ordinario per molte fasce di età.

leggi l’articolo completo…

Tutti i suggerimenti per promuovere l’attività social dell’hotel

leggi l’articolo completo...Social media: c’è chi è convinto che siano la nuova frontiera del web marketing turistico, chi invece li relega alla sfera dell’intrattenimento. Una cosa è certa: come abbiamo ribadito molte volte, tra utilizzarli in modo errato e non utilizzarli affatto, è sicuramente preferibile la seconda ipotesi. I social media sono infatti strumenti con grandi potenzialità promozionali, a patto che vengano promossi adeguatamente a loro volta.

Se avete una pagina Facebook, un profilo Twitter del vostro hotel o svolgete attività su qualunque altro social, dovete esserne voi i primi promotori. Troppo spesso capita di vedere attività social svolte in maniera totalmente svincolata dal resto dell’attività promozionale. Ad esempio approdare su siti internet di hotel e scoprire solo per caso che esiste anche una pagina Facebook, perchè da nessuna parte si trova alcun riferimento.

leggi l’articolo completo…

Hotel UK e USA: più promozioni, investimenti, social e mobile

leggi l’articolo completo...Come avvicinare e fidelizzare un maggior numero di clienti nel 2011 seguendo la crescita delle nuove tecnologie? Come conquistare un maggior numero di ospiti offrendo un valore aggiunto al loro soggiorno? Investire o meno su social media e mobile?

Alcuni sondaggi condotti da TripAdvisor tra febbraio e marzo 2011 su un campione di circa 1.500 albergatori (500 inglesi e 1.000 americani) rivelano alcuni trend significativi sugli investimenti marketing del budget nel 2011.

leggi l’articolo completo…

5 Lezioni di Social Media Marketing dall’Hard Rock Hotel di Las Vegas

leggi l’articolo completo...Era il 2006 quando per una notte mi sono trovato a Las Vegas e ho deciso di soggiornare all’Hard Rock Hotel and Casino. Ricordo perfettamente l’enorme chitarra illuminata a giorno con i neon multicolori che sovrastava il tetto, l’immenso parcheggio e io che non riuscivo a trovare l’entrata tanto era mastodontica la struttura.

A Las Vegas tutto ciò che è standard ha in realtà dimensioni che a noi Europei sembrano straordinarie: i letti, le piscine, il casinò, la SPA. Tutto sembra un inestricabile labirinto, tanto grande da poter contenere l’intera popolazione di uno dei nostri paesi di provincia. Strutture profondamente lontane dai nostri hotel, il cui valore risiede spesso nelle dimensioni raccolte, negli spazi intimi ed ospitali, nei piccoli dettagli sorprendentemente accurati e a portata d’uomo.

leggi l’articolo completo…

6 Modi per raggiungere e mantenere il successo su Facebook

leggi l’articolo completo...Ormai quasi tutte le strutture commerciali, alberghiere e non, hanno la propria pagina Facebook dalla quale cercano di trarre ricavi e attirare nuovi clienti. Ma il business funziona davvero? E se sì, quali le best practices da adottare?

Torniamo dunque a parlare di social media, e in particolare di Facebook, con uno studio sulle Fan Page alberghiere proposto da Hotel Marketing Strategies. Il team di Seventh Art Media ha esaminato 2500 post di pagine Facebook relative a 75 brand alberghieri.

leggi l’articolo completo…

Quanto sono Social le aziende italiane?

leggi l’articolo completo...Non mi sorprendono affatto i risultati dell’ultimo studio dello IULM di Milano dedicato all’utilizzo dei Social media nelle aziende italiane: il panorama dipinto è quello di una penisola ancora lenta nell’approccio ai nuovi canali di comunicazione sociali.

Guido di Freia, responsabile del master Social media marketing dello IULM, ha chiarito come lo studio mirasse a rilevare il grado di SocialMediAbility delle nostre aziende, indice che traduce in sé tre fattori identificativi della capacità di utilizzare i canali sociali in modo strategico, ovvero “orientamento 2.0, gestione ed efficacia delle azioni adottate”.

leggi l’articolo completo…

Business e leisure: come cambia la ricerca online dell’hotel

leggi l’articolo completo...Business e leisure: due diverse tipologie di viaggiatori, due diverse modalità di ricerca sul web. L’ultimo studio della Cornell University “How Travelers Use Online and Social Media Channels to make Hotel-choice Decisions” focalizza particolarmente l’attenzione proprio sull’approccio alla ricerca online di viaggiatori business e leisure.

L’esigenza di questo studio nasce soprattutto dalla vertiginosa crescita nell’utilizzo dei social media come strumenti di pianificazione per i viaggi.

leggi l’articolo completo…

5 Consigli Preziosi per il Social Media Marketing dell’hotel

leggi l’articolo completo...Un nostro articolo dello scorso settembre (Facebook per hotel: ci vuole una cultura più “social”) si chiudeva con la domanda Credete anche voi che la cultura “social” non sia ancora abbastanza radicata e diffusa in Italia?

Oggi, a distanza di alcuni mesi, possiamo rispondere che no, fra gli albergatori non si è ancora diffusa una mentalità veramente “social”.

leggi l’articolo completo…

BTO 2010: Video Intervista esclusiva a Josiah Mackenzie

leggi l’articolo completo...La scorsa settimana al BTO 2010 abbiamo avuto il piacere di scambiare qualche opinione con Josiah Mackenzie – esperto statunitense di web marketing turistico, conosciuto nel settore soprattutto come autore e creatore del blog Hotel Marketing Strategies.

Parlando di social media e albergatori, siamo riusciti anche a “strappargli” un’intervista in esclusiva.

leggi l’articolo completo…

SEO vs. Social Media: chi porta più traffico

leggi l’articolo completo...
Può il Social Media Marketing in quanto fonte di visite e traffico ad un sito, sostituire l’attività di ottimizzazione sui motori di ricerca? Recentemente in Rete si discute anche di questa tematica (ad esempio Problogger).

Per quanto ad una prima occhiata il quesito mi sia sembrato assurdo, poiché si tratta di due attività completamente diverse, di fatto molti blogger e responsabili marketing – soprattutto in USA – hanno incrementato il budget dedicato a questo nuovo settore, spesso a scapito delle attività di web marketing più tradizionali, tra cui anche il SEO.

leggi l’articolo completo…