Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Tuesday 21 November 2017

Quando aumentano i visitatori e diminuiscono le Revenue…

Dietro ogni business di successo c’è la capacità di misura i fattori che contano veramente nel raggiungere gli obiettivi commerciali. Internet, in questo caso, offre strumenti estremamente efficaci, perché, diversamente da qualsiasi altro mezzo, tutte le attività di ogni potenziale cliente lasciano tracce misurabili.

Molti di voi avranno familiarità con Google Analytics, uno strumento che ci può dare dati importanti fino ai minimi dettagli sull’uso che i nostri utenti fanno del sito; dobbiamo però saper scegliere quali indicatori sono veramente importanti per il nostro hotel. I KPI (indicatori chiave di prestazione) non sono tutti uguali…

leggi l’articolo completo…

Trovare personale che sappia risolvere i problemi dei clienti

La scorsa settimana Tonino Russo, Sales & Marketing Manager del "Crowne Plaza – Stabiae Sorrento Coast", ci ha gentilmente suggerito un articolo molto interessante da pubblicare su Booking Blog. Invitiamo tutti a consigliare articoli e temi di discussione, o semplici miglioramenti del blog, scrivendo un’e-mail a info@bookingblog.com.

Qui su Booking Blog abbiamo evidenziato spesso come un servizio efficiente e personalizzato faccia la vera differenza nel giudizio che i vostri ospiti hanno dell’hotel. Oggi ci occupiamo quindi della selezione di un personale che sia in grado risolvere efficacemente i problemi dei clienti.

leggi l’articolo completo…

Siete pronti a reagire alla depressione economica? #4 – Anatomia del direttore d’hotel esperto di Internet

Sono le 1.20 di notte ed il direttore sta rivedendo costi e profitti dell’ultimo mese; le spese sono molto più alte di quanto ci si aspettava. Non è una situazione piacevole, ma la vera brutta notizia è che i profitti previsti per i mesi successivi sembrano insufficienti anche solo a coprire le spese. Bisogna fare qualcosa, alla svelta.

Questo scenario non è raro; la sfida è di riuscire a far aumentare le entrate e/o tagliare le spese, ma profondi tagli alle spese di solito hanno un impatto negativo sul livello di servizio; un livello di servizio più povero porta meno entrate, che portano ad ulteriori tagli e così via… Come reagisce un direttore di hotel esperto di Internet?

leggi l’articolo completo…

Cosa rende un hotel “ottimo” o “pessimo” secondo i viaggiatori di TripAdvisor

TripAdvisor ha annunciato i risultati della sua ultima indagine che ha coinvolto più di 2,200 viaggiatori internazionali; è stato chiesto quali siano le principali caratteristiche, positive e negative, che determinano la qualità di un hotel.  Scopriamo insieme le risposte dei viaggiatori…
 

leggi l’articolo completo…

La storia di Expedia – Dalla crisi del 2005 al vostro giudizio nel 2008

Le agenzie di viaggio online che hanno formato Expedia avevano una pessima relazione con gli hotel fornitori. Il modo in cui Expedia è riuscita, almeno parzialmente, a risolvere la situazione è molto istruttivo. Se la situazione è completamente risolta o no, ce lo dovrete dire voi commentando questo articolo!

Ma vediamo come si è evoluta la storia di Expedia negli ultimi anni. Con il crollo del mercato dei viaggi in seguito all'11 settembre, gli hotel stavano cercando un modo di vendere l’eccesso di camere vuote a basso prezzo. In questo momento storico, determinante per l’industria alberghiera, il presidente dell'InterActive Corp, Barry Diller, ha acquistato Expedia.com insieme a Hotels.com e Hotwire.

leggi l’articolo completo…

“Glocale”, il futuro linguaggio del web #2 – Come cambia la comunicazione del sito dell’hotel

Per l'industria dei viaggi, la combinazione di locale e globale (il cosiddetto “glocale”) porta con sé l'idea di localizzazione dell’offerta turistica.

Di fronte a utenti web con scarsa scolarizzazione e interessati prevalentemente a ciò che è loro familiare (lingue, abitudini, prodotti locali), per l’hotel è fondamentale proporre un unico sito che abbia tante versioni “glocali”. Non una semplice traduzione del sito originale, ma piuttosto un adattamento culturale e linguistico dell'immagine dell'hotel, della sua comunicazione e promozione online.

leggi l’articolo completo…

Il viaggiatore di nuova generazione

Negli ultimi anni, il progresso tecnologico ha reinventato il modo in cui i fornitori di prodotti e servizi di viaggio propongono la loro offerta sul mercato. La nuova indagine pubblicata da Ypartnership e PhoCusWright, “Next Generation Traveler”, mostra come la tecnologia emergente abbia avuto un effetto altrettanto profondo sul comportamento dei viaggiatori.

Il campione intervistato è composto da 2,559 adulti statunitensi utenti di Internet che hanno soggiornato in hotel almeno una volta negli ultimi 12 mesi. Qual è quindi il profilo del “Viaggiatore di nuova generazione”?

leggi l’articolo completo…

“Glocale”, il futuro linguaggio del web #1 – Dalla Cina alla Russia, i nuovi mercati turistici

In un recente articolo pubblicato nell’Harvard Business Review (n. 1-2 2008), il docente universitario Vito Di Bari prevede la comparsa della “longer tail” per il 2015. A partire dall’innovativo concetto di “long tail” promosso da Chris Anderson, Di Bari ha ipotizzato che nel futuro gli utenti saranno sempre più interessati alle caratteristiche locali specifiche di ogni destinazione.

Non è difficile prevedere che, entro il prossimo decennio, il numero di utenti web aumenterà progressivamente; non si avrà tanto un aumento del numero di utenti esperti, ma piuttosto degli utenti con un livello basso di alfabetizzazione informatica ma in possesso dei dispositivi tecnologici necessari per accedere al web. Un esempio particolarmente eloquente è il caso della Cina…

leggi l’articolo completo…

Expedia in tribunale – niente tasse sulle commissioni

Alcune delle maggiori agenzie di viaggio online stanno fronteggiando un’ondata di denunce da parte di funzionari pubblici di 6 città americane. Una delle sfide più dure si è delineata lunedì nella Corte Suprema della Georgia: funzionari di Atlanta rivendicano che Travelocity, Orbitz, Expedia ed altre 14 agenzie di viaggio online siano debitori nei confronti della città di milioni di dollari di tasse non versate.

Simili denunce sono state depositate anche a Los Angeles, Filadelfia, Miami, Chicago e Branson. I procedimenti contestano gli schemi tariffari utilizzati dalle agenzie di viaggio online.

leggi l’articolo completo…

Dall’America all’Europa, l’occupazione diminuisce, le tariffe aumentano

Secondo Smith Travel Global, l’occupazione alberghiera a livello mondiale è in calo in tutte le regioni, esclusi il Medio Oriente e l’Africa, benché le tariffe e le revenue continuino ad aumentare.

Nel mese di Luglio, l’occupazione in America è calata dell’1.9% rispetto al 2007, nonostante la crescita nel Sud America. Il RevPAR per l’America è aumentato solo dello 0.9%, e la tariffa media giornaliera è aumentata del 2.9% fino a raggiungere $108.58.

leggi l’articolo completo…

Albergatori, attenti a scrivere recensioni false su Booking.com

Il 7 Agosto 2008, Officialwire.com ha pubblicato un articolo che riguardava supposte “truffe” da parte di Booking.com. La Storia comincia il 2 Agosto, quando  Yiorgos Yiannios, dipendente di Booking.com, sospetta che alcune prenotazioni sul sito siano "fraudolente", effettuate dal proprietario dell’hotel per poter scrivere recensioni false. Una pratica che tutti conosciamo e che non ci stupisce troppo…
 
Quello che è un po’ meno scontato è la conclusione della vicenda. Senza attendere una “difesa” da parte dell’albergatore, Yiannios ha eliminato l’hotel da Booking.com.

leggi l’articolo completo…

L’imprevedibile comportamento online del consumatore di viaggi

Karen Grinter di Global Reviews, un’azienda australiana che si occupa di studiare il comportamento dei consumatori,  ha condotto un breve test sulla navigazione web di 98 utenti incaricati di: 1. Trovare il volo più economico da Melbourne a Perth, con arrivo a destinazione prima di mezzanotte. 
 
2. Trovare l’hotel più economico a Brisbane con le seguenti caratteristiche: con piscina; situato a 5 minuti dai giardini botanici; spesa totale per 2 notti inferiore ai 400 dollari.    
 
Il test ha confermato quello che in molti già sanno: il comportamento dei consumatori è imprevedibile e sfugge apparentemente a qualsiasi logica…

leggi l’articolo completo…

Revenue Management – il segreto NON è abbassare le tariffe!

Dopo il corso di Revenue Management di Franco Grasso e la pubblicazione dei suoi articoli qui su Booking Blog, ci siamo resi conto che si è creato a volte un malinteso. Franco Grasso insiste spesso sul tema della resistenza psicologica degli albergatori a pubblicare tariffe più basse. Questo non significa che le tecniche di Revenue Management siano basate sull’abbassamento delle tariffe; il Revenue Management è finalizzato ad aumentare i profitti dell’hotel vendendo, ogni singolo giorno, al “prezzo più giusto” che spingerà gli utenti a prenotare. Prezzo che può essere anche molto più alto della vostra attuale “rack rate”.

Vi riproponiamo quindi un commento che ci ha lasciato Giuseppe Savoca, direttore dell’ Hotel D'Orange D'Alcantara, perché siamo sicuri che alcuni suoi dubbi siano condivisi da tanti altri albergatori. Speriamo che la risposta di Sergio Farinelli ma soprattutto le osservazioni di Grasso possano chiarire alcuni malintesi.

leggi l’articolo completo…