Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
domenica 23 novembre 2014

Pubblicato il Country Brand Index: turismo e cultura ci salvano

leggi l’articolo completo...La scorsa settimana vi abbiamo invitato a gettare le classifiche e a rivalutare i punti forti che rendono l’Italia ancora un meta amata dai viaggiatori. Questa settimana torniamo con lo sguardo rivolto a un ranking, perché non si tratta di una classifica qualunque. Parliamo del Country Brand Index 2014-15 di Futurebrand, l’analisi che stabilisce una classifica dei Paesi in base alla forza della percezione che suscitano.

L’Italia è al diciottesimo posto, ma almeno difende la sua presenza nella Top 20.

leggi l’articolo completo…

Hotel su Facebook: da gennaio stop ai post promozionali

leggi l’articolo completo...A pochi mesi dalla notizia che non sarà più permessa alcuna azione di “like-gating” – ossia l’incentivo a mettere like in cambio di sconti o benefit – Facebook torna a colpire le aziende che sperano di utilizzare ancora il social network per farsi pubblicità gratuitamente.

Da gennaio 2015 infatti Big F promette una cura drastica contro quelle Pagine fan che utilizzano i post organici soprattutto per promozioni e offerte speciali. Per l’hotel è il momento di aprire bene le orecchie e imparare a fare social media marketing come si deve.

leggi l’articolo completo…

Google Business View: se e come vale la pena investire nel virtual tour di Google per l’hotel

leggi l’articolo completo...Sono davvero tanti gli hotel che ci chiedono se e come poter avere il Virtual Tour di Google. Per questo, a due anni di distanza dal lancio, torniamo a parlare del Google Business View, il servizio per la creazione di tour virtuali ideato da Google.

Per capire come stanno le cose, abbiamo fatto una chiacchierata con un fotografo certificato e abbiamo raccolto per voi delle indicazioni preziose per sapere come muovervi.

leggi l’articolo completo…

Check-in fai da te in hotel: quando l’uomo e la tecnologia non vanno d’accordo

leggi l’articolo completo...Potrà la macchina sostituire l’uomo? La domanda che ha attanagliato scrittori e intellettuali di tutti i tempi con gli occhi protesi verso l’avvenire colpisce oggi anche l’Ospitalità.

Tra scenari inquietanti di un futuro troppo tecnologico e catene alberghiere che già sperimentano servizi ai confini del possibile, la Cornell University pubblica uno studio in cui mette in guardia gli albergatori. La tecnologia può aiutare, ma se non è utilizzata correttamente, può diventare un ostacolo al servizio di qualità.

leggi l’articolo completo…

Turismo italiano: dimentichiamo le classifiche, concentriamoci sui punti forti

leggi l’articolo completo...Abituati ormai ai vergognosi scandali e alle classifiche inclementi che vedono l’Italia perdere colpi e turisti rispetto ad altre destinazioni, si è tentati di pensare che il Turismo in Italia sia solo un immane disastro, una scommessa fallita.

Per fortuna c’è anche chi non si ferma alle apparenze e ci riporta un po’ di ottimismo: un recente articolo di Antonio Preiti e un interessante studio semantico sulla percezione dei viaggiatori in vacanza nel nostro Paese, dicono che non tutto è da buttare.

leggi l’articolo completo…

Investimenti per l’hotel: come sfruttare le recensioni per fare quelli giusti

leggi l’articolo completo...La scorsa settimana ho visitato un cliente per progettare insieme la realizzazione del nuovo sito internet dell’hotel. Durante il colloquio è emerso che l’alta qualità del servizio offerto non era percepita adeguatamente dai clienti, visto anche il posizionamento poco soddisfacente sui siti di review.

Il proprietario però mi ha detto di aver analizzato con lo staff le recensioni: insieme hanno deciso di cambiare la colazione e di fornire più prodotti freschi, nota dolente di molti commenti. Questo è l’approccio giusto per fare miglioramenti: non importa guardare lontano, basta leggere quello che dicono gli ospiti per capire dove conviene investire.

leggi l’articolo completo…

Instagram per hotel: 8 regole per lanciare un concorso esplosivo (come quello di Booking)

leggi l’articolo completo...I concorsi fotografici su Instagram sono ormai molto di più che una moda passeggera. Sono un must per brand di tutti i settori, dalla moda all’enogastronomia, passando per il Turismo e l’Ospitalità.

Hotel, catene alberghiere, destinazioni, regioni e nazioni ne hanno fatto uso a piene mani sia in Italia che all’estero. E anche tra le OTA gli ottimi esempi non mancano, a partire da Booking.com, che ha appena lanciato il suo contest fotografico internazionale. Ma cosa c’è da sapere per organizzare un contest fotografico su Instagram?

leggi l’articolo completo…

Google e le OTA: Priceline fugge, Expedia ringrazia

leggi l’articolo completo...I legami molto stretti si sa, sono sempre rapporti di amore/odio. E vista la semi-dipendenza che lega le grandi agenzie di viaggi online a Google, che veicola da sempre il grosso del traffico a pagamento e non alle OTA, anche in questo caso non poteva essere diversamente.

A pochi giorni dalla pubblicazione dei risultati per il terzo trimestre 2014 delle due major del turismo online – Expedia e Priceline – emergono sentimenti contrastanti riguardo al loro legame con Google. C’è chi escogita nuovi sistemi per riguadagnare autonomia e chi invece pensa di aumentare gli investimenti nel nuovo metamotore di ricerca di Big G.

leggi l’articolo completo…

Millennial: amano viaggiare, ma per ora a basso costo

leggi l’articolo completo...I Millennial, ovvero i nati tra il 1977 e il 2000, saranno i viaggiatori del futuro: solo in USA già ora sono 80 milioni e costituiscono il 25% della popolazione. Per questo le grandi catene alberghiere si stanno organizzando per adattare le loro strutture alle necessità di questa fascia di viaggiatori, come la Marriott, che ne ha fatto un vero mantra.

Ma forse molti non hanno fatto i conti con l’oste. Sì, è vero, saranno i viaggiatori di domani, ma oggi sono pronti per scegliere i nostri hotel?

leggi l’articolo completo…

Google+: scarica la prima guida gratuita per hotel

leggi l’articolo completo...Google+, il social network di Google, resta oggi un mistero per molti albergatori: è utile o meno per l’hotel? E se è utile, come ottenere dei risultati in termini di visibilità ed engagement?

Ecco perché la redazione di Booking Blog si è messa nei vostri panni e ha realizzato la prima guida online gratuita dedicata all’hotel: “Google+ per Hotel: dieci mosse per trasformare una città fantasma in una metropoli affollata”.

leggi l’articolo completo…

TripAdvisor lancia Just for You: una bella mossa per differenziarsi

leggi l’articolo completo...Negli ultimi tempi sul web si è fatto un gran parlare di come personalizzare l’esperienza dell’utente e figurati se il Gufo sarebbe rimasto fermo a guardare.

È solo di qualche giorno fa la notizia che TripAdvisor ha lanciato la nuova funzionalità “Just for You – Solo per te”, per personalizzare al massimo la ricerca dell’hotel. Qualcuno dice che è un modo per manipolare i risultati di ricerca e incrementare le revenue. Per noi c’è molto di più.

leggi l’articolo completo…

Social Media Marketing: come trasformare i collaboratori nei migliori Ambasciatori dell’hotel

leggi l’articolo completo...Probabilmente quando sentite parlare di social media sul posto di lavoro – ovvero in hotel – non riuscite ad evitare che un leggero brivido vi percorra la schiena. Qualcuno di voi penserà che Facebook e Twitter siano solo una inutile distrazione dalle mansioni quotidiane dei vostri collaboratori. Altri sono terrorizzati dalla fuoriuscita di informazioni incontrollate e magari imbarazzanti.

Ma c’è chi invece di demonizzare i social e vietare il loro utilizzo in hotel, ha trovato il modo di rendere i membri del team i migliori “Hotel Ambassadors” di sempre.

leggi l’articolo completo…

Marketing turistico: come trasformare il viaggiatore in un co-creatore del brand

leggi l’articolo completo...Date loro un paesaggio e vi costruiranno una destinazione. Date loro un’idea e vi costruiranno un brand.

Ovviamente sto parlando dei viaggiatori, degli ospiti. Quelli che ogni giorno, con le loro foto, i video e i contenuti condivisi sui social media – senza saperlo e senza chiedere niente in cambio – sanno dare un volto autentico alle destinazioni turistiche e raccontare la storia del vostro hotel.

leggi l’articolo completo…

Hotel & Eye-tracking: immagini, descrizioni e recensioni sono il grilletto che spinge all’acquisto

leggi l’articolo completo...Prenotare una vacanza online non è poi così diverso da fare shopping in un negozio: entro, mi guardo intorno, passo in rassegna gli hotel disponibili, sono attratto da quelli che mi sembrano più belli, controllo il prezzo e le recensioni e infine acquisto.

Ma che cosa pesa di più nella mia scelta? Le stelle, la posizione, il prezzo, le recensioni? La Cornell University ha studiato con un software di eye-tracking i comportamenti di un campione di utenti durante una prenotazione e ha evidenziato su quali dettagli sono stati più soliti soffermarsi con lo sguardo e con la mente.

leggi l’articolo completo…