Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Monday 18 June 2018

I 10 Internet trend 2018 che dovete conoscere

leggi l’articolo completo...Che cosa sta accadendo su Internet a livello globale? Quali sono i trend che tutti devono conoscere per non perdere la bussola nel proprio business?

Mary Meeker pubblica il suo attesissimo Internet Trends 2018, un report utilizzato da esperti di tutto il mondo come punto di riferimento per i futuri investimenti, anche nell’hospitality. Condividiamo insieme i 10 punti più succosi di questo report.
leggi l’articolo completo…

Amazon e il futuro delle prenotazioni online

leggi l’articolo completo...Nell’industria del travel si parla spesso di “disruption”, spesso identificandola in una nuova tecnologia che cambierà totalmente l’esperienza di ricerca, prenotazione e soggiorno per i viaggiatori e, di conseguenza, per gli hotel.

Eppure l’attenzione potremmo rivolgerla non solo alla tecnologia, ma ai leader nella vendita di prodotti e servizi in altri mercati, aziende multinazionali con i mezzi economici e tecnologici per entrare nel settore travel come protagonisti. Una ricerca di OAG ci mostra come già oggi molti viaggiatori sarebbero disposti a prenotare su piattaforme come Amazon e Facebook se fosse offerta loro la possibilità.

leggi l’articolo completo…

I 5 vantaggi di investire in Metasearch

leggi l’articolo completo...Sebbene le OTA rappresentino da anni la fetta più grande delle prenotazioni indirette di un hotel, i siti di metaricerca come Kayak, Trivago, TripAdvisor e Google stanno diventando sempre più centrali nelle discussioni sulla distribuzione e sul web marketing alberghiero.

Del resto, dal punto di vista del consumatore, i portali di metasearch hanno il vantaggio rispetto a OTA e canale diretto di poter essere utilizzati come unico punto di contatto per tutta l’esperienza di acquisto, dalla fase di ispirazione fino alla prenotazione vera e propria.
leggi l’articolo completo…

Come funziona l’algoritmo di Instagram?

leggi l’articolo completo...Tutti quelli che lavorano nei social media hanno sentito dire – o hanno detto – la frase “è colpa dell’algoritmo!” per giustificare i risultati non proprio esaltanti di una campagna organica. L’algoritmo che gestisce la rilevanza dei contenuti nelle bacheche degli utenti è spesso fonte di frustrazione per gli operatori del settore, spesso perché ammantato da assoluto mistero.

Se l’algoritmo di Facebook, per quanto tuttora segreto, è stato più volte sommariamente descritto da parte dell’azienda di Zuckerberg, quello di Instagram è stato per molto tempo un enorme punto interrogativo. Almeno fino a oggi.
leggi l’articolo completo…

Siti per hotel: 5 consigli per evitare costosi scivoloni

leggi l’articolo completo...“Vogliamo un sito moderno. Con grandi foto. Che faccia emozionare.” La maggior parte dei nostri clienti, quando arriva da noi per fare un nuovo sito per l’hotel, ci chiede questo. Si preoccupa soprattutto dell’estetica e si dimentica della funzionalità.

Ma il bello a tutti i costi può costare una fortuna all’hotel.
leggi l’articolo completo…

Come ispirarsi ad Airbnb per scrivere contenuti che funzionano

leggi l’articolo completo...Chi lavora nell’hotellerie non ha una grandissima opinione di Airbnb, vero, ma è impossibile negare la capacità della piattaforma di coinvolgere i propri clienti con ottimi contenuti: Airbnb e i suoi host si preoccupano di offrire ai propri ospiti tutte le informazioni e le personalizzazioni possibili.

Questo si traduce in un flusso costante di contenuti legati alla destinazione durante tutti i punti di contatto fra il cliente e la piattaforma. Gli ospiti così si sentono più a proprio agio – chi è del resto che non soffre almeno un poco di ansia pre-partenza? – e pronti al proprio soggiorno.
leggi l’articolo completo…

5 strumenti con cui ispirarsi per i contenuti Social

leggi l’articolo completo...Non sempre è facile trovare argomenti di cui parlare nei contenuti social del proprio Hotel.

Anche i professionisti alcune volte fanno fatica, specialmente quando i clienti non sono molto ricettivi alle richieste di materiale fresco da condividere coi fan.

Esistono fortunatamente tanti strumenti e metodi con cui trovare ispirazione, offrendoci nuovi stimoli su cui creare post che assicurino una buona reazione da parte del pubblico. Andiamo a vederne 5 insieme.
leggi l’articolo completo…

Perché i video mobile sono la nuova frontiera dell’hotel marketing

leggi l’articolo completo...Di video si è sempre parlato tanto nel mondo dell’ospitalità, eppure gli hotel che investono seriamente in questa strategia sono ancora pochi.

Un vero peccato, perché sia nei tanti Paesi emergenti che a livello globale, le ispirazioni di viaggio nascono proprio grazie ai contenuti video.
leggi l’articolo completo…

I trend dell’Estate secondo trivago

leggi l’articolo completo...L’estate è alle porte e i tuoi futuri ospiti stanno già pregustando le proprie meritate vacanze dopo un anno di lavoro. Eppure i viaggiatori di oggi non sono gli stessi anche di un paio di anni fa: sono cambiate le mete più ambite, così come i prezzi medi.

Per questo trivago ha deciso di analizzare le tendenze di viaggio per questa estate sia nel mercato interno e straniero, per vedere da dove arrivano i tuoi futuri ospiti e quanto sono intenzionati a spendere rispetto all’anno precedente.
leggi l’articolo completo…

I millennial americani spendono e spenderanno di più in viaggi

leggi l’articolo completo...Viene facile trascurare i Millennial nelle proprie strategie, perché sono sempre stati una generazione con poche possibilità economiche e tante pretese. Ma ora le cose stanno cambiando, almeno negli Stati Uniti, con i Millennial che premono il piede sull’acceleratore delle vacanze.

Secondo la ricerca Travelport U.S. Vacation Survey, un terzo degli americani (38%) è più probabile che viaggi quest’estate rispetto all’anno precedente.
leggi l’articolo completo…

Inizia una vera conversazione con i tuoi clienti, già nella ricerca

leggi l’articolo completo...L’obiettivo della tecnologia di consumo è di essere così intuitiva da sembrare naturale già al primo approccio, motivo per cui le persone stanno cambiando il modo con cui vi interagiscono.

Questo vale anche nella pianificazione del viaggio attraverso la ricerca, con gli utenti che stanno iniziando a usare più frequentemente chiavi di ricerca conversazionali, ovvero query strutturate sotto forma di domande che si potrebbero porre naturalmente a una persona fisica.
leggi l’articolo completo…

Google Hotel Ads: una novità per differenziarsi dalle OTA

leggi l’articolo completo...Google Hotel Ads si sta dimostrando uno dei servizi preferiti dai nostri clienti, perché la visibilità garantita dalla piattaforma ha pochi eguali online. Se dobbiamo proprio muovere una critica alla piattaforma, probabilmente uno dei suoi difetti più visibili è l’impossibilità di settare il numero di ospiti desiderati durante la fase di ricerca.

Dai risultati di ricerca per brand, è possibile cercare solo camere per due persone che, per quanto le più comuni, non coprono l’inventario di praticamente nessun hotel. Per chi lavora molto con il segmento business – dove le singole sono la norma – e con le famiglie, si tratta di un limite davvero notevole alla visibilità delle proprie tariffe migliori.
leggi l’articolo completo…

Dovere e Piacere – La crescita del settore bleisure secondo Expedia

leggi l’articolo completo...I viaggi di lavoro sembrano un’eccitante fuga dal tran tran giornaliero solo per chi li vede da casa; le trasferte sono stressanti emotivamente e fisicamente, e spesso con poco tempo per ricaricare le batterie fra una riunione e l’altra.

Per questo motivo più della metà dei viaggi di lavoro vengono estesi per unire al dovere un po’ di piacere, aggiungendo al mix qualche attività leisure. Una nuova ricerca condotta da Expedia Group Media Solution analizza per questo la crescita sostanziale del fenomeno “bleisure”, dove il confine fra business e leisure si fa sempre più sfocato.

leggi l’articolo completo…

App contro Mobile: la ricerca di Google

leggi l’articolo completo...C’è poco da fare: mentre i grandi canali di distribuzione tentano in tutti i modi di essere la prima e unica fermata per prenotare un hotel online, gli utenti preferiscono ancora andare alla caccia del miglior affare possibile.

I viaggiatori spendono moltissimo tempo a spulciare dal proprio cellulare decine di siti e app per trovare la migliore offerta, scegliere la struttura più giusta per le proprie esigenze e chiarirsi le idee con le recensioni degli ospiti precedenti.
leggi l’articolo completo…