Iscriviti subito alla Newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per:
  1. rimanere aggiornato ogni settimana sulle strategie di web marketing indispensabili per promuovere l'hotel su Internet;
  2. non perdere mai le ultime novità del mercato turistico nazionale ed internazionale pubblicate su Booking Blog™;
  3. Accedere ai BONUS esclusivi riservati agli iscritti alla newsletter
...perché aspettare?
L'iscrizione è assolutamente gratuita!
Nota: tuteliamo la tua privacy.
La tua e-mail è sicura, non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click.

Booking Blog™ – Il blog del Web Marketing Turistico

QNT Hospitality - Soluzioni web per il turismo
 
Tuesday 23 July 2019

Design vincente per siti di hotel: alcuni consigli utili

leggi l’articolo completo...

 

È vero che il sito web del vostro hotel dovrebbe parlare di voi, della vostra unicità. A tal fine, il copy e la comunicazione verbale fanno la parte del leone, come abbiamo visto in un recente articolo.

Tuttavia la progettazione grafica e l’intero progetto di web design non va assolutamente sottovalutata

leggi l’articolo completo…

Strategie PPC per il 2020: suggerimenti per trasformare i clic in prenotazioni

leggi l’articolo completo...

Una campagna PPC di successo ha sempre alla base una buona strategia di marketing che tenga conto dei diversi obiettivi in ogni fase del percorso di vendita.

Vediamo insieme alcuni aspetti da considerare nel pianificare gli annunci pubblicitari con il modello Pay per Clic.

leggi l’articolo completo…

Come sfruttare in pieno i big data del vostro hotel

leggi l’articolo completo...

I dati, al giorno d’oggi, sono la chiave di volta in moltissimi settori, compresi l’hospitality e il travel. La mole di preziose informazioni che possono fornire sui vostri ospiti non è da sottovalutare.

Anzi, andrebbe sfruttata al meglio per comprendere i comportamenti dei viaggiatori, intercettarne i bisogni specifici e anticiparli con processi ottimizzati che aumentino le prenotazioni dirette.

leggi l’articolo completo…

[BTO 2019] La cancellazione gratuita piace tanto alle OTA

leggi l'articolo completoIl problema della cancellazione gratuita delle prenotazioni nel travel è sempre più spinoso, soprattutto nella corsa al ribasso delle OTA.

Ora più che mai, in linea con le nuove tendenze delle prenotazioni alberghiere e i limiti stringenti imposti dai gestori delle carte di credito, la cancellazione gratuita fa tanto gola all’ospite indeciso. E diventa strumento di marketing e mezzo di vantaggio competitivo delle OTA sugli hotel.

Alla BTO 2019 il tema della cancellazione gratuita è al centro di una tavola rotonda nutrita da Alessandro Bartolucci, CEO di Besaferate.com, Alessandro Massimo Nucara, Direttore Generale Federalberghi, Roberto Necci, Presidente Centro Studi Federalberghi Roma e Lorenzo Vidoni,General Manager Hotel President Lignano Sabbiadoro. leggi l’articolo completo…

Le prenotazioni dirette guadagnano terreno sulle OTA

leggi l’articolo completo...

A livello globale, l’egemonia delle OTA ha fagocitato, per anni, percentuali importanti di prenotazioni dirette a scapito dei booking engine degli hotel.

La battaglia per la disintermediazione, che abbiamo sempre sostenuto con convinzione, non sembrava portare i risultati sperati.

Del resto, con gli enormi investimenti in visibilità dei portali e la posizione di dominanza di partnership tra giganti, non pensavate di poter competere alla pari.
leggi l’articolo completo…

Il legame segreto fra reputazione e vendite dirette

La reputazione online di un hotel è fondamentale per tanti motivi. Con una brand reputation alta ti puoi permette più clienti, migliori e disposti a pagare di più. Questi concetti sono ormai pacifici, come sono di pubblico dominio molti metodi ormai classici con cui migliorare la reputazione online.

Esiste però un altro fattore che aiuta a raggiungere una migliore reputazione online: la percentuale di prenotazioni dirette sul sito ufficiale dell’hotel.
leggi l’articolo completo…

Perché i clienti abbandonano la prenotazione?

Il mercato delle prenotazioni online sta crescendo così tanto ogni anno che ormai sembra quasi strano accettare prenotazioni telefoniche. A molti è addirittura capitato di vedere ospiti prenotare la camera dal cellulare… quando erano già nell’hotel.

Eppure, secondo uno studio di SaleCycle, l’81% delle prenotazioni viene abbandonato, con milioni di vendite non finalizzate i cui ricavi è meglio non calcolare.

Vediamo insieme quali sono le 5 motivazioni per cui un visitatore medio abbandona la prenotazione, fornendovi al contempo soluzioni reali per migliorare, sensibilmente, il vostro tasso di conversione.

leggi l’articolo completo…

Premier Inn, la catena UK che non usa le OTA

leggi l’articolo completo...Nel 2016 la distribuzione della catena alberghiera britannica Premier Inn è stata controllata in gran parte dal canale diretto, il quale ha generato l’87% delle prenotazioni. Si tratta di un risultato a dir poco sorprendente, tanto più se confrontato con quello che riescono a ottenere catene più prestigiose quali Hilton (30% di prenotazioni dirette), Hyatt (25%) e InterContinental Hotels Group (IHG, 36%).

Nell’analizzare le ragioni di un successo di tale portata ci sono alcune considerazioni da fare. Premier Inn opera soprattutto nel Regno Unito, dove il brand storico è molto conosciuto.

leggi l’articolo completo…

Reputazione online: perché le prenotazioni dirette portano recensioni positive

reputazione onlineAumentare le prenotazioni dirette sul sito ufficiale dell’hotel non aiuta solo a far crescere le revenue, ma anche ad avere una migliore reputazione online.

Lo dice ReviewPro, che ha appena pubblicato uno studio in collaborazione con la Cornell University.

leggi l’articolo completo…

Prenotazioni dirette: le catene americane soddisfatte delle nuove strategie di disintermediazione

La strategia per far crescere le vendite dirette messa in campo nel 2016 dalle grandi catene alberghiere statunitensi sembra aver ripagato di tanti sforzi: in chiusura dell’ultimo trimestre dell’anno, i CEO di Hilton, Marriott e altri gruppi si sono dichiarati soddisfatti. Per questo non sono intenzionati a tornare sui loro passi.

In America il rapporto hotel – OTA è sempre stato molto diverso dal nostro: nel continente a stelle e strisce le grandi catene alberghiere hanno sempre avuto un ruolo forte nel mercato del turismo online, riuscendo a mantenere un alto livello di disintermediazione rispetto a quello ottenuto dai piccoli hotel europei.

leggi l’articolo completo…

Tutti i consigli di Google per aumentare le vendite online sul sito dell’hotel

Come aumentare le vendite online dell'hotel - Consigli GoogleIn Europa il 71% delle prenotazioni alberghiere finisce dritto dritto nelle tasche delle OTA: questo è quanto riporta anche Terri Scriven di Google.

I motivi sono due: il primo è che i portali si impegnano davvero tanto per convincere gli utenti a prenotare; il secondo è che molti hotel non fanno lo stesso.

leggi l’articolo completo…

Disintermediazione turistica: le migliori (e peggiori) lezioni da Hilton, Marriott e Hyatt

Da qualche mese le grandi catene alberghiere statunitensi, spinte da un tardivo senso di rivalsa sulle OTA, hanno scelto di investire sulla disintermediazione, promuovendo le prenotazioni dirette sul sito ufficiale.

Che strategie stanno usando per promuovere le loro politiche di “Miglior prezzo garantito”? E che cosa potrebbero fare di più? Scopriamolo insieme, perché potrebbe fare comodo anche a voi.

leggi l’articolo completo…

Prenotazioni dirette online: non ci resta che piangere

leggi l’articolo completo...Chi siete? Cosa fate? Cosa portate? Quanti siete? Un fiorino!

Quando sul sito di un hotel vedo un interminabile modulo di richiesta disponibilità al posto di un booking engine, mi viene sempre in mente la battuta del filmNon ci Resta che Piangere”,

leggi l’articolo completo…

Disintermediazione: i migliori benefit per aumentare le prenotazioni dirette

leggi l’articolo completo...Spostare le prenotazioni dagli intermediari al sito ufficiale dell’hotel non è mai stato tanto difficile come oggi: la concorrenza di portali e metomotori è spietata, posizionarsi primi sui risultati organici è quasi impossibile e il costo del brand name su Adwords è lievitato.

Ma c’è una cosa che né le OTA né i competitor potranno mai togliervi, e sono gli incentivi alla prenotazione diretta che solo sul sito ufficiale dell’hotel potete offrire. Oggi un’agenzia americana ha condotto un ampio sondaggio per capire quali siano i benefit che fanno più colpo sugli utenti. Curiosi?

leggi l’articolo completo…